Report per i tuoi prodotti Google Cloud Marketplace

Questa pagina spiega come configurare e utilizzare i rapporti per i tuoi prodotti Google Cloud Marketplace.

A seconda del tipo di prodotti che offri su Google Cloud Marketplace, puoi ricevere i seguenti report:

  • Rapporti su utilizzo e pagamento: contengono i dettagli sull'utilizzo del software e l'importo da pagare.
  • Rapporto Informazioni sui clienti: contiene informazioni su chi sono i tuoi clienti e su come utilizzano il software, ad esempio il numero di macchine virtuali (VM) su cui hanno eseguito il deployment dei tuoi prodotti.
  • Report sulla generazione di lead (per i prodotti VM). Contiene le informazioni di contatto dei clienti che hanno acconsentito a condividere queste informazioni con te.
  • Report sulla migrazione degli SKU: se eseguiamo la migrazione degli SKU di prodotto a un servizio o una struttura di fatturazione Cloud diversi, questo report fornisce informazioni sulla migrazione, in modo che tu possa adattare l'importazione dei report.

I tuoi rapporti vengono inviati a una cartella di Google Drive, un bucket Cloud Storage o entrambi. Per i passaggi con la configurazione delle destinazioni dei report, consulta Impostare i report.

Per informazioni sulle modalità di fatturazione e configurazione dei pagamenti dei clienti, consulta Ricevere pagamenti da Google.

Configurazione dei rapporti

Per ricevere i rapporti sul Google Cloud Marketplace, configura una cartella di Drive, un bucket Cloud Storage o entrambi. Devi essere un proprietario della destinazione scelta. Ad esempio, se utilizzi una cartella di Drive, il tuo account Google Cloud deve disporre dell'autorizzazione Può organizzare, aggiungere e modificare per la cartella.

I tuoi rapporti possono essere archiviati in una posizione di Drive condivisa, in un bucket Cloud Storage o in entrambi. Quando configuri la destinazione, l'amministratore di Google Workspace o Cloud Storage deve assicurarsi che le destinazioni possano essere condivise con i domini google.com e system.gserviceaccount.com.

Quando aggiungi la destinazione del rapporto, i seguenti account vengono aggiunti come editor o amministratori di oggetti Storage, a seconda dei casi:

  • L'account di servizio cloud-marketplace-stats@system.gserviceaccount.com, che carica i report nel bucket.
  • Il gruppo Google gcp-marketplace-business-operations@google.com, per eseguire il debug e risolvere i problemi che potresti riscontrare con i rapporti.

Se stai configurando un bucket Cloud Storage, ti consigliamo di utilizzare gli elenchi di controllo di accesso (ACL) per il bucket. Ti consigliamo inoltre di rimuovere i criteri di conservazione eventualmente presenti nel bucket, poiché il criterio di conservazione potrebbe impedire l'aggiornamento dei rapporti fino alla scadenza del periodo di conservazione.

Se utilizzi l'accesso uniforme a livello di bucket, tieni presente che i seguenti criteri dell'organizzazione potrebbero interferire con l'accesso:

Per rimuovere questi criteri dell'organizzazione per il bucket, per la cartella o il progetto contenente il bucket, chiedi all'amministratore dei criteri dell'organizzazione di impostare il criterio sulla gestione predefinita di Google.

Dopo aver impostato una posizione in cui archiviare i report, devi configurarne la modalità di pubblicazione. Per configurare la pubblicazione, segui questi passaggi in base al fatto che tu stia utilizzando Producer Portal o Partner Portal per gestire il tuo prodotto:

Producer Portal

  1. In Producer Portal, apri la pagina Report sui partner. Il link diretto alla pagina è:

    https://console.cloud.google.com/producer-portal/reports?project=YOUR_PUBLIC_PROJECT_ID
    

    L'ID progetto pubblico è l'ID del progetto che ospita i componenti del prodotto. Puoi creare questo progetto quando ti registri per diventare partner.

  2. Per aggiungere una destinazione del report, fai clic su Aggiungi destinazione.

  3. In Posizione di destinazione, scegli se inviare i rapporti a una cartella di Drive o a un bucket Cloud Storage.

  4. Fai clic su Sfoglia e seleziona una cartella o bucket, a seconda dei casi.

  5. Seleziona i rapporti da salvare in quella destinazione. Puoi inviare ogni rapporto al numero di destinazioni necessario.

  6. Per ulteriori dettagli nei report sull'utilizzo, seleziona una o più delle seguenti opzioni nella sezione Opzioni del report sull'utilizzo:

    • Utilizzo clienti separato per località: suddivide il rapporto sull'utilizzo e sul pagamento delle sedi in base alle località dei clienti.
    • Separa l'utilizzo dei clienti per account di fatturazione: suddividi il rapporto di utilizzo e di erogazione in base agli account di fatturazione Cloud dei clienti.

    Per informazioni sugli elementi inclusi nel rapporto, consulta la pagina Rapporti sull'utilizzo e sui pagamenti.

  7. Se vuoi configurare più destinazioni, ripeti questi passaggi.

  8. Facoltativamente, aggiungi uno o più account di fatturazione Cloud da utilizzare per il test. Per informazioni sui test dei prodotti, visita la pagina Testare i prodotti pubblicati in Google Cloud Marketplace.

  9. Per salvare le modifiche, fai clic su Salva. Devi concedere agli account Google Cloud Marketplace l'accesso alle destinazioni dei tuoi rapporti.

Portale partner

  1. Nel Portale partner, apri la pagina Report dei partner. Il link diretto alla pagina è:

    https://console.cloud.google.com/partner/reports?project=YOUR_PUBLIC_PROJECT_ID
    

    L'ID progetto pubblico è l'ID del progetto che ospita i componenti della soluzione. Puoi creare questo progetto quando ti registri per diventare partner.

  2. Per aggiungere una destinazione del report, fai clic su Aggiungi destinazione.

  3. In Posizione di destinazione, scegli se inviare i rapporti a una cartella di Drive o a un bucket Cloud Storage.

  4. Fai clic su Sfoglia e seleziona una cartella o bucket, a seconda dei casi.

  5. Seleziona i rapporti da salvare in quella destinazione. Puoi inviare ogni rapporto al numero di destinazioni necessario.

  6. Per ulteriori dettagli nei report sull'utilizzo, seleziona una o più delle seguenti opzioni:

    • Utilizzo clienti separato per località: suddivide il rapporto sull'utilizzo e sul pagamento delle sedi in base alle località dei clienti.
    • Separa l'utilizzo dei clienti per account di fatturazione: suddividi il rapporto di utilizzo e di erogazione in base agli account di fatturazione Cloud dei clienti.

    Per informazioni sugli elementi inclusi nel rapporto, consulta la pagina Rapporti sull'utilizzo e sui pagamenti.

  7. Se vuoi configurare più destinazioni, ripeti questi passaggi.

  8. Per salvare le modifiche, fai clic su Salva. Devi concedere agli account Google Cloud Marketplace l'accesso alle destinazioni dei tuoi rapporti.

Report su utilizzo ed erogazione

Entro il decimo giorno lavorativo di ogni mese, nella destinazione che hai impostato vengono generati due rapporti, con i dettagli di utilizzo e di entrate del mese precedente. Questi due report hanno nomi che iniziano con il primo giorno del mese: YYYYMMDD, ad esempio 20210401 indica che il report si riferisce all'utilizzo avvenuto ad aprile 2021.

Rapporto su addebiti e utilizzo

Il report YYYYMMDD Charges and Usage ha i seguenti contenuti. Per eventuali domande sul rapporto, contatta il tuo Partner Engineer.

  • SKU: la descrizione del prodotto Google Cloud Marketplace.

  • Persona giuridica Google: la società Google che ha ricevuto il pagamento dai clienti. Il pagamento a tuo favore proviene da questa società.

  • Risorsa: la risorsa su cui è stato eseguito il prodotto. La risorsa visualizzata dipende dal modello di prezzi.

  • Utilizzo: la quantità della risorsa utilizzata dai deployment del prodotto.

  • Unità: l'unità in cui viene misurata la colonna Utilizzo, ad esempio ore, ore principali o gibibyte, a seconda del modello di determinazione del prezzo.

  • Valuta: la valuta in cui vengono misurate le tre colonne seguenti.

  • Addebiti: i costi del cliente per l'utilizzo del prodotto. A partire dal rapporto di aprile 2021, se ricevi un pagamento in una valuta diversa da USD, questo campo utilizza la valuta di pagamento.

  • Utilizzo di prova: il costo coperto dai crediti per la prova del prodotto. A partire dal report di aprile 2021, se ricevi i pagamenti in una valuta diversa da USD, questo campo utilizza la valuta di pagamento.

  • Due partner: pagamento maturato per tuo conto, calcolato come (Charges - Trial Use) * revenue share.

  • Tipo di pagamento: il mezzo di ricezione del pagamento: se è di old, riceverai i pagamenti da Google Stati Uniti o da un'entità Google regionale nel tuo conto bancario con sede negli Stati Uniti. Se l'importo è di new, riceverai un singolo pagamento sul tuo conto bancario locale.

  • Trattenuto: se l'account di fatturazione di un cliente Google Cloud è stato impostato per mancanza di pagamento, Google trattiene i pagamenti fino a quando l'account non sarà di nuovo in regola.

    Questa colonna indica l'importo che ti abbiamo pagato se l'avremmo riscosso dal cliente.

    Quando l'account di fatturazione sarà di nuovo in regola, rilasciamo i fondi trattenuti nel prossimo pagamento. Se non tornerà mai in regola, abbandoneremo i fondi trattenuti.

  • Rilasciato: se Google ha trattenuto fondi, questa colonna mostra il totale dei fondi che ti sono stati rilasciati perché l'account di fatturazione del cliente è in regola.

  • Abbandono: se Google ha trattenuto fondi, questa colonna mostra il totale dei fondi abbandonati perché abbiamo chiuso l'account di fatturazione.

  • Inizio della prova: il primo giorno in cui Google ha iniziato a trattenere i fondi, in formato YYYY-MM-DD. Se stiamo rilasciando o abbandonando i fondi, è possibile che sia nel mese precedente. Se l'account è ancora in prova, questo è il primo giorno del mese in corso in cui abbiamo trattenuto fondi (che potrebbe non essere il primo giorno in cui sono stati trattenuti fondi).

  • Fine prova: l'ultimo giorno in cui Google ha trattenuto i fondi, in formato YYYY-MM-DD. Il giorno dopo, l'account è tornato in regola o è stato chiuso. Se è vuoto, significa che l'account è ancora in prova.

  • Inizio rimborso: il primo giorno in cui Google ha rimborsato l'utilizzo di un cliente nel formato AAAA-MM-GG.

  • Data di fine del rimborso: l'ultimo giorno in cui Google ha rimborsato l'utilizzo di un cliente nel formato AAAA-MM-GG.

  • Importo del rimborso detratto questo mese: l'importo del pagamento che Google ha detratto nel corso del mese in relazione al rimborso di un cliente.

  • Rimborso in sospeso: se l'offset relativo al rimborso del cliente è superiore al pagamento del mese, l'offset rimanente è dovuto al tuo pagamento futuro.

  • Motivo del rimborso: il motivo per cui un cliente ha ricevuto il rimborso.

Per impostazione predefinita, il report è suddiviso in base a SKU, entità Google e risorsa. Quando imposti i report, puoi scegliere queste analisi aggiuntive:

  • Per account: vengono aggiunte le colonne ID account e ID account Insight al rapporto, che mostrano un ID fatturazione per il cliente. Puoi utilizzare questo ID per monitorare metriche come il tasso di abbandono o le conversioni di prova. L'ID account è l'ID fatturazione di Google Cloud del cliente, ma è specifico dell'account di fatturazione del cliente. Il rapporto contiene due forme di ID account oscurato perché, per motivi storici, i due rapporti utilizzano algoritmi diversi per oscurare l'ID account effettivo. Utilizza l'ID account Insights per associare il pagamento alle informazioni sul cliente presenti nel report Insights del cliente.

  • Per località: questa operazione aggiunge una colonna Località al rapporto, che contiene il codice paese della località del cliente. Se il cliente si trova negli Stati Uniti o in Canada, la colonna include il paese e il codice stato.

Per collegare un pagamento nel report Addebiti e utilizzo al nome del cliente, dovrai

  1. Attiva la creazione di rapporti by account.
  2. Configura la ricezione dei rapporti Informazioni sui clienti
  3. Utilizza la colonna Insights Account Id per trovare la riga nei report Informazioni sui clienti con la colonna external_account_id corrispondente.

Report pagamenti

Il secondo è il rapporto YYYYMMDD Disbursements. Questo rapporto riporta in dettaglio il denaro che viene trasferito da Google al mese. e include i seguenti contenuti:

  • Entità: il nome dell'entità aziendale di Google che emette il pagamento oppure delle entità speciali Abandoned Payout o Released Payout:

    Released Payout
    Indica il denaro che Google ha trattenuto, perché il cliente era inadempiente, che ora ha ricevuto, e ti paga.
    Abandoned Payout
    Indica il denaro che Google ha trattenuto perché il cliente è stato inadempiente e che non verrà mai pagato perché Google ha stabilito che non è riscossibile.
  • Valuta: la valuta in cui viene pagato il denaro.

  • Importo: il totale dell'erogazione, prima di eventuali aggiustamenti.

  • Rimborso cliente: qualsiasi aggiustamento dovuto al rimborso dei clienti per i tuoi prodotti.

  • Totale: l'importo finale dopo gli aggiustamenti.

  • Note: il motivo dell'aggiustamento.

  • Tipo di pagamento: il mezzo di ricezione del pagamento. Se il valore è old, riceverai uno o più pagamenti da Google Google o da una persona giuridica regionale Google sul tuo conto bancario negli Stati Uniti. Se il valore è new, riceverai un singolo pagamento sul tuo conto bancario locale.

Report informativo sui clienti

Ricevi anche un Report mensile e mensile sugli approfondimenti sui clienti, che include informazioni su chi sono i tuoi clienti e su come utilizzano il software. I report giornalieri vengono generati con un ritardo di due giorni, in base al fuso orario del Pacifico (PT). Ad esempio, il rapporto per il 1° giugno viene generato il 3 giugno. Il rapporto mensile viene generato il secondo giorno di calendario del mese successivo.

Quando un cliente configura il proprio account di fatturazione Cloud, sceglie se si tratta di un account aziendale o di un account personale. Escludiamo le informazioni di identificazione dal rapporto Approfondimenti sul cliente per gli account che il cliente ha identificato come account personale. Nelle colonne identificative di tali account vedrai n/a.

Il report sulle vendite contiene le seguenti informazioni, a partire dal 13 luglio 2018:

Campo Descrizione
date La data dei report di utilizzo.
company Il nome dell'azienda del cliente. Se il cliente utilizza un account personale, il nome dell'azienda viene escluso dal report.
domain Il dominio email per l'amministratore della fatturazione dell'organizzazione. Se all'account di fatturazione sono associati più amministratori, il dominio indicato nel rapporto è quello utilizzato dalla maggior parte degli amministratori. Se il cliente utilizza un account personale, il dominio è escluso dal report.
external_account_id L'ID account Insights, generato per l'account di fatturazione associato al progetto del cliente.
account_id L'account di fatturazione associato al cliente.
country Il paese del cliente.
state_or_province Lo stato o la provincia del cliente, se applicabile.
postal_code Il codice postale del cliente, se applicabile. Se il cliente utilizza un account personale, il codice postale viene escluso dal report.
sku_id Lo SKU a cui è stato addebitato il cliente. A seconda della configurazione di un prodotto, un singolo deployment potrebbe avere più ID SKU. Ad esempio, uno SKU potrebbe coprire il costo di utilizzo delle CPU nel deployment, mentre un altro ID SKU potrebbe coprire il costo di utilizzo della RAM.
sku_description La descrizione dello SKU. Ad esempio, se un cliente ha eseguito il deployment di un prodotto WordPress che ha addebitato un costo in base al numero di core della CPU, la descrizione dello SKU è simile a "Tariffa per le licenze per il deployment di Wordpress (costo CPU)".
usage La quantità di risorse utilizzate dal cliente.
unit La metrica in cui viene misurato l'utilizzo, ad esempio ora o gibibyte.
currency La valuta in cui ricevi i pagamenti.
charges Gli addebiti che sono stati fatturati dal cliente durante il periodo in questione.
due_vendor La quantità ricevuta per l'utilizzo.
trial_use Crediti di prova (se applicabili) utilizzati dal cliente.
num_vms Il numero di VM su cui il cliente ha eseguito il deployment del prodotto.
num_cpus Il numero di core vCPU nel deployment del cliente. Se il numero è una frazione, indica che il cliente ha scelto una vCPU condivisa.
ram_mb La dimensione della RAM nel deployment del cliente.
num_gpus Il numero di GPU nel deployment del cliente.
gpu_types Un elenco separato da spazi dei tipi di GPU nel deployment del cliente. Ad esempio, il valore"NVIDIA_TESLA_P4 none NVIDIA_TESLA_P100"indica che almeno una VM ha utilizzato una NVIDIA® Tesla® P4, almeno una ha utilizzato una GPU P100 e almeno una VM non disponeva di GPU. Per un elenco delle GPU disponibili su Compute Engine, consulta la sezione GPU su Compute Engine.
earliest La prima data (UTC) in cui il cliente ha creato una VM attiva durante il periodo del rapporto.
latest La data più recente (UTC) in cui il cliente ha creato una VM attiva durante il periodo del rapporto.
machine_spec_sum Un elenco separato da spazi dei conteggi nuovi e totali per [tipo di macchina](/compute/docs/machine-types). Ad esempio, il valore "F1_MICRO:0/1 G1_SMALL:2/3" indica che sono state utilizzate 1 f1-micro VM e 3 g1-small VM durante il periodo corrente, di cui 0 f1-micro VM sono nuove e 2 g1-small VM sono nuove.
quote_id Se hai generato entrate da un'offerta privata, l'ID preventivo associato al prodotto e all'account di fatturazione dell'offerta.
quote_creator Se hai generato entrate da un'offerta privata, l'indirizzo email dell'autore dell'offerta.
internal_note Se hai generato entrate da un'offerta privata, una nota interna facoltativa per l'offerta. Puoi utilizzare note interne per codificare le offerte per ulteriori elaborazioni, ad esempio per monitorare le entrate e/o i dati di utilizzo generati. Puoi specificare la nota interna quando crei l'offerta.
payment_type Il mezzo con cui riceverai l'erogazione: se è old, riceverai i pagamenti da Google Stati Uniti o da un'entità Google regionale nel tuo conto bancario statunitense. Se è new, riceverai un singolo pagamento sul tuo conto bancario locale.
withheld Se un account di fatturazione di un cliente Google Cloud è stato impostato a causa dell'assenza di un pagamento, Google trattiene i pagamenti finché l'account non sarà di nuovo in regola. Questa colonna indica l'importo che ti abbiamo pagato se l'avessimo riscosso dal cliente. Quando l'account di fatturazione sarà di nuovo in regola, rilasciamo i fondi trattenuti nel prossimo pagamento. Se la situazione non torna mai in regola, abbandoniamo i fondi trattenuti.
released Se Google ha trattenuto fondi, questa colonna mostra il totale dei fondi che ora ti sono stati messi a disposizione perché l'account di fatturazione del cliente è in regola.
abandoned Se Google ha trattenuto fondi, questa colonna mostra il totale dei fondi abbandonati perché abbiamo chiuso l'account di fatturazione.
probation_start Il primo giorno in cui Google ha iniziato a trattenere i fondi, in formato YYYY-MM-DD. Se stiamo rilasciando o abbandonando i fondi, questo potrebbe avvenire in un mese precedente. Se l'account è ancora in prova, questo è il primo giorno del mese corrente in cui abbiamo trattenuto i fondi, che potrebbe non essere il primo giorno in cui abbiamo iniziato a trattenere i fondi.
probation_end L'ultimo giorno in cui Google ha trattenuto i fondi, nel formato YYYY-MM-DD. Il giorno dopo, l'account è tornato in regola o è stato chiuso. Se è vuoto, significa che l'account è ancora in prova.
start_date Il primo giorno in cui il diritto è attivo, in formato YYYY-MM-DD. La data è determinata dall'abbonamento associato o dall'offerta privata per il diritto. Se il diritto è stato creato prima del 10-01-2021, il valore è NULL.
end_date L'ultimo giorno in cui il diritto è attivo, nel formato YYYY-MM-DD. La data è determinata dall'abbonamento associato o dall'offerta privata per il diritto. Se il diritto è stato creato prima del 10-01-2021, il valore è NULL.

Informazioni aggiuntive per le offerte con pagamento anticipato

Se hai creato offerte private che utilizzano un calendario dei pagamenti anticipato, potresti vedere le seguenti informazioni aggiuntive:

Campo Descrizione
payment_mode Il tipo di calendario dei pagamenti per l'offerta. Può avere il valore PREPAY, PREPAY_INSTALLMENTS o POSTPAY.
private_offer_acceptance_date La data in cui l'offerta privata è stata accettata dal cliente.
private_offer_total_contract_value L'importo totale che il cliente paga per tutte le rate dell'offerta privata.
order_start_date La data di entrata in vigore del prezzo dell'offerta privata.
order_end_date La data in cui il prezzo dell'offerta privata non è più valido.

Report sulla generazione di lead

Per i prodotti VM, puoi ottenere il rapporto Generazione di lead che include informazioni sui clienti, come indirizzi email e numeri di telefono, caricate quotidianamente.

Se vuoi raccogliere queste informazioni, contatta il tuo Partner Engineer con le seguenti informazioni:

  • Per ogni prodotto, i campi che vuoi includere nel rapporto.

  • L'URL delle norme sulla privacy che regolano il modo in cui utilizzi i campi da te raccolti. Ti consigliamo di indicare esplicitamente in che modo utilizzi le informazioni, in modo che i clienti possano condividere con sicurezza le proprie informazioni.

I campi e le norme sulla privacy vengono utilizzati per creare un modulo di consenso. Quando i clienti iniziano a eseguire il deployment di un prodotto VM per la prima volta, vedono le informazioni che vuoi raccogliere e le norme sulla privacy. Dopo aver esaminato le informazioni, i clienti possono concedere o negare il consenso per condividere le loro informazioni con te.

La prima riga del report contiene il numero di clienti che hanno disattivato la condivisione delle proprie informazioni, nonché gli orari di inizio e di fine coperti dal report. Tutte le risposte dei clienti nel rapporto sono comprese tra due volte. Gli orari sono basati sul fuso orario UTC e sono nel formato ISO YYYY-MM-DDTHH:MM:SS+00:00. Ad esempio, mezzanotte del 14 marzo 2019 viene visualizzata come 2019-03-14T00:00:00+00:00.

Per i clienti che hanno attivato la funzionalità, il rapporto contiene le seguenti informazioni:

Campo Descrizione
Nome Il nome del cliente.
Email L'indirizzo email del cliente.
Azienda Il nome dell'azienda del cliente. Se il cliente non è associato a una società, il valore è "_none_".
Codice paese Il codice paese di due lettere del paese del cliente. Ad esempio, il codice di due lettere per la Francia è FR.
Indirizzo L'indirizzo del cliente.
Telefono Il numero di telefono del cliente.

Report sulla migrazione degli SKU

Occasionalmente, potremmo cambiare il modo in cui sono strutturati gli SKU relativi ai tuoi prodotti o il prodotto in Fatturazione Cloud in cui vengono visualizzati. In questi casi, creiamo un file sku-migration-report.csv nella stessa posizione dei report sulle informazioni sul cliente. Ogni SKU si trova in un servizio, che ha un ID esadecimale di tre parti del formato 0123-4567-89AB. Inoltre, ogni SKU ha il proprio ID esadecimale di tre parti, indipendente dall'ID servizio, e univoco per tutti i servizi. Puoi visualizzare l'ID SKU nella colonna sku_id nel rapporto Informazioni sui clienti.

Il rapporto sulla migrazione degli SKU viene aggiornato quotidianamente. Se hai un criterio di conservazione nel bucket Cloud Storage, l'aggiornamento viene ritardato fino alla scadenza del periodo di conservazione. Il report contiene le seguenti informazioni:

Campo Descrizione
source_sku_id L'ID SKU del codice SKU precedente.
target_sku_id L'ID SKU dello SKU che ha sostituito l'originale. Se è vuota, significa che lo SKU originale non ha sostituzioni.
target_service_id L'ID servizio in cui è definito lo SKU sostitutivo. Se è vuota, significa che lo SKU originale non ha sostituzioni.
seller Il nome della tua azienda.
product Il nome del prodotto a cui è collegato lo SKU.
source_sku_name Un nome leggibile dello SKU di origine (non come viene visualizzato nella fattura del cliente).
target_sku_name Un nome leggibile dello SKU che ha sostituito l'originale. Se il campo è vuoto, lo SKU originale non ha sostituzioni.