Istanze VM prerilasciabili

Questa pagina descrive le istanze VM virtuali prerilasciabili. Per informazioni su come creare un'istanza prerilasciabile, leggi l'articolo Creare e utilizzare VM prerilasciabili. Per scoprire di più sulle istanze in generale, leggi la documentazione relativa alle istanze di macchine virtuali.

Che cos'è un'istanza prerilasciabile?

Le istanze VM prerilasciabili sono disponibili a un prezzo molto più basso, con uno sconto del 60-91% , rispetto al prezzo delle VM standard. Tuttavia, Compute Engine potrebbe arrestare (precedere) queste istanze se deve recuperare la capacità di calcolo per l'allocazione ad altre VM. Le istanze prerilasciabili utilizzano una capacità di Compute Engine in eccesso, quindi la loro disponibilità varia a seconda dell'utilizzo.

Se le tue app sono a tolleranza di errore e possono essere sottoposte a prerilascio, le istanze prerilasciabili possono ridurre notevolmente i costi di Compute Engine. Ad esempio, i job di elaborazione batch possono essere eseguiti su istanze prerilasciabili. Se alcune di queste istanze si interrompono durante l'elaborazione, il job rallenta ma non si arresta completamente. Le istanze prerilasciabili completano le tue attività di elaborazione batch senza dover aggiungere ulteriore carico di lavoro alle tue istanze esistenti e senza richiedere il pagamento del prezzo completo per ulteriori istanze normali.

Limitazioni dell'istanza prerilasciabili

Le istanze prerilasciabili funzionano come le istanze normali, ma hanno le seguenti limitazioni:

  • Compute Engine potrebbe arrestare le istanze prerilasciabili in qualsiasi momento a causa di eventi di sistema. La probabilità che Compute Engine arresti un'istanza prerilasciabile per un evento di sistema è generalmente bassa, ma potrebbe variare da un giorno all'altro e da una zona all'altra in base alle condizioni attuali.
  • Compute Engine arresta sempre le istanze prerilasciabili dopo che sono state eseguite per 24 ore. Alcune azioni reimpostano questo contatore di 24 ore.
  • Le istanze prerilasciabili sono risorse Compute Engine limitate, quindi potrebbero non essere sempre disponibili.
  • Le istanze prerilasciabili non possono eseguire la migrazione live in un'istanza VM normale o essere impostate in modo da riavviarsi automaticamente in caso di evento di manutenzione.
  • A causa delle limitazioni precedenti, le istanze prerilasciabili non sono coperte da alcun accordo sul livello del servizio e sono escluse dallo SLA di Compute Engine.
  • I crediti di Google Cloud Free Livello per Compute Engine non si applicano alle istanze prerilasciabili.

Prerilascio di VM prerilasciabili

Questa sezione descrive il modo in cui le VM prerilasciabili vengono prerilasciate da Compute Engine e le VM che vengono selezionate per la prerilascio.

Procedura di prerilascio

Compute Engine esegue i seguenti passaggi per prerilasciare un'istanza:

  1. Compute Engine invia un avviso di prerilascio all'istanza sotto forma di segnale ASoft G2 Soft Off. Puoi utilizzare uno script di arresto per gestire l'avviso di annullamento e completare le azioni di pulizia prima dell'arresto dell'istanza.
  2. Se l'istanza non si arresta dopo 30 secondi, Compute Engine invia un segnale ACPI G3 Meccaical Off al sistema operativo.
  3. Compute Engine esegue la transizione dell'istanza a uno stato TERMINATED.

Puoi simulare una prerilascio di un'istanza interrompendola.

Le istanze annullate vengono comunque visualizzate nel progetto, ma non ti viene addebitato alcun costo per le ore di istanza mentre rimane in uno stato TERMINATED. Puoi accedere e recuperare i dati da tutti i dischi permanenti collegati all'istanza, ma i dischi continuano a essere soggetti a costi di archiviazione finché non li elimini. Come con le istanze normali, i dischi permanenti contrassegnati per l'eliminazione automatica vengono eliminati quando elimini l'istanza prerilasciabile. Puoi riavviare un'istanza prerilasciata tutte le volte che vuoi, purché sia disponibile una capacità. Il riavvio di un'istanza prerilasciabile reimposta il processo prerilasciabile.

Se Compute Engine interrompe un'istanza prerilasciabile meno di un minuto dopo la creazione, non ti verrà addebitato alcun costo per l'utilizzo di tale istanza. In questo modo hai la certezza di non pagare per le istanze prerilasciabili, a meno che non abbiano avuto il tempo di completare una quantità significativa di lavoro. Tuttavia, gli addebiti per i sistemi operativi premium vengono comunque calcolati normalmente.

Puoi riavviare un'istanza prerilasciata tutte le volte che vuoi, purché sia disponibile una capacità. Il riavvio di un'istanza prerilasciabile reimposta il processo prerilasciabile.

Selezione di prerilascio

Consulta le nostre best practice per suggerimenti su come ridurre il tasso di prerilascio. Tieni presente che Compute Engine non ti addebita alcun costo per le istanze se vengono prerilasciate nel primo minuto dopo l'avvio.

Alcune azioni reimpostano il contatore delle 24 ore per le istanze prerilasciabili. In particolare, se interrompi e avvii un'istanza, Compute Engine reimposta il contatore perché l'istanza passa a uno stato TERMINATED. Tuttavia, altre azioni in cui l'istanza rimane in stato RUNNING non reimpostano il contatore, ad esempio reimpostando un'istanza o eseguendo sudo reboot dall'interno della VM.

Prezzi

Le VM prerilasciabili utilizzano i prezzi Spot, lo stesso modello di prezzi delle VM Spot. Per ulteriori informazioni sui prezzi delle VM prerilasciabili, consulta i prezzi delle VM Spot. Per i prezzi attuali, consulta le pagine relative ai prezzi di Compute Engine.

Utilizzo di VM prerilasciabili con Compute Engine

Questa sezione fornisce informazioni importanti sull'utilizzo di VM prerilasciabili con altre offerte di Compute Engine. Scopri come utilizzare VM prerilasciabili con gruppi di istanze gestite, sistemi operativi premium, SSD locali e GPU. Inoltre, scopri in che modo le VM prerilasciabili influiscono sulle tue quote per le risorse di Compute Engine.

Istanze prerilasciabili in un gruppo di istanze gestite

Puoi creare istanze prerilasciabili in un gruppo di istanze gestite. Specifica l'opzione prerilasciabile nel modello di istanza prima di creare o aggiornare il gruppo.

I gruppi di istanze gestite possono creare o aggiungere nuove istanze prerilasciabili solo quando sono disponibili ulteriori risorse Compute Engine. Se queste risorse sono limitate, i gruppi di istanze gestite non possono ridimensionare o scalare automaticamente il numero di istanze prerilasciabili nel gruppo.

I gruppi di istanze gestite tentano sempre di mantenere le dimensioni target o quelle specificate dal gestore della scalabilità automatica per il gruppo in questione. Se Compute Engine interrompe un'istanza prerilasciabile in un gruppo di istanze gestite, il gruppo tenta ripetutamente di ricrearla utilizzando il modello di istanza specificato. Se le risorse necessarie diventano di nuovo disponibili, il gruppo ricrea l'istanza e mantiene le dimensioni del gruppo di destinazione.

Sistemi operativi premium sulle istanze prerilasciabili

Le istanze prerilasciabili non riducono i costi dei sistemi operativi premium e non modificano le modalità di fatturazione per l'uso di tali sistemi operativi. Se Compute Engine interrompe un'istanza prerilasciabile che esegue un sistema operativo premium, ti verrà addebitato il costo di tale sistema operativo, come se avessi interrotto l'istanza autonomamente. Vengono comunque applicati i costi per l'utilizzo minimo e le fatture per i sistemi operativi premium vengono comunque calcolate arrotondando per eccesso all'incremento di utilizzo più vicino.

I tipi di macchina nelle istanze prerilasciabili che eseguono sistemi operativi premium vengono sempre fatturati al secondo e seguono i prezzi elencati nella pagina dei prezzi delle istanze VM.

SSD locali su istanze prerilasciabili

Puoi avviare un'istanza VM prerilasciabile con un'SSD locale e Compute Engine addebita i prezzi spot scontati per l'utilizzo della SSD locale . Le unità SSD locali collegate a istanze prerilasciabili funzionano come le normali unità SSD locali, mantengono le stesse caratteristiche di persistenza dei dati e rimangono collegate per tutta la durata dell'istanza.

Compute Engine non ti addebita alcun costo per SSD locali se le relative istanze vengono prerilasciate nel primo minuto dopo l'avvio dell'esecuzione.

Per ulteriori informazioni sulle unità SSD locali, consulta la sezione Aggiungere SSD locali.

GPU su istanze prerilasciabili

Puoi aggiungere GPU alle tue istanze VM prerilasciabili a prezzi spot più bassi per le GPU. Le GPU collegate a istanze prerilasciabili funzionano come le normali GPU, ma rimangono valide solo per tutta la durata dell'istanza. Le istanze prerilasciabili con GPU seguono la stessa procedura di prerilascio di tutte le istanze prerilasciabili.

Valuta la possibilità di richiedere una quota Preemptible GPU dedicata da utilizzare per le GPU su istanze prerilasciabili. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Quote per le istanze VM prerilasciabili.

Durante gli eventi di manutenzione, le istanze prerilasciabili con GPU vengono prerilasciate per impostazione predefinita e non possono essere riavviate automaticamente. Se vuoi ricreare le istanze dopo averle prerilasciate, utilizza un gruppo di istanze gestite. I gruppi di istanze gestite ricreano le tue istanze se sono disponibili le risorse vCPU, di memoria e GPU.

Se vuoi che venga visualizzato un avviso prima che l'istanza venga prerilasciata o che tu voglia configurare l'istanza in modo che si riavvii automaticamente dopo un evento di manutenzione, utilizza un'istanza standard con una GPU. Per le istanze standard con GPU, Google fornisce un preavviso di un'ora prima della prerilascio.

Compute Engine non addebita costi per le GPU se le loro istanze vengono prerilasciate nel primo minuto dopo l'avvio dell'esecuzione.

Per i passaggi per riavviare automaticamente un'istanza standard, consulta Aggiornamento delle opzioni per un'istanza.

Per informazioni su come creare istanze prerilasciabili con GPU collegate, consulta Creazione di una VM con GPU collegate.

Quote per istanze VM prerilasciabili

Come altre VM, le VM prerilasciabili richiedono quote CPU disponibili. Inoltre, se prevedi di utilizzare VM prerilasciabili con SSD locali o con GPU, le VM prerilasciabili richiedono anche la quota disco e la quota GPU.

Se utilizzi VM prerilasciabili con queste risorse e non hai richiesto la quota prerilasciabile, le VM prerilasciabili consumano la quota standard per queste risorse. Se prevedi di utilizzare VM prerilasciabili, valuta la possibilità di richiedere una quota prerilasciabile per tali risorse per evitare che le VM prerilasciabili consumino le tue quote.

Quando Compute Engine concede la quota prerilasciabile in un'area geografica, tutte le VM prerilasciabili (e tutte le VM Spot) in quella regione vengono conteggiate in base a questa quota. Tutte le VM standard in quell'area geografica continuano a essere conteggiate nella quota standard. Nelle aree geografiche in cui non hai la quota prerilasciabile, puoi utilizzare la quota standard per avviare le VM prerilasciabili.

La quota prerilasciabile non è visibile nelle pagine delle quote dell'interfaccia a riga di comando gcloud o Cloud Console, a meno che Compute Engine non abbia concesso la quota.

Scopri come richiedere una quota prerilasciabile.

Passaggi successivi

Provalo

Se non hai mai utilizzato Google Cloud, crea un account per valutare le prestazioni di Compute Engine in scenari reali. I nuovi clienti ricevono anche 300 $ di crediti gratuiti per l'esecuzione, il test e il deployment dei carichi di lavoro.

Prova Compute Engine gratuitamente