Crea ed esegui query su un database mediante l'interfaccia a riga di comando gcloud

Obiettivi

Questo tutorial illustra i seguenti passaggi utilizzando lo strumento a riga di comando gcloud.

  • Crea un'istanza, un database e uno schema Cloud Spanner
  • Scrivere dati nel database ed eseguire query SQL su tali dati
  • Esegui la pulizia eliminando database e istanza

Per il riferimento gcloud spanner completo, consulta la documentazione relativa a gcloud.

Costi

Questo tutorial utilizza Cloud Spanner, un componente fatturabile di Google Cloud. Per informazioni sul costo dell'utilizzo di Cloud Spanner, consulta la sezione Prezzi.

Prima di iniziare

  1. Completa i passaggi descritti in Configurare , che illustra la creazione e l'impostazione di un progetto Google Cloud predefinito, l'attivazione della fatturazione, l'attivazione dell'API Cloud Spanner e la configurazione di OAuth 2.0 per ottenere credenziali di autenticazione per utilizzare l'API Cloud Spanner.
    In particolare, assicurati di eseguire gcloud auth application-default login per configurare l'ambiente di sviluppo locale con le credenziali di autenticazione.

Imposta un progetto predefinito

Se non l'hai ancora fatto, imposta l'ID di un progetto Google Cloud Platform come progetto predefinito per l'interfaccia a riga di comando di Google Cloud:

gcloud config set project PROJECT_ID

Se non imposti il progetto predefinito, devi passare --project PROJECT_ID a ciascuno dei comandi riportati di seguito come primo argomento per gcloud spanner. Ad esempio:

gcloud spanner --project=PROJECT_ID instance-configs list

Istanze

Quando usi Cloud Spanner per la prima volta, devi creare un'istanza, ovvero un'allocazione delle risorse utilizzate dai database Cloud Spanner. Quando crei un'istanza, scegli dove archiviare i tuoi dati e la funzionalità di calcolo dell'istanza.

Istanze e configurazioni di istanze

Per creare un'istanza, devi selezionare una configurazione istanza, che è come un progetto per la tua istanza che definisce il posizionamento geografico e la replica dei tuoi dati Cloud Spanner.

Elencare le configurazioni delle istanze

Quando crei un'istanza, devi specificare una configurazione istanza che definisce il posizionamento geografico e la replica dei tuoi database in tale istanza. Puoi scegliere una configurazione a livello di area geografica, che archivia i dati in un'area geografica, o una configurazione a più aree geografiche, che distribuisce i dati tra più aree geografiche. Scopri di più in Istanze.

Per vedere l'insieme di configurazioni di istanza disponibili per il tuo progetto:

gcloud spanner instance-configs list

Dovresti visualizzare un elenco di configurazioni a una o più aree geografiche.

Le configurazioni regionali distribuiscono i dati in un'unica area geografica, mentre quelle multiregionali lo fanno in più aree geografiche. Scopri di più in merito in Istanze.

Crea un'istanza

Per creare un'istanza denominata test-instance, utilizzando il nome visualizzato My Instance, utilizzando la configurazione dell'istanza a livello di area geografica regional-us-central1 con 1 nodo:

gcloud spanner instances create test-instance --config=regional-us-central1 \
    --description="My Instance" --nodes=1

Nel comando riportato sopra, il nome dell'istanza è impostato su test-instance e --description imposta il nome visualizzato dell'istanza. Entrambi i valori devono essere univoci all'interno di un progetto Google Cloud Platform.

Imposta l'istanza predefinita

Puoi impostare l'istanza predefinita utilizzata da Cloud Spanner quando non hai specificato un'istanza nel comando. Per impostare l'istanza predefinita:

gcloud config set spanner/instance test-instance

Crea un database

Crea un database denominato example-db. Per impostazione predefinita, il dialetto del database è SQL standard di Google.

gcloud spanner databases create example-db

Crea uno schema

Utilizza Data Definition Language (DDL) di Cloud Spanner per creare, modificare o eliminare le tabelle e per creare o eliminare gli indici.

Creiamo due tabelle

gcloud spanner databases ddl update example-db \
  --ddl='CREATE TABLE Singers ( SingerId INT64 NOT NULL, FirstName STRING(1024), LastName STRING(1024), SingerInfo BYTES(MAX) ) PRIMARY KEY (SingerId)'
gcloud spanner databases ddl update example-db \
  --ddl='CREATE TABLE Albums ( SingerId INT64 NOT NULL, AlbumId INT64 NOT NULL, AlbumTitle STRING(MAX)) PRIMARY KEY (SingerId, AlbumId), INTERLEAVE IN PARENT Singers ON DELETE CASCADE'

Scrittura di dati

Aggiungiamo alcuni dati di esempio al nostro database

gcloud spanner rows insert --database=example-db \
      --table=Singers \
      --data=SingerId=1,FirstName=Marc,LastName=Richards

gcloud spanner rows insert --database=example-db \
      --table=Singers \
      --data=SingerId=2,FirstName=Catalina,LastName=Smith

gcloud spanner rows insert --database=example-db \
      --table=Singers \
      --data=SingerId=3,FirstName=Alice,LastName=Trentor

gcloud spanner rows insert --database=example-db \
      --table=Albums \
      --data=SingerId=1,AlbumId=1,AlbumTitle="Total Junk"

gcloud spanner rows insert --database=example-db \
      --table=Albums \
      --data=SingerId=2,AlbumId=1,AlbumTitle="Green"

gcloud spanner rows insert --database=example-db \
      --table=Albums \
      --data=^:^SingerId=2:AlbumId=2:AlbumTitle="Go, Go, Go"

Per impostazione predefinita, la virgola è utilizzata per delimitare gli elementi negli elenchi. Nell'ultimo comando inserisci, abbiamo specificato i due punti (^:^) come delimitatore in modo da poter utilizzare la virgola nel titolo dell'album.

Query sui dati con SQL

Esegui una query dalla riga di comando:

gcloud spanner databases execute-sql example-db \
    --sql='SELECT SingerId, AlbumId, AlbumTitle FROM Albums'

Per il riferimento SQL di Cloud Spanner, consulta la sintassi delle query.

Per visualizzare un elenco di flag che puoi utilizzare con il comando execute-sql, vedi gcloud spanner database execute-sql.

Esegui la pulizia

Per evitare che al tuo account Google Cloud vengano addebitati costi aggiuntivi per le risorse utilizzate in questo tutorial, elimina il database ed elimina l'istanza che hai creato.

Eliminazione di un database

Per eliminare un'istanza esistente:

gcloud spanner databases delete example-db

Elimina un'istanza

Per eliminare un'istanza esistente:

gcloud spanner instances delete test-instance

Tieni presente che l'eliminazione di un'istanza comporta anche l'eliminazione di tutti i database al suo interno. L'eliminazione di un'istanza non è reversibile.