Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.
Vai a

Cloud Functions

Esegui il codice nel cloud senza dover gestire server o container grazie al nostro prodotto Functions as a Service (FaaS) scalabile con pagamento a consumo.

I nuovi clienti ricevono 300 $ di crediti gratuiti da spendere su Functions. Tutti i clienti ricevono 2 milioni di chiamate mensili gratuite, senza consumare i crediti.

  • Crea ed esegui il deployment della tua prima funzione Cloud Functions utilizzando solo il tuo browser web con questa guida rapida

  • Offri scalabilità da zero a milioni di utenti su scala mondiale senza la necessità di gestire alcuna infrastruttura. 

  • Scopri in che modo i clienti progettano applicazioni utilizzando architetture basate su eventi con Cloud Functions

Funzionalità principali

Funzionalità principali

Esperienza di sviluppo più semplice e veloce

Cloud Functions offre un'esperienza di sviluppo semplice e intuitiva. Tu scrivi il codice e Google Cloud gestisce l'infrastruttura operativa al posto tuo. Puoi velocizzare lo sviluppo scrivendo ed eseguendo piccoli snippet di codice che rispondono agli eventi. Semplifica i problemi di orchestrazione complessi collegando i prodotti Google Cloud a servizi di terze parti o tra loro utilizzando gli eventi.

Paghi solo quello che usi

Ti viene fatturato solo il tempo di esecuzione della tua funzione, calcolato ai 100 millisecondi più vicini. Quando la funzione è inattiva, non paghi nulla. Cloud Functions si avvia e si arresta automaticamente in risposta agli eventi.

Nessun vincolo al fornitore grazie a una tecnologia aperta

Usa il framework open source FaaS (Function as a Service) per eseguire le funzioni in più ambienti evitando vincoli. Gli ambienti supportati includono Cloud Functions, l'ambiente di sviluppo locale, on-premise, Cloud Run e altri ambienti serverless basati su Knative.

Visualizza tutte le funzionalità

Novità

Novità

Cloud Functions (2nd gen) è ora in anteprima pubblica con nuove funzionalità, tra cui:

Oltre 90 origini evento

Contemporaneità

Gestione del traffico

Inizia

Documentazione

Documentazione

Guida rapida
Creazione di funzioni semplici a uso specifico

Scopri come creare ed eseguire il deployment di funzioni a uso specifico che vengono collegate agli eventi generati dall'infrastruttura e dai servizi cloud. 

Guida rapida
Esegui il deployment della tua prima funzione

Scopri come configurare il tuo ambiente di sviluppo, creare una nuova funzione, specificare le dipendenze, eseguire il deployment e testare la funzione e visualizzare i log con le nostre guide rapide.

Tutorial
Utilizzo di Funzioni Cloud attivate tramite HTTP per interagire con Firebase

Scopri come utilizzare una Funzione Cloud attivata tramite HTTP per interagire con Firebase Realtime Database.

Tutorial
Attiva una funzione che utilizza ML per estrarre il testo dalle immagini

Scopri come utilizzare una Funzione Cloud per estrarre il testo dalle immagini usando l'API Cloud Vision.

Casi d'uso

Casi d'uso

Caso d'uso
Integrazione con servizi e API di terze parti

Utilizza Cloud Functions per esporre i tuoi microservizi tramite API HTTP o per integrarli con servizi di terzi che offrono integrazioni webhook per estendere velocemente la tua applicazione con funzionalità avanzate, come l'invio di un'email di conferma dopo la corretta esecuzione di un pagamento Stripe o la risposta agli eventi Twilio relativi agli SMS.

Diagramma di integrazione con il flusso di lavoro di servizi di terze parti: il riquadro a sinistra riporta Push commits. Una freccia conduce verso destra al riquadro GitHub, un'altra freccia, con etichetta GitHub push webhook, conduce verso destra a Cloud Functions. Una freccia con etichetta GitHub push webhook conduce verso destra al riquadro Slack
Caso d'uso
Backend serverless per dispositivi mobili

Usa Cloud Functions direttamente da Firebase per estendere le funzionalità della tua applicazione senza avviare alcun server. Esegui il tuo codice in risposta ad azioni utente, analisi ed eventi di autenticazione per garantire il coinvolgimento degli utenti con notifiche basate sugli eventi e scaricare su Google Cloud le attività che comportano un uso intensivo di CPU e servizi di networking.

Diagramma del flusso di lavoro dei backend serverless per dispositivi mobili: da sinistra a destra: icona con etichetta New follower passa all'icona Database, poi all'icona Cloud Functions, poi all'icona Firebase Cloud Messaging e all'icona New message
Caso d'uso
Backend IoT serverless

Usa Cloud Functions con Cloud IoT Core e altri servizi completamente gestiti per creare backend per la raccolta, l'elaborazione in tempo reale e l'analisi dei dati di telemetria inviati dai dispositivi Internet of Things (IoT). Cloud Functions consente di applicare logica personalizzata ai singoli eventi a mano a mano che si verificano.

Da sinistra a destra, l'icona denominata "Sensor/temperature reached 80°F" passa verso destra dall'icona Cloud IoT Core, all'icona Pub/Sub, poi a Cloud Functions/Trigger configuration change, a Cloud IoT Core, a Ceiling fan/turn on
Caso d'uso
Elaborazione file in tempo reale

Esegui il tuo codice in risposta ai cambiamenti nei dati. Cloud Functions può rispondere agli eventi generati dai servizi Google Cloud come Cloud Storage, Pub/Sub e Cloud Firestore per elaborare i file subito dopo il caricamento e creare miniature a partire dalle immagini caricate, elaborare log, convalidare contenuti, eseguire la transcodifica dei video, nonché convalidare, aggregare e filtrare i dati in tempo reale.

Da sinistra a destra: l'icona Storage tramite una freccia con etichetta Function triggered passa a Cloud Functions/Processes uploaded image, a Cloud Vision API/Detects offensive images, a Cloud Functions/Blurs images using ImageMagick, a Storage
Caso d'uso
Elaborazione dei flussi in tempo reale

Usa Cloud Functions per rispondere agli eventi generati da Pub/Sub per elaborare, trasformare e arricchire i flussi di dati per l'elaborazione delle transazioni, l'analisi di clickstream, il monitoraggio delle attività delle applicazioni, la telemetria dei dispositivi IoT, l'analisi dei social media e altri tipi di applicazioni.

Da sinistra a destra: il flusso di lavoro passa dall'icona Pub/Sub tramite una freccia con etichetta "Function triggered" passa a Cloud Functions/Processes uploaded image, a Cloud Vision API/Detects offensive images, a Cloud Functions/Blurs images using ImageMagick, a Storage
Caso d'uso
Assistenti virtuali ed esperienze di conversazione

Integra facilmente l'intelligenza artificiale nelle tue applicazioni Cloud Functions con l'API Cloud Speech e Dialogflow può estendere i tuoi prodotti e servizi con esperienze di conversazione naturali basate su testo e voce, che aiutano gli utenti a essere più produttivi. Entra in contatto con gli utenti grazie all'Assistente Google, ad Amazon Alexa, a Facebook Messenger e ad altri dispositivi e piattaforme comunemente utilizzati.

Flusso di lavoro da sinistra a destra. 3 riquadri, con etichetta Slack, Messenger e Google Home passano all'icona Dialogflow, quindi all'icona Cloud Functions, quindi si suddividono per passare alle icone AI Platform e API Vision in alto e all'icona Datastore in basso.
Caso d'uso
Analisi di video e immagini

Usa Cloud Functions con l'API Video Intelligence e l'API Cloud Vision per recuperare informazioni pertinenti da video e immagini, consentendoti di eseguire ricerche nei contenuti multimediali, individuarli e ricavarne insight significativi.

Il flusso di lavoro si sposta da sinistra a destra: un riquadro blu con un triangolo bianco rivolto a destra ("Riproduci") passa all'icona Cloud Storage/(Full-length video). Il flusso si suddivide e passa in alto a Front end built on App Engine e in basso a Cloud Functions, quindi a Video Intelligence. Il flusso si sposta lungo il percorso più in basso con una freccia con etichetta "Video Metadata" fino all'icona di Cloud Storage/(Video annotation JSON). Quindi, il flusso passa verso l'alto e torna indietro a sinistra verso Front end build on App Engine.
Caso d'uso
Analisi del sentiment

Usa Cloud Functions insieme all'API Cloud Natural Language per scoprire la struttura e il significato del testo e per aggiungere potenti funzionalità di analisi del sentiment e di estrazione degli intent alle tue applicazioni.

Diagramma del flusso di lavoro di analisi del sentiment: da sinistra, l'icona con l'etichetta Text Message e un fumetto in alto: "Devoxx is such an amazing event!" Una freccia continua porta verso destra a un riquadro con etichetta Twilio, da cui una freccia tratteggiata riporta a sinistra verso Text message. Da Twilio, una freccia continua conduce direttamente all'icona Cloud Functions, da cui una freccia tratteggiata riporta a sinistra verso Twilio. Da Cloud Functions, le frecce bidirezionali conducono all'icona Natural Language API/Sentiment extraction e all'icona BigQuery/Trend analysis

Tutte le funzionalità

Tutte le funzionalità

Collegamento ed estensione dei servizi per creare applicazioni complesse Cloud Functions consente di trattare tutti i servizi cloud di Google e di terze parti come componenti fondamentali. Collegali ed estendili tramite codice per passare rapidamente dalla concezione alla produzione con soluzioni end-to-end e flussi di lavoro complessi. Puoi anche integrarli con servizi di terze parti che offrono integrazioni webhook per estendere velocemente la tua applicazione con funzionalità avanzate.
Sviluppo e diagnosticabilità end-to-end Passa dalla scrittura del codice al deployment, con il monitoraggio integrato. Sfrutta Cloud Trace e Cloud Debugger per rendere la tua applicazione completamente osservabile e diagnosticabile. Puoi anche ottenere il supporto per lo sviluppo e il debug locali e disconnessi tramite il framework di Functions open source.
Sviluppa a livello locale, scala a livello globale Offre scalabilità da zero a milioni di utenti su scala mondiale senza la necessità di gestire alcuna infrastruttura. Cloud Functions gestisce e scala automaticamente l'infrastruttura sottostante in base alle dimensioni del carico di lavoro.
Nessuna gestione dei server Esegui il deployment del tuo codice e affida a Google il compito di eseguirlo e scalarlo al posto tuo. Cloud Functions astrae tutta l'infrastruttura sottostante, per consentirti di concentrarti sul codice e di creare applicazioni con una velocità senza precedenti.
Esecuzione del codice in risposta agli eventi Cloud Functions ti consente di attivare il codice da Google Cloud, da Firebase e dall'Assistente Google o di chiamarlo direttamente da qualsiasi applicazione web, per dispositivi mobili o backend tramite HTTP.
Paghi solo quello che usi Ti viene fatturato solo il tempo di esecuzione della tua funzione, calcolato ai 100 millisecondi più vicini. Quando la funzione è inattiva, non paghi nulla. Cloud Functions si avvia e si arresta automaticamente in risposta agli eventi.
Nessun vincolo al fornitore grazie a una tecnologia aperta Usa il framework open source FaaS (Functions as a Service) per eseguire le funzioni in più ambienti evitando vincoli. Gli ambienti supportati includono Cloud Functions, l'ambiente di sviluppo locale, on-premise, Cloud Run, Cloud Run for Anthos e altri ambienti serverless basati su Knative.

Prezzi

Prezzi

I prezzi di Cloud Functions si basano sul tempo di esecuzione della funzione, sul numero di chiamate e sul numero di risorse di cui si esegue il provisioning per la funzione.