Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Gestione di attività e risorse del cloud privato

Dopo aver creato un cloud privato, puoi visualizzarne informazioni dettagliate, gestirne le risorse e le attività e accedere alle relative appliance di gestione VMware. Ogni cloud privato contiene uno o più cluster e ogni cluster contiene nodi che corrispondono agli host ESXi.

I criteri di scalabilità automatica applicati ai cluster in un cloud privato di monitoraggio del consumo di risorse e di aggiunta o rimozione automatica dei nodi dal cluster. Puoi anche espandere o comprimere manualmente un cloud privato aggiungendo o rimuovendo nodi dai cluster in tale cloud privato. Ad esempio, puoi creare un cloud privato in base alle esigenze attuali, quindi espanderlo aggiungendo nodi a mano a mano che il consumo cresce.

Per gestire un cloud privato, accedi innanzitutto alla relativa pagina di riepilogo:

  1. Accedi al portale Google Cloud VMware Engine
  2. Nel menu di navigazione principale, vai a Risorse.
  3. Seleziona dall'elenco di cloud privati il cloud privato che vuoi gestire.

Visualizzazione di un riepilogo relativo al cloud privato

Il riepilogo fornisce informazioni sul cloud privato, inclusi nome, numero di cluster vSphere, numero di nodi, località, stato operativo e altro ancora. La pagina di riepilogo include anche i server DNS di cui è stato eseguito il deployment sul cloud privato.

Nella pagina di riepilogo del cloud privato, puoi eseguire le seguenti azioni:

Aggiunta di nodi a un cloud privato

Un cloud privato è costituito da uno o più cluster vSphere, ciascuno contenente più nodi. Quando aggiungi nodi a un cloud privato, devi aggiungerli al cluster esistente o crearne uno nuovo. Un cloud privato può essere espanso più volte, purché tu rispetti i limiti complessivi di nodi. Ogni volta che espandi un cloud privato, lo aggiungi al cluster esistente o ne crei uno nuovo.

Nell'ambito della nuova configurazione dei cluster, Google configura l'infrastruttura VMware. Le impostazioni includono le impostazioni dello spazio di archiviazione per i gruppi di dischi vSAN, l'alta disponibilità di VMware e il Distributed Resource Scheduler (DRS).

Per aggiungere nodi a un cloud privato, segui questi passaggi:

  1. Nella pagina di riepilogo del cloud privato, fai clic su Aggiungi nodi.
  2. Scegli se aggiungere nodi a uno dei cluster esistenti o crea un nuovo cluster vSphere. Man mano che apporti modifiche, le informazioni di riepilogo sulle pagine vengono aggiornate.
    • Per aggiungere nodi a uno dei tuoi cluster esistenti, seleziona Aggiungi nodi a quelli esistenti. Seleziona il cluster che vuoi espandere e inserisci il numero di nodi da aggiungere.
    • Per aggiungere un nuovo cluster, seleziona Crea nuovo. Fornisci quindi i seguenti dettagli:
      1. Inserisci un nome per il cluster.
      2. Seleziona un data center vSphere esistente o inserisci un nome per creare un nuovo data center.
      3. Seleziona il numero di nodi. Ogni nuovo cluster deve avere almeno tre nodi.
      4. Facoltativo: fai clic sul pulsante Personalizza core per ridurre il numero di core disponibili per ciascun nodo nel cluster di gestione. Per i dettagli, consulta la pagina relativa al conteggio dei core personalizzati.
  3. Fai clic su Invia.

Rimozione di nodi da un cloud privato

Quando rimuovi nodi da un cloud privato, rimuovi i nodi dal cluster esistente o elimini l'intero cluster.

Per rimuovere nodi da un cloud privato, segui questi passaggi:

  1. Nella pagina di riepilogo del cloud privato, fai clic su Rimuovi nodi.
  2. Seleziona il cluster che vuoi ridurre o eliminare.
  3. Seleziona Rimuovi un nodo o Elimina l'intero cluster.
  4. Verifica la capacità del cluster.
  5. Fai clic su Invia per iniziare il processo di rimozione dei nodi.

Per monitorare l'avanzamento, seleziona Attività >. Questo processo richiede la risincronizzazione in vSAN e può richiedere alcune ore, a seconda dei dati.

Limitazioni

Il processo di rimozione dei nodi dal tuo cloud privato è soggetto alle seguenti limitazioni:

  • Il client vSphere deve avere almeno tre nodi. Non puoi rimuovere nodi da un cluster con 3 nodi o meno.
  • Lo spazio di archiviazione totale consumato non può superare la capacità totale dopo aver rimosso i nodi da un cluster.
  • Non puoi eliminare il primo cluster creato durante la creazione del cloud privato.

Visualizzazione delle subnet

Per visualizzare l'elenco delle subnet di gestione definite per il cloud privato, seleziona la scheda Subnet. L'elenco include le subnet HCX create al momento della creazione del cloud privato. L'elenco di subnet include anche la tabella firewall collegata per ogni subnet.

Visualizzazione delle informazioni sull'attività

Per visualizzare le informazioni sull'attività per il tuo cloud privato, seleziona la scheda Attività. Le informazioni visualizzate sono un elenco filtrato di tutte le attività per il tuo cloud privato. Questa pagina mostra fino a 25 attività recenti. Per un elenco completo delle attività e delle azioni associate, consulta Monitoraggio dell'attività di VMware Engine.

Visualizzazione della rete di gestione vSphere

Per visualizzare l'elenco delle risorse di gestione di VMware e delle macchine virtuali attualmente configurate sul tuo cloud privato, seleziona la scheda vSphere Management Network. Le informazioni includono la versione del software, il nome di dominio completo (FQDN) e l'indirizzo IP delle risorse.