Cloud privati di VMware Engine

Un cloud privato di Google Cloud VMware Engine è uno stack VMware isolato composto dai seguenti componenti VMware:

  • Host ESXi
  • Server vCenter
  • vSAN
  • NSX (NSX)
  • HCX

I cloud privati ti aiutano a soddisfare una serie di esigenze comuni per l'infrastruttura di rete:

  • Crescita. Aggiungi nodi senza nuovi investimenti hardware quando raggiungi un punto di aggiornamento hardware per la tua infrastruttura esistente.
  • Espansione rapida. Crea subito ulteriore capacità quando è necessario capacità temporanea o non pianificata.
  • Maggiore protezione. Ottieni la ridondanza automatica e la protezione della disponibilità quando utilizzi un cloud privato di tre o più nodi.
  • Esigenze di infrastrutture a lungo termine. Ritira i data center ed esegui la migrazione a una soluzione basata su cloud, pur restando compatibile con le operazioni aziendali. Ciò è particolarmente utile se i tuoi data center sono al completo o se vuoi ristrutturare con costi inferiori.

Ambiente cloud privato

I cloud privati vengono gestiti tramite il portale VMware Engine. Ogni cloud privato ha il proprio server vCenter nel proprio dominio di gestione e tutti i nodi in un determinato cloud privato risiedono nella stessa area geografica.

Lo stack VMware viene eseguito su nodi hardware bare metal isolati e nelle località di Google Cloud. Puoi utilizzare lo stack tramite gli strumenti nativi per VMware, tra cui vCenter Server e NSX Manager.

I cloud privati sono inoltre progettati per eliminare singoli punti di errore:

  • I cluster degli host ESXi sono configurati con l'alta disponibilità (HA) e le dimensioni di vSphere hanno almeno un nodo di riserva per la resilienza. L'alta disponibilità di vSphere protegge dagli errori di nodo e di rete.
  • vSAN fornisce uno spazio di archiviazione principale ridondante. vSAN richiede almeno tre nodi in un cloud privato per fornire protezione da un singolo errore. Puoi configurare vSAN per offrire una maggiore resilienza per i cluster di grandi dimensioni.

Puoi connettere il cloud privato al tuo ambiente on-premise utilizzando le connessioni seguenti:

Cloud privati a nodo singolo

Per i test pilota e le proof of concept con VMware Engine, puoi creare un cloud privato che contiene un solo nodo e un cluster in qualsiasi area geografica in cui è disponibile VMware Engine. Tutte le funzionalità di VMware Engine sono disponibili in un cloud privato a nodo singolo, ma esistono limitazioni specifiche sulle funzionalità dello stack VMware a causa delle dimensioni del cluster.

Di seguito sono riportati i casi d'uso comuni per un cloud privato a nodo singolo:

  • Prova del concetto: valutazione di VMware Engine e delle sue capacità
  • Test di ripristino di emergenza: deployment delle applicazioni dai backup recenti per convalidare periodicamente la preparazione al ripristino di emergenza
  • Test dell'upgrade delle applicazioni: testa e convalida gli upgrade dei componenti dell'applicazione prima di eseguire l'upgrade dell'applicazione in produzione.

VMware Engine elimina i cloud privati a singolo nodo dopo 60 giorni, insieme a eventuali VM e dati dei carichi di lavoro associati. Tuttavia, puoi impedire questa eliminazione e ricevere una copertura SLA pronta per la produzione espandendo almeno 3 nodi entro 60 giorni. Il processo di espansione non disturba le VM o l'accesso a vCenter e inizializza la replica dei dati vSAN dopo l'aggiunta dei nodi al cluster.

Per i cloud privati a nodo singolo, il criterio di archiviazione vSAN predefinito utilizza un valore FTT (Errors Tolerate) di FTT=0. Quando espandi un cloud privato a nodo singolo, VMware Engine modifica il criterio di archiviazione vSAN predefinito. Il criterio di archiviazione predefinito di vSAN cambia per utilizzare FTT=1 per i cloud privati da 3 a 4 nodi e per utilizzare FTT=2 per i cloud privati con almeno 5 nodi.

Conteggio core personalizzati

Per alcuni contratti di licenza, come quelli per Windows Server e SQL Server, l'addebito viene effettuato in base al numero di core della CPU sul nodo fisico sottostante o nel cluster. Quando crei un nuovo cluster, puoi ridurre il numero di core disponibili per ogni nodo nel cluster, in modo da soddisfare i requisiti delle licenze delle applicazioni. Inoltre, VMware Engine crea tutti i nuovi nodi aggiunti a tale cluster con lo stesso numero di core per nodo, anche quando sostituisce un nodo con errori.

I conteggi dei core personalizzati sono disponibili sia per il cluster iniziale sia per eventuali altri cluster creati in un cloud privato. La riduzione del numero di core disponibili non influisce sui prezzi dei nodi.

Limitazioni

Ogni cloud privato ha limiti di risorse per i suoi nodi e cluster. Fai riferimento a VMware in un cloud privato per un elenco di questi limiti.

Limitazioni del cloud privato a nodo singolo

Per i cloud privati a nodo singolo, allo stack stack VMware si applicano le seguenti limitazioni:

  • Le funzionalità o le operazioni che richiedono più di un nodo non funzioneranno. Ad esempio, non potrai utilizzare vSphere Distributed Resource Scheduler (DRS) o alta disponibilità (HA).
  • Il criterio di archiviazione predefinito di vSAN utilizza FTT=0, pertanto l'errore del nodo comporta la perdita di dati.

Inoltre, si applicano le seguenti limitazioni di VMware Engine:

  • Non puoi aggiungere un cluster a nodo singolo a un cloud privato esistente.
  • Un cloud privato esistente non può essere convertito in un cloud privato a nodo singolo.
  • Gli aggiustamenti dei nodi mediante criteri di scalabilità automatica non sono supportati con un cloud privato a nodo singolo.
  • Gli upgrade dello stack VMware prevedono un tempo di inattività per il cloud privato a nodo singolo.
  • Per impostazione predefinita, VMware Engine non cripta i dati su vSAN su un cloud privato a nodo singolo.
  • Per essere idoneo alla copertura in base allo SLA, un cloud privato deve contenere almeno 3 nodi e una replica dei dati vSAN completa.
  • Non puoi modificare il numero di core per nodo con un cloud privato a nodo singolo.

Limiti di numero di core personalizzati

Le seguenti limitazioni si applicano a un cluster con un conteggio dei core personalizzato:

  • Anche tutti i nodi aggiunti al cluster dopo la creazione iniziale utilizzano il conteggio dei core personalizzati.
  • Il numero di core per nodo non può essere modificato dopo la creazione del cluster. Per modificare il numero di core per nodo nel cluster, devi eliminare il cluster e crearne uno nuovo.
  • Il numero di core per nodo deve essere un multiplo di 4 (ad esempio 4, 8, 12 o 16).
  • I conteggi dei core personalizzati non sono disponibili per i cloud privati a nodo singolo.

Passaggi successivi