Crea criteri di avviso con una condizione basata su PromQL (console)

Questa pagina descrive come creare un criterio di avviso con una condizione basata su PromQL utilizzando la console Google Cloud.

Prima di iniziare

  1. Per ottenere le autorizzazioni necessarie per creare criteri di avviso con una condizione basata su PromQL nella console Google Cloud, chiedi all'amministratore di concederti il ruolo IAM Editor Monitoring (roles/monitoring.editor) per il tuo progetto. Per saperne di più sulla concessione dei ruoli, consulta Gestire l'accesso.

    Potresti anche essere in grado di ottenere le autorizzazioni richieste tramite i ruoli personalizzati o altri ruoli predefiniti.

    Per ulteriori informazioni sui ruoli di Cloud Monitoring, consulta Controllare l'accesso con Identity and Access Management.

  2. Assicurati di conoscere i concetti generali dei criteri di avviso e di PromQL in Cloud Monitoring. Per ulteriori informazioni, consulta i seguenti argomenti:

  3. Configura i canali di notifica che vuoi utilizzare per ricevere eventuali avvisi. Per motivi di ridondanza, ti consigliamo di creare più tipi di canali di notifica. Per maggiori informazioni, consulta Creare e gestire canali di notifica.

  4. Se la query PromQL nel criterio di avviso utilizza una metrica personalizzata, questa deve già esistere.

Crea criteri di avviso PromQL

Per creare un criterio di avviso con una condizione basata su PromQL dalla console Google Cloud, segui questi passaggi:

  1. Nel pannello di navigazione della console Google Cloud, seleziona Monitoring e poi  Avvisi:

    Vai ad Avvisi

  2. Nella pagina Avvisi, fai clic su Crea criterio.

  3. In Modalità di configurazione dei criteri, seleziona Editor di codice (MQL o PromQL).

  4. Verifica che sia selezionato PromQL nel pulsante di attivazione/disattivazione Lingua. Il pulsante di attivazione/disattivazione della lingua si trova nella stessa barra degli strumenti che consente di formattare la query.

  5. Inserisci la query PromQL che seleziona i dati da monitorare. Se l'opzione Esecuzione automatica non è abilitata, fai clic su Esegui query.

    Ad esempio, la seguente query riassume la percentuale di dati di logging della fatturazione importati in un intervallo di 60 secondi e determina se la percentuale di riepilogo è superiore a 300 byte:

    sum(rate(logging_googleapis_com:billing_bytes_ingested{monitored_resource="global"}[60s]))>300
    

    Dopo aver eseguito la query, viene visualizzato un grafico. Per un progetto, questa query ha prodotto il seguente risultato:

    Grafico di una condizione di avviso PromQL dopo aver specificato l'avviso.

  6. Fai clic su Avanti e configura l'attivatore di avviso.

    1. Seleziona un valore per l'attivatore di avviso. Questo valore specifica quante serie temporali restituite dalla query devono soddisfare l'operazione di avviso prima che possa essere attivato il criterio di avviso. Puoi scegliere tra i seguenti criteri:

      • Qualsiasi serie temporale.
      • Una percentuale della serie temporale.
      • Un numero specifico di serie temporali.
      • Tutte le serie temporali.
    2. Seleziona una finestra di nuovo test. Questo campo definisce per quanto tempo deve essere soddisfatta la condizione prima che venga attivato il criterio di avviso.

      Il valore predefinito è 0 sec. Con questa impostazione, una singola misurazione può generare una notifica. Per ulteriori informazioni e un esempio, vedi Impostazioni del periodo e della durata di allineamento.

    3. Per selezionare la frequenza con cui gli avvisi valutano la query PromQL, scegli un valore per Intervallo di valutazione.

    4. Inserisci un nome per la condizione e fai clic su Avanti.

  7. Aggiungi canali di notifica.

  8. (Facoltativo) Aggiungi etichette dei criteri di avviso e documentazione.

  9. Fai clic su Nome avviso e inserisci un nome per il criterio di avviso.

  10. Fai clic su Crea criterio.

Per la procedura completa, vedi Gestire i criteri di avviso.