Termini di servizio di Google Cloud Platform

Ultima modifica: 31 agosto 2020 | Versioni precedenti

I presenti Termini di servizio di Google Cloud Platform (insieme, il "Contratto") sono stipulati tra Google e la persona fisica o giuridica che accetta i presenti termini (il "Cliente") e regolano l'accesso e l'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente. Il termine "Google" ha il significato indicato all'indirizzo https://cloud.google.com/terms/google-entity.

Il presente Contratto entrerà in vigore alla data in cui il Cliente farà clic sul pulsante di accettazione (la "Data di validità"). Se l'accettazione avviene per conto del Cliente, si dichiara e si garantisce: (i) di avere la piena autorità legale di vincolare il Cliente al presente Contratto; (ii) di avere letto e compreso il presente Contratto e (iii) di accettare il presente Contratto per conto del Cliente.

    1. Fornitura dei Servizi.

    1.1 Uso dei Servizi. Per la Durata del Contratto, Google fornirà i Servizi conformemente al Contratto, inclusi gli accordi SLA e il Cliente può utilizzare tali Servizi e integrarli in qualsiasi Applicazione del Cliente con valore materiale indipendente dai Servizi, conformemente al Contratto.

    1.2 Console di amministrazione. Il Cliente avrà accesso alla Console di amministrazione, tramite la quale può gestire l'uso dei Servizi.

    1.3 Account. Il Cliente deve disporre di un Account per utilizzare i Servizi ed è responsabile delle informazioni che fornisce per la creazione dell'Account, della sicurezza delle proprie password per l'Account e di qualsiasi utilizzo del proprio Account. Google non è tenuta in alcun modo a fornire più di un account al Cliente.

    1.4 Modifiche.

    (a) Ai Servizi. Google può apportare di tanto in tanto aggiornamenti commercialmente ragionevoli ai Servizi. Google informerà il Cliente qualora apporti una modifica sostanziale ai Servizi con un impatto significativo sull'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente, a condizione che il Cliente abbia sottoscritto un abbonamento a Google per essere informato di tale variazione.

    (b) Al Contratto. Google può apportare di tanto in tanto modifiche al presente Contratto, compresi i prezzi (e gli eventuali documenti correlati). Salvo laddove diversamente indicato da Google, le modifiche sostanziali al Contratto entrano in vigore 30 giorni dopo la relativa pubblicazione, ad eccezione delle modifiche relative a nuove funzionalità; in tal caso le modifiche entreranno in vigore immediatamente. Google fornirà un preavviso di almeno 90 giorni in caso di modifiche sostanzialmente negative a qualsivoglia SLA (i) inviando un'email all'indirizzo email di notifica; (ii) pubblicando un avviso sulla Console di amministrazione; o (iii) pubblicando un avviso sulla pagina web relativa allo SLA applicabile. Se il Cliente non accetta il Contratto emendato, potrà interrompere l'utilizzo dei Servizi. Il Cliente può anche recedere liberamente dal presente Contratto conformemente alla Sezione 8.4 (Recesso libero). L'uso continuativo dei Servizi da parte del Cliente dopo suddetta variazione sostanziale costituirà il consenso del Cliente a tali modifiche. Google pubblicherà ogni modifica del presente Contratto su https://cloud.google.com/terms/.

    (c) Ai Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati. Google potrebbe modificare i Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati soltanto laddove la modifica si renda necessaria per rispettare leggi o regolamenti vigenti, ingiunzioni del tribunale o indicazioni emanate da un'autorità di regolamentazione o un ente statale, laddove la modifica sia espressamente consentita dai Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati o nel caso in cui tale modifica

    (i) sia commercialmente ragionevole;

    (ii) non comporti un peggioramento generale della sicurezza dei Servizi;

    (iii) non rimuova o non estenda l'ambito di eventuali limitazioni relative al trattamento dei Dati personali del Cliente da parte di Google, come descritto nella sezione Ambito del trattamento dei dati dei Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati; e

    (iv) non abbia un impatto negativo rilevante sui diritti del Cliente previsti dai Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati.

    Se Google apporta una modifica sostanziale ai Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati in conformità con la presente Sezione, tale modifica dovrà essere pubblicata sulla pagina contenente tali termini.

    (d) Interruzione dei Servizi. Google informerà il Cliente almeno 12 mesi prima di interrompere qualsiasi Servizio (o funzionalità rilevante associata), a meno che Google non sostituisca tale Servizio o funzionalità interrotta con un Servizio o funzionalità sostanzialmente simile. Inoltre, Google avviserà il Cliente almeno 12 mesi prima di modificare in modo significativo una API di Google rivolta al Cliente qualora questo avvenga in modo non retrocompatibile. Niente nella presente Sezione 1.4(d) (Interruzione dei Servizi) limita la capacità di Google di apportare le modifiche necessarie a rispettare la legge vigente, affrontare un rischio significativo per la sicurezza o evitare un onere economico o tecnico sostanziale. La presente Sezione 1.4(d) (Interruzione dei Servizi) non è applicabile ai Servizi, alle offerte o alle funzionalità precedenti alla disponibilità generale.

    1.5 Software. Google può mettere a disposizione del Cliente il Software, inclusi i software di terze parti. L'utilizzo di qualsiasi Software da parte del Cliente è soggetto alle disposizioni pertinenti contenute nei Termini specifici del Servizio.

    1.6 Termini specifici del Servizio e Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati. I Termini specifici del Servizio e i Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati sono inclusi tramite questo riferimento nel Contratto.

    2. Termini di pagamento.

    2.1 Fatturazione online. Al termine del Periodo di accumulo dei costi applicabile o secondo quanto altrimenti indicato da Google nella Console di amministrazione, Google emetterà una fattura elettronica al Cliente per tutti i costi basati sull'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente durante il Periodo di accumulo dei costi applicabile (incluse, se applicabili le relative tariffe per i servizi di assistenza tecnica) Il Cliente dovrà pagare tutte le Tariffe nella valuta indicata nella fattura. Se il Cliente sceglie di pagare mediante carta di credito, di debito o altre modalità che non richiedono fatturazione, Google addebiterà (e il Cliente pagherà) tutte le Tariffe immediatamente al termine del Periodo di accumulo dei costi. Se il Cliente sceglie di pagare a fronte di una fattura (e Google accetta), tutte le Tariffe sono dovute come da fattura. L'obbligo del Cliente di pagare tutte le Tariffe non è annullabile. La misurazione dell'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente effettuata da Google si intende finale. Google non ha l'obbligo di fornire fatture multiple. I pagamenti effettuati tramite bonifico bancario devono includere le informazioni bancarie fornite da Google. Se il Cliente ha stipulato il Contratto con Google Commerce Limited, Google può riscuotere i pagamenti tramite Google Payment Limited, una società costituita in Inghilterra e Galles con sede a Belgrave House, 76 Buckingham Palace Road, Londra, SW1W 9TQ, Regno Unito.

    2.2 Imposte.

    (a) Il Cliente è responsabile del pagamento di eventuali Imposte e pagherà a Google i costi dei Servizi senza dedurre tali importi. Qualora per Google sussista l'obbligo legale di incassare o pagare tali Imposte, il relativo importo dovrà essere fatturato al Cliente e il Cliente pagherà tali Imposte a Google in aggiunta alle Tariffe, a meno che il Cliente non fornisca tempestivamente a Google un certificato valido di esenzione fiscale.

    (b) Se richiesto dalla legge vigente, il Cliente fornirà a Google i dati fiscali identificativi applicabili che Google potrebbe richiedere per garantirne la conformità alle normative fiscali vigenti e alle autorità fiscali competenti nelle giurisdizioni applicabili. Il Cliente sarà tenuto a pagare (o rimborsare a Google) eventuali tasse, interessi, sanzioni o multe derivanti da qualsiasi dichiarazione errata del Cliente.

    2.3 Controversie relative alle fatture e rimborsi. Eventuali controversie relative alle fatture devono essere presentate prima della data di scadenza del pagamento. Se le parti stabiliscono che alcune imprecisioni nella fatturazione sono attribuibili a Google, quest'ultima non emetterà una nuova fattura corretta bensì una nota di credito in cui è specificato l'importo errato della fattura in questione. Qualora la fattura in questione non sia stata ancora pagata, Google applicherà l'importo della nota di credito alla fattura contestata e il Cliente sarà responsabile del pagamento del saldo netto risultante a fronte di tale fattura. Nei limiti consentiti dalla legge, il Cliente rinuncia a qualsiasi rivendicazione relativa alle Tariffe a meno che tale rivendicazione non sia prodotta entro 60 giorni dalla data della fattura. Gli eventuali rimborsi (se presenti) sono a esclusiva discrezione di Google e saranno esclusivamente sotto forma di credito per i Servizi. Nessuna parte del presente Contratto impone a Google di estendere il credito a una parte.

    2.4 Pagamenti insoluti; sospensione. I ritardi di pagamento saranno soggetti a interessi al tasso dell'1,5% al mese (o al tasso massimo consentito dalla legge, se inferiore) a partire dalla data di scadenza del pagamento fino al completo pagamento. Il Cliente sarà responsabile di tutte le spese (incluse le spese legali) ragionevolmente sostenute da Google per la riscossione di tali importi insoluti. Se il Cliente è in ritardo nel pagamento dei Servizi, Google potrà sospendere i Servizi o risolvere il Contratto per violazione come stabilito dalla Sezione 8.2 (Risoluzione per violazione).

    2.5 Nessun numero di ordine di acquisto richiesto. Il Cliente è obbligato a pagare tutte le Tariffe applicabili senza che Google debba fornire un numero di ordine di acquisto sulla fattura di Google (o altri documenti).

    3. Obblighi del Cliente.

    3.1 Conformità. Il Cliente è tenuto a (a) garantire che il proprio utilizzo dei Servizi (incluso l'utilizzo da parte dei propri Utenti finali) rispetti le disposizioni del presente Contratto, (b) compiere ogni sforzo commercialmente ragionevole per impedire e interrompere qualsiasi accesso o uso non autorizzato dei Servizi e (c) informare tempestivamente Google di qualsiasi utilizzo o accesso non autorizzato ai Servizi, all'Account o alla password del Cliente di cui il Cliente venga a conoscenza. Google si riserva il diritto di indagare su eventuali violazioni dell'AUP da parte del Cliente, che possono includere la revisione delle Applicazioni del Cliente, dei Dati del Cliente o dei Progetti.

    3.2 Privacy. Il Cliente è responsabile per tutti i consensi e le notifiche necessari che permettono (a) l'utilizzo e la ricezione dei Servizi da parte del Cliente e (b) l'accesso, l'archiviazione e il trattamento da parte di Google ai dati forniti dal Cliente (inclusi i Dati personali, se inerenti) ai sensi del presente Contratto.

    3.3 Limitazioni. Il Cliente non potrà e non consentirà agli Utenti finali di (a) copiare, modificare o creare un'opera derivata dai Servizi; (b) retroingegnerizzare, decompilare, tradurre, disassemblare o tentare in altro modo di estrarre una parte o la totalità del codice sorgente dei Servizi (salvo nella misura in cui tale limitazione sia espressamente vietata dalla legge in vigore); (c) vendere, rivendere, concedere in licenza, trasferire o distribuire una parte o la totalità dei Servizi; oppure (d) accedere o utilizzare i Servizi (i) per attività ad alto rischio; (ii) in violazione dell'AUP; (iii) in modo da evitare di incorrere nelle Tariffe (inclusa la creazione di molteplici Applicazioni Cliente, Account o Progetti per simulare o agire come un'unica Applicazione del Cliente, Account o Progetto (rispettivamente)) o per aggirare i limiti o le quote d'uso specifici del Servizio; (iv) partecipare al mining di criptovaluta senza previa approvazione scritta di Google; (v) gestire o abilitare qualsiasi servizio di telecomunicazione o in relazione a qualsiasi Applicazione del Cliente che consenta agli Utenti finali clienti di effettuare chiamate o ricevere chiamate da una rete telefonica a commutazione pubblica, salvo quanto diversamente descritto nei Termini specifici del Servizio; (vi) per materiali o attività che sono soggetti alla International Traffic in Arms Regulations (ITAR) mantenuta dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti; (vii) in modo da violare o causare la violazione delle leggi sul controllo delle esportazioni; o (viii) per trasmettere, memorizzare o elaborare informazioni sanitarie soggette alle normative HIPAA degli Stati Uniti, salvo quanto permesso da una BAA HIPAA eseguita.

    3.4 Documentazione. Google può fornire Documentazione relativa all'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente.

    3.5 Copyright. Google fornisce informazioni per aiutare i detentori di copyright a gestire la propria proprietà intellettuale online, ma Google non è in grado di determinare se avvengono utilizzi legali senza il consenso dei detentori del copyright. Google risponderà alle notifiche di presunta violazione del copyright e potrà rimuovere i trasgressori recidivi nelle circostanze appropriate, come richiesto per mantenere il concetto di "porto sicuro" per i fornitori di servizi online ai sensi del Digital Millennium Copyright Act (Legge statunitense sul copyright). Se il Cliente ritiene che una persona fisica o giuridica stia violando i copyright del Cliente o del suo Utente finale e desidera comunicarlo a Google, il Cliente può trovare informazioni sull'invio di comunicazioni e sulla politica di Google in merito alla risposta alle comunicazioni, all'indirizzo http://www.google.com/dmca.html.

    4. Sospensione.

    4.1 Violazioni dell'AUP. Qualora Google venga a conoscenza del fatto che l'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente o di qualsiasi Utente finale del Cliente violi l'AUP, Google informerà il Cliente della violazione chiedendogli di rimediare a tale violazione. Qualora il Cliente non riesca a risolvere la violazione entro 24 ore dalla richiesta di Google, Google potrà sospendere totalmente o parzialmente l'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente finché la violazione non sarà risolta.

    4.2 Altre sospensioni. In deroga alla Sezione 4.1 (Violazioni dell'AUP), Google può sospendere immediatamente, totalmente o in parte, l'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente qualora (a) Google ritenga che l'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente o di qualsiasi Utente finale del Cliente possa avere un impatto negativo sui Servizi, sull'utilizzo dei Servizi da parte di altri clienti o dei loro utenti finali o sulla rete o sui server Google utilizzati per fornire i Servizi; (b) si sospetti l'accesso non autorizzato di terze parti ai Servizi; (c) Google ritenga di essere tenuta a sospendere immediatamente l'utilizzo dei Servizi per rispettare la legge vigente; o (d) il Cliente violi la Sezione 3.3 (Limitazioni). Google revocherà tale sospensione non appena le circostanze causa della sospensione saranno state risolte. Su richiesta del Cliente, a meno che non sia proibito dalla legge vigente, Google comunicherà al Cliente le basi della sospensione non appena ragionevolmente possibile.

    5. Diritti di proprietà intellettuale; protezione dei dati dei clienti; feedback; analisi comparativa.

    5.1 Diritti di proprietà intellettuale. Salvo quanto espressamente specificato nel presente Contratto, il Contratto non concede ad alcuna parte alcun diritto, implicito o di altro tipo, relativo ai contenuti o alla proprietà intellettuale dell'altra parte. Per ciò che concerne le parti, il Cliente conserva tutti i Diritti di proprietà intellettuale dei propri dati e delle applicazioni del Cliente e Google conserva tutti i Diritti di proprietà intellettuale dei Servizi e del Software.

    5.2 Protezione dei dati del Cliente. Google accederà o utilizzerà i Dati del Cliente solo per fornire i Servizi e i servizi di assistenza tecnica al Cliente o secondo le istruzioni del Cliente e non li utilizzerà per altri prodotti, servizi o pubblicità di Google. Google ha implementato e manterrà in vigore misure di salvaguardia amministrative, fisiche e tecniche per proteggere i Dati del Cliente, come ulteriormente descritto nei Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati.

    5.3 Feedback del Cliente. Il Cliente può, a propria discrezione, fornire feedback o suggerimenti a Google in merito ai Servizi ("Feedback"). Se il Cliente fornisce un Feedback, Google e le sue Consociate possono utilizzare tale Feedback senza limitazioni e senza obblighi nei confronti del Cliente.

    5.4 Analisi comparativa. Il Cliente può condurre prove di analisi comparativa dei Servizi (ciascuno un "Test"). Il Cliente può divulgare pubblicamente i risultati di tali Test solo se (a) ottiene il previo consenso scritto di Google, (b) fornisce a Google tutte le informazioni necessarie per replicare i Test e (c) consente a Google di condurre test di analisi comparativa dei prodotti o servizi del Cliente disponibili al pubblico e di divulgare pubblicamente i risultati di tali test. Fermo restando quanto sopra, il Cliente non potrà intraprendere nessuna delle seguenti operazioni per conto di un fornitore di cloud pubblico hyperscale senza previo consenso scritto da parte di Google: (i) condurre (direttamente o tramite terze parti) un test dei Servizi o (ii) divulgare i risultati di tali test.

    6. Servizi di assistenza tecnica.

    6.1 Da parte del Cliente. Il Cliente è responsabile del supporto tecnico delle proprie Applicazioni e dei propri Progetti.

    6.2 Da parte di Google. Subordinatamente al pagamento delle Tariffe di assistenza applicabili, Google fornirà servizi di assistenza tecnica al Cliente nella Durata prevista del contratto, in conformità con le Linee guida sui servizi di assistenza tecnica. Alcuni livelli del servizio di assistenza tecnica includono una tariffa minima ricorrente come descritto all'indirizzo https://cloud.google.com/skus. Qualora il Cliente declassasse il proprio livello di servizio di assistenza tecnica durante un qualsiasi mese di calendario, Google può continuare a fornire il servizio di assistenza tecnica allo stesso livello e con le stesse Tariffe per il servizio di assistenza tecnica prima del declassamento per il resto del mese.

    7. Informazioni riservate.

    7.1 Obblighi. Il destinatario utilizzerà le Informazioni riservate della parte divulgante solo per esercitare i propri diritti e adempiere ai propri obblighi del presente Contratto, adottando un livello di attenzione ragionevole per salvaguardarne la riservatezza. Il destinatario delle Informazioni riservate può divulgarle solo a Consociate, dipendenti, agenti o consulenti professionali che devono esserne a conoscenza e che abbiano accettato per iscritto di mantenerne la riservatezza (o che siano altrimenti vincolati a mantenerne la riservatezza, nel caso di consulenti professionali). Il destinatario si assicurerà che tali persone fisiche e giuridiche utilizzino le Informazioni riservate ricevute solo per esercitare i diritti e adempiere agli obblighi previsti dal presente Contratto.

    7.2 Divulgazione obbligatoria. Nonostante eventuali indicazioni contrarie contenute nel presente Contratto, il destinatario può anche divulgare Informazioni riservate nella misura richiesta da un Procedimento giudiziario vigente, a condizione che il destinatario compia ogni ragionevole sforzo commerciale per (a) informare tempestivamente l'altra parte di tale divulgazione prima della divulgazione stessa e (b) soddisfare le ragionevoli richieste dell'altra parte riguardo ai propri sforzi per opporsi alla divulgazione. Fatte salve le precedenti disposizioni, le sottosezioni (a) e (b) sopra riportate non si applicheranno se il destinatario stabilisce che il rispetto di (a) e (b) potrebbe (i) comportare una violazione del Procedimento giudiziario; (ii) ostacolare un'indagine governativa o (iii) causare la morte o gravi lesioni fisiche a un privato.

    8. Durata e risoluzione.

    8.1 Durata contrattuale. La "Durata" del presente Contratto decorrerà dalla Data di validità e rimarrà in vigore fino alla sua risoluzione, come stabilito dalla Sezione 8 (Durata e risoluzione).

    8.2 Risoluzione per violazione. Ciascuna parte può risolvere il Contratto se l'altra parte (a) viola sostanzialmente il Contratto e non pone rimedio a tale violazione entro 30 giorni dalla ricezione della notifica scritta o (b) sospende la propria attività o diventa oggetto di procedure di insolvenza e le procedure non vengono respinte entro 90 giorni.

    8.3 Risoluzione per inattività. Google si riserva il diritto di interrompere la fornitura dei Servizi a un Progetto con 30 giorni di preavviso se, per un periodo di 60 giorni, (a) il Cliente non ha effettuato l'accesso alla Console di amministrazione o il Progetto non ha registrato attività di rete e (b) tale Progetto non ha sostenuto alcuna Tariffa per tali Servizi.

    8.4 Recesso libero. Il Cliente può interrompere l'utilizzo dei Servizi in qualsiasi momento. Il Cliente può risolvere il presente Contratto liberamente con preavviso scritto e, in caso di risoluzione, deve interrompere l'utilizzo dei Servizi inerenti. Google può risolvere il presente Contratto liberamente in qualsiasi momento previa comunicazione scritta di 30 giorni al Cliente.

    8.5 Effetto della risoluzione. Se il Contratto viene risolto, (a) tutti i diritti e l'accesso ai Servizi (incluso l'accesso ai Dati del Cliente, se inerenti) termineranno, salvo laddove diversamente indicato nel presente Contratto e (b) tutte le Tariffe dovute dal Cliente a Google saranno immediatamente dovute alla ricezione della fattura elettronica finale o secondo quanto stabilito sulla fattura finale.

    9. Pubblicità. Il Cliente può dichiarare pubblicamente di essere un cliente dei Servizi, in conformità con le linee guida sull'utilizzo del marchio. Se il Cliente desidera visualizzare gli Elementi distintivi del brand Google in relazione al suo utilizzo dei Servizi, deve ottenere l'autorizzazione scritta da Google attraverso il processo indicato nelle linee guida sull'utilizzo del marchio. Google può includere il nome o gli Elementi distintivi del brand del Cliente in un elenco di clienti Google online o in materiali pubblicitari. Google può anche fare riferimento verbalmente al Cliente come cliente dei Servizi. Nessuna delle parti è tenuta a richiedere l'approvazione se ripete una dichiarazione pubblica sostanzialmente simile a una dichiarazione pubblica precedentemente approvata. L'eventuale utilizzo degli Elementi distintivi del brand di una parte andrà a vantaggio della parte che detiene i Diritti di proprietà intellettuale relativamente a tali Elementi distintivi del brand. Ciascuna parte potrà revocare all'altra parte il diritto di utilizzare gli Elementi distintivi del brand conformemente alla presente Sezione, previa notifica scritta all'altra parte e concedendo un periodo ragionevole per interrompere l'utilizzo.

    10. Dichiarazioni e garanzie. Ciascuna parte dichiara e garantisce (a) di avere pieno potere legale per stipulare e rendere esecutivo il presente Contratto e (b) che rispetterà tutte le leggi e i regolamenti vigenti per la sua esecuzione, ricezione e uso applicabili all'uso dei Servizi, a seconda dei casi.

    11. Disclaimer. Salvo laddove espressamente specificato nel Contratto, nella misura massima consentita dalla legge vigente, Google (a) non offre altre garanzie di alcun tipo, siano queste esplicite, implicite, statutarie o di altro genere, incluse garanzie di commerciabilità, di idoneità a uno scopo particolare, di non violazione o di utilizzo privo di errori e ininterrotto dei Servizi o del Software e (b) non risponde di contenuti o informazioni resi accessibili mediante i Servizi.

    12. Limitazione di responsabilità.

    12.1 Limitazione della responsabilità indiretta. Nella misura consentita dalla legge vigente e in conformità con la Sezione 12.3 (Responsabilità illimitate), nessuna delle parti avrà responsabilità derivanti da o relative al Contratto per eventuali (a) danni indiretti, consequenziali, speciali, incidentali o punitivi o (b) perdite di ricavi, profitti, risparmi o reputazione.

    12.2 Limitazione dell'importo di responsabilità. La responsabilità collettiva totale di ciascuna parte per i danni derivanti da o relativi al Contratto è limitata alle Tariffe pagate dal Cliente durante i 12 mesi precedenti l'evento che ha determinato l'insorgere della responsabilità.

    12.3 Responsabilità illimitate. Nulla nel presente Contratto esclude o limita la responsabilità di ciascuna parte in caso di:

    (a) frode o dichiarazione fraudolenta;

    (b) [inadempienza] dei propri obblighi ai sensi della Sezione 13 (Indennizzo);

    (c) violazione dei diritti di proprietà intellettuale dell'altra parte;

    (d) violazione degli obblighi di pagamento ai sensi del Contratto; o

    (e) questioni per cui non è possibile escludere o limitare la responsabilità ai sensi della legge vigente.

    13. Indennizzo.

    13.1 Obblighi di indennizzo di Google. Google difenderà il Cliente e le relative Consociate che partecipano al Contratto ("Parti indennizzate del Cliente") e le risarcirà contro le eventuali Responsabilità indennizzate in qualsiasi procedimento legale di terze parti nella misura derivante da una pretesa che l'uso da parte delle Parti indennizzate del Cliente (a) della tecnologia di Google sfruttata per fornire i Servizi, o (b) di qualsiasi Elemento distintivo del brand Google, violi i Diritti di proprietà intellettuale di terze parti.

    13.2 Obblighi di indennizzo del Cliente. Il Cliente si impegna a tutelare Google e le relative Consociate partecipanti al presente Contratto e a indennizzarle da eventuali Responsabilità indennizzate in qualsiasi procedimento legale di terze parti nella misura derivante da (a) qualsiasi Applicazione del Cliente, Progetto, Dati del Cliente o Elementi distintivi del brand del Cliente; o ( b) l'uso dei Servizi da parte del Cliente o di un Utente finale in violazione dell'AUP o della Sezione 3.3 (Limitazioni).

    13.3 Esclusioni. Le Sezioni 13.1 (Obblighi di indennizzo di Google) e 13.2 (Obblighi di indennizzo del Cliente) non si applicheranno nella misura in cui la pretesa sottostante derivi dalla (a) violazione del Contratto da parte della parte indennizzata o da (b) una combinazione della tecnologia o degli elementi distintivi del brand della parte indennizzante con materiali non forniti dalla parte indennizzante ai sensi del Contratto, a meno che la combinazione non sia richiesta dal Contratto stesso.

    13.4 Condizioni. Le Sezioni 13.1 (Obblighi di indennizzo di Google) e 13.2 (Obblighi di indennizzo del Cliente) sono subordinate a quanto segue:

    (a) La parte indennizzata deve tempestivamente notificare per iscritto alla parte indennizzante la pretesa o le pretese che hanno preceduto il Procedimento giudiziario iniziato da terze parti e collaborare in misura ragionevole con la parte indennizzante per risolvere tali pretese e il Procedimento giudiziario iniziato da terzi. Qualora una violazione della presente Sezione 13.4(a) pregiudichi la difesa nel Procedimento giudiziario intentato da terze parti, gli obblighi della parte indennizzante di cui alla Sezione 13.1 (Obblighi di indennizzo di Google) o 13.2 (Obblighi di indennizzo del Cliente) a seconda dei casi, saranno ridotti proporzionalmente al pregiudizio.

    (b) La parte indennizzata dovrà cedere il controllo esclusivo della porzione indennizzata del Procedimento giudiziario iniziato da terze parti alla parte indennizzante, in base a quanto segue: (i) la parte indennizzata può nominare un proprio legale, senza facoltà di controllo, a proprie spese e (ii) qualsiasi soluzione che richieda alla parte indennizzata di ammettere responsabilità, pagare somme pecuniarie o intraprendere (o astenersi dall'intraprendere) qualsiasi azione, richiederà il previo consenso scritto da parte della parte indennizzata, che non dovrà essere irragionevolmente trattenuto, condizionato o ritardato.

    13.5 Rimedi.

    (a) Qualora Google ritenga ragionevolmente che i Servizi violino i Diritti di proprietà intellettuale di una terza parte, può a propria discrezione e a proprie spese: (i) ottenere il diritto per il Cliente di continuare a utilizzare i Servizi; (ii) modificare i Servizi in modo tale da ripristinarne la conformità senza ridurne significativamente la funzionalità o (iii) sostituire i Servizi con un'alternativa conforme ed equivalente a livello funzionale.

    (b) Se Google non ritiene che i rimedi riportati nella Sezione 13.5(a) siano commercialmente ragionevoli, potrà sospendere o interrompere l'utilizzo dei Servizi interessati da parte del Cliente.

    13.6 Diritti e obblighi esclusivi. Senza che ciò influisca sui diritti di recesso di ciascuna parte, la presente Sezione 13 (Indennizzo) determina il solo e unico rimedio per le parti, ai sensi del presente Contratto, in relazione alle pretese di violazioni dei Diritti di proprietà intellettuale avviate da terze parti descritte nella Sezione 13 (Indennizzo).

    14. Utenti dell'Agenzia Federale degli Stati Uniti. I Servizi sono stati sviluppati esclusivamente a spese private e costituiscono software per computer commerciali e documentazione correlata ai sensi delle Federal Acquisition Regulations vigenti e dei relativi supplementi dell'agenzia.

    15. Disposizioni varie.

    15.1 Notifiche. Google comunicherà al Cliente le notifiche ai sensi del Contratto inviando un'email all'indirizzo di posta elettronica di notifica. Il Cliente trasmetterà le notifiche a Google ai sensi del Contratto inviando un'email all'indirizzo legal-notices@google.com. La notifica sarà considerata ricevuta nel momento in cui l'email viene inviata. Il Cliente sarà ritenuto responsabile di mantenere aggiornato il proprio indirizzo email di notifica per tutta la durata del Contratto.

    15.2 Email. Ai sensi del presente Contratto, le parti possono utilizzare le email per soddisfare i requisiti di approvazione e consenso scritti.

    15.3 Trasferimento. Nessuna delle parti può cedere alcuna parte del presente Contratto senza il consenso scritto dell'altra parte, fatta eccezione per una Società consociata, laddove (a) l'assegnatario abbia accettato per iscritto di essere vincolato dai termini del presente Contratto e (b) la parte cedente abbia comunicato all'altra parte tale trasferimento. Qualsiasi altro tentativo di cessione sarà considerato nullo. Se il Cliente trasferisce il presente Contratto a una Società consociata in un'altra giurisdizione in modo tale da modificare la società del gruppo Google contraente, come definito all'indirizzo https://cloud.google.com/terms/google-entity, il presente Contratto viene automaticamente trasferito alla nuova entità contraente di Google.

    15.4 Passaggio del controllo. Se una parte subisce un passaggio di controllo (ad esempio, tramite acquisto o vendita di azioni, fusione o altra forma di transazione societaria), la parte in questione dovrà darne comunicazione scritta all'altra parte entro 30 giorni dal passaggio di controllo.

    15.5 Forza maggiore. Nessuna parte sarà ritenuta responsabile in caso di inadempimento o adempimento tardivo dei propri obblighi se causato da circostanze che esulano dal ragionevole controllo della parte inadempiente, inclusi eventi fortuiti, calamità naturali, terrorismo, rivolte o guerre.

    15.6 Cessione mediante subcontratto. Google può cedere mediante subcontratto gli obblighi ai sensi del presente Contratto, ma rimarrà responsabile verso il Cliente di tutti gli obblighi ceduti mediante subcontratto.

    15.7 Mancata instaurazione di un rapporto di agenzia.. Il presente Contratto non crea alcun rapporto di agenzia, di partnership o di joint venture tra le parti.

    15.8 Esclusione di rinuncia. L'omissione o il ritardo nell'esercizio di un qualsiasi diritto previsto dal presente Contratto non costituirà una rinuncia ad alcun diritto da parte di nessuna delle parti.

    15.9 Clausola salvatoria. Nel caso in cui una qualsiasi disposizione del presente Contratto dovesse risultare non valida, illegale o non azionabile, le disposizioni rimanenti rimarranno comunque in vigore.

    15.10 Nessun beneficiario terzo. Il presente Contratto non conferisce alcun vantaggio a nessuna terza parte, salvo laddove espressamente specificato.

    15.11 Risarcimento in base all'equity relief. Nulla nel presente Contratto limiterà la capacità delle parti di richiedere un risarcimento in base all'equity relief.

    15.12 Legislazione vigente degli Stati Uniti.

    (a) Enti governativi municipali, provinciali e statali statunitensi. Se il Cliente è un ente governativo di una città, contea o stato statunitense, nel Contratto non verranno fornite le informazioni relative alla legislazione vigente e alla sede competente.

    (b) Enti governativi federali statunitensi. Se il Cliente è un ente governativo federale statunitense, si applica quanto segue: TUTTE LE RIVENDICAZIONI DERIVANTI DA O CORRELATE AL PRESENTE CONTRATTO O AI SERVIZI SARANNO REGOLATE DALLE LEGGI DEGLI STATI UNITI D'AMERICA, A ESCLUSIONE DELLE NORME RELATIVE AI CONFLITTO DI LEGGI. ESCLUSIVAMENTE NELLA MISURA CONSENTITA DALLE LEGGI FEDERALI: (I) IN ASSENZA DI UNA LEGGE FEDERALE APPLICABILE SI APPLICHERANNO LE LEGGI DELLO STATO DELLA CALIFORNIA (A ESCLUSIONE DELLE NORME SUI CONFLITTI DI LEGGI DELLA CALIFORNIA) E (II) PER QUALSIASI RIVENDICAZIONE DERIVANTE DA O RELATIVA AL PRESENTE CONTRATTO O AI SERVIZI, LE PARTI CONCORDANO DI ACCETTARE COME GIURISDIZIONE PERSONALE ED ESCLUSIVA IL TRIBUNALE DELLA CONTEA DI SANTA CLARA, CALIFORNIA (STATI UNITI).

    (c) Per tutte le altre persone giuridiche. Se il Cliente è una persona giuridica non elencata nella Sezione 15.12(a) o (b), si applica quanto segue: TUTTE LE RIVENDICAZIONI DERIVANTI DA O CORRELATE AL PRESENTE CONTRATTO O AI SERVIZI SARANNO REGOLATE DALLE LEGGI DELLO STATO DELLA CALIFORNIA (STATI UNITI), CON ESCLUSIONE DELLE NORME RELATIVE AL CONFLITTO DI LEGGI DI QUELLO STATO E VERRANNO PRESENTATE ESCLUSIVAMENTE NEI TRIBUNALI FEDERALI O STATALI DELLA CONTEA DI SANTA CLARA, CALIFORNIA, USA; LE PARTI ACCONSENTONO ALLA GIURISDIZIONE PERSONALE IN TALI TRIBUNALI.

    15.13 Emendamenti. Ad eccezione di quanto indicato nella sezione 1.4(b) (Modifiche: Al Contratto) o (c) (Modifiche: Ai Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati), eventuali modifiche devono essere in forma scritta, firmate da entrambe le parti e devono dichiarare espressamente che si tratta di emendamenti al presente Contratto.

    15.14 Sopravvivenza. Le seguenti sezioni rimarranno valide anche dopo la scadenza o la risoluzione del presente Contratto: Sezione 2 (Termini di pagamento), Sezione 5 (Diritti di proprietà intellettuale; Protezione dei dati del Cliente; Feedback; Analisi comparativa), Sezione 7 (Informazioni riservate), Sezione 8.5 (Effetto della risoluzione), Sezione 11 (Disclaimer), Sezione 12 (Limitazione di responsabilità), Sezione 13 (Indennizzo) e Sezione 15 (Disposizioni varie).

    15.15 Intero Contratto. Il presente Contratto illustra tutti i termini concordati dalle parti e sostituisce tutti gli altri contratti tra le parti relativi allo stesso oggetto. Con la sottoscrizione del presente Contratto, nessuna delle parti ha fatto affidamento, né avrà alcun diritto o rimedio basati su affermazioni, dichiarazioni o garanzie (rese per negligenza o in buona fede), ad eccezione di quanto espressamente stabilito dal presente Contratto. I termini che si trovano all'URL a cui si fa riferimento nel presente Contratto sono incorporati per riferimento nel Contratto. Dopo la Data di validità, Google può fornire un URL aggiornato al posto di qualsiasi URL del presente Contratto.

    15.16 Conflitto dei termini. Qualora si verifichi un conflitto tra i documenti che compongono il presente Contratto, l'ordine di precedenza dei documenti sarà il seguente: i Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati, il Contratto e i termini di qualsiasi altro URL.

    15.17 Intestazioni. Titoli e didascalie utilizzate nel Contratto hanno solo scopo di riferimento e non avranno alcun effetto sull'interpretazione del Contratto.

    15.18 Conflitto di lingue. Qualora il presente Contratto venisse tradotto in altre lingue diverse dall'inglese e si generasse una discrepanza tra il testo in inglese e il testo tradotto, prevarrà il testo in inglese, salvo laddove espressamente specificato nella traduzione.

    15.19 Definizioni.

    • "Account" indica l'account Google Cloud Platform del Cliente.
    • "Console di amministrazione" indica la o le console online o il dashboard forniti da Google al Cliente per l'amministrazione dei Servizi.
    • "Società consociata" indica qualsiasi persona giuridica che controlli una parte, ne sia controllata o sia sottoposta a comune controllo con tale parte, sia direttamente che indirettamente.
    • "AUP" (Acceptable Use Policy) indica le norme di utilizzo accettabile dei Servizi, disponibili all'indirizzo http://cloud.google.com/terms/aup.
    • "BAA" o "Contratto di società in affari" è un emendamento al presente Contratto che copre la gestione dei dati sanitari protetti (così come definiti nell'HIPAA).
    • "Elementi distintivi del brand" indica i nomi commerciali, i marchi, i marchi di servizio, i loghi, i nomi di dominio e altri elementi distintivi del brand o marca di ciascuna parte, rispettivamente, come garantito di volta in volta da tale parte.
    • "Informazioni riservate" indica le informazioni che una parte (o una Società consociata) comunica all'altra parte ai sensi del presente Contratto e che sono contrassegnate come confidenziali o che normalmente sarebbero considerate informazioni confidenziali in tali circostanze. Sono escluse le informazioni prodotte in modo indipendente dal destinatario, che vengano legittimamente fornite al destinatario da una terza parte senza obblighi di riservatezza o che diventino di dominio pubblico per colpe non imputabili al destinatario. Fatte salve le disposizioni della frase precedente, i dati del Cliente sono considerati Informazioni riservate.
    • "Controllo" indica il controllo di oltre il 50% dei diritti di voto o di partecipazioni al capitale di una parte.
    • "Applicazione del Cliente" identifica un programma software che il Cliente crea o ospita utilizzando i Servizi.
    • "Dati del cliente" indica i dati forniti a Google dal Cliente o dagli Utenti finali tramite i Servizi attraverso il proprio Account.
    • "Utente finale del Cliente" indica un privato a cui il Cliente consente di utilizzare i Servizi o l'Applicazione del Cliente. Per chiarezza, gli Utenti finali possono includere i dipendenti di Consociate del Cliente e altre terze parti.
    • "Termini per il trattamento e la sicurezza dei dati" indica i termini specificati su https://cloud.google.com/terms/data-processing-terms.
    • "Documentazione" indica la documentazione di Google (che può essere aggiornata di tanto in tanto) nel formato generalmente reso disponibile da Google ai propri clienti per l'utilizzo con i Servizi su https://cloud.google.com/docs/.
    • "Periodo di accumulo dei costi" indica un mese di calendario o un altro periodo specificato da Google nella Console di amministrazione.
    • "Tariffe" identifica le tariffe applicabili per ogni Servizio e ogni imposta applicabile. Le Tariffe per ogni Servizio sono specificate su https://cloud.google.com/skus/.
    • "API di Google" indica un'interfaccia di programmazione di un'applicazione fornita da Google come parte dei Servizi.
    • "Attività ad alto rischio" indica le attività nelle quali l'utilizzo o il mancato funzionamento dei Servizi può ragionevolmente causare decesso, lesioni alla persona o danni ambientali (come ad esempio la costruzione o l'operatività di impianti nucleari, il controllo del traffico aereo, i sistemi di supporto alla vita o le armi).
    • “HIPAA” indica la legge statunitense Health Insurance Portability and Accountability Act del 1996, come di volta in volta modificata, e qualsiasi regolamento emanato a norma della stessa.
    • "incluso" indica incluso a titolo esemplificativo.
    • "Responsabilità indennizzate" indica (i) i costi di conciliazione approvati dalla parte indennizzante e (ii) i danni e i costi riconosciuti in via definitiva nei confronti della parte indennizzata e delle sue Consociate da parte di un tribunale competente.
    • "Diritti di proprietà intellettuale" indica i diritti globali attuali e futuri regolati da leggi sui brevetti, leggi sul copyright, norme sui segreti industriali e norme sui diritti morali, nonché tutti gli altri diritti simili.
    • "Procedimento giudiziario" identifica una richiesta di divulgazione di dati presentata in virtù di disposizioni di legge, regolamentazioni statali, ingiunzioni di tribunali, citazioni, mandati oppure di un'altra entità giuridica valida, procedura legale o procedimenti analoghi.
    • "Responsabilità" indica qualsiasi tipo di responsabilità, sia per inadempienza contrattuale, illecito civile (inclusa la negligenza) o altro, sia prevedibile che contemplato dalle parti.
    • "Indirizzo email di notifica" indica gli indirizzi email specificati dal Cliente nella Console di amministrazione.
    • "Progetto" indica una raccolta di risorse Google Cloud Platform configurate dal Cliente tramite i Servizi.
    • "Termini di servizio specifici" indica i Termini applicabili specificamente a uno o più Servizi, consultabili all'indirizzo https://cloud.google.com/terms/service-terms.
    • "Servizi" indica i servizi in corso descritti su https://cloud.google.com/terms/services.
    • Per "SLA" si intende ciascuno degli accordi sul livello di servizio attualmente in vigore su https://cloud.google.com/terms/sla/.
    • Per "Software" si intendono tutti gli strumenti scaricabili, i software development kit o software per computer simili forniti da Google in relazione ai Servizi, oltre a eventuali aggiornamenti che Google può apportare a tale Software di tanto in tanto.
    • "Sospendere" o "Sospensione" significa disabilitare o limitare l'accesso a o l'utilizzo dei Servizi o componenti dei Servizi.
    • "Imposte" indica tutti i tributi imposti dal governo, ad eccezione delle imposte basate sul reddito netto, sugli utili netti, sul valore patrimoniale, sul valore immobiliare o sull'occupazione di Google.
    • "Durata" ha il significato specificato nella Sezione 8 (Durata e risoluzione) del presente Contratto.
    • "Procedimento legale di terze parti" indica ogni procedimento legale formale presentato da una terza parte non affiliata davanti a una corte o a un tribunale governativo (inclusi i procedimenti di ricorso).
    • "Linee guida del marchio" indica le linee guida di Google relative all'utilizzo degli Elementi distintivi del brand Google da parte di terze parti disponibili all'indirizzo http://www.google.com/permissions/guidelines.html.
    • "Servizio di assistenza tecnica" indica il servizio di assistenza tecnica attualmente fornito da Google al Cliente conformemente alle linee guida per i servizi di assistenza tecnica.
    • "Linee guida per i servizi di assistenza tecnica" indica le linee guida per i servizi di assistenza di Google in vigore per i Servizi. Le linee guida per i servizi di assistenza tecnica si trovano su https://cloud.google.com/terms/tssg/ (sotto ai Servizi di Google Cloud Platform).

    16. Termini relativi all'area geografica. Il Cliente accetta le seguenti modifiche al Contratto se il Cliente ordina Servizi da una società del gruppo Google applicabile, come descritto di seguito:

    Asia-Pacifico - Tutte le regioni, India esclusa

    Google Asia Pacific Pte. Ltd.; Google Australia Pty Ltd.; Google Cloud Japan G.K.; Google Cloud Korea LLC; Google New Zealand Limited; PT Google Cloud Indonesia

    La Sezione 2.2 è sostituita come segue:

    2.2 Imposte. Google riporterà nel dettaglio ogni Imposta fatturata. Se le Imposte devono essere trattenute dai pagamenti a Google, il Cliente aumenterà il pagamento a Google in modo che l'importo netto ricevuto da Google equivalga all'importo fatturato, senza riduzioni per le imposte.

    La definizione di "Imposte" della Sezione 15.19 (Definizioni) è sostituita come segue:

    15.19 Definizioni.

    "Imposte" indica tutte le tasse applicate dal governo, conformemente alla legge vigente associate all'offerta e alla realizzazione dei Servizi, incluso a titolo esemplificativo e non esaustivo, tasse, dazi doganali e qualsiasi imposta diretta e indiretta, comprese penali o interessi correlati, tranne le imposte basate sui ricavi di Google.

    Asia Pacifico - Indonesia

    PT Google Cloud Indonesia

    Aggiunta una nuova Sezione 8.6:

    8.6 Rinuncia alla disdetta. Le parti convengono di rinunciare a qualsiasi disposizione ai sensi di qualsiasi legge vigente nella misura in cui una decisione o un ordine del tribunale siano necessari per la cancellazione del presente Contratto.

    La versione indonesiana di questo Contratto è accessibile qui e la Sezione 15.18 è stata sostituita come segue:

    15.18 Conflitto di lingue. Il presente Contratto è in indonesiano e in inglese. Entrambe le versioni sono ugualmente autentiche. In caso di incoerenza o diversa interpretazione tra la versione indonesiana e la versione inglese, le parti convengono di modificare la versione indonesiana per rendere la parte pertinente della versione indonesiana coerente con la parte pertinente della versione inglese.

Versioni precedenti