Cloud Endpoints per OpenAPI

Cloud Endpoints è un sistema di gestione API che consente di proteggere, monitorare, analizzare e impostare le quote per le API utilizzando la stessa infrastruttura utilizzata da Google per le proprie API. Gli endpoint utilizzano Extensible Service Proxy (ESP) e Extensible Service Proxy V2 (ESPv2) per fornire la gestione delle API. Ulteriori informazioni su Endpoint, ESP e ESPv2 sono disponibili in Informazioni sugli endpoint.

Endpoints supporta la versione 2 della specifica OpenAPI (precedentemente nota come specifiche Swagger), lo standard di settore per la definizione delle API REST. Se non hai dimestichezza con la specifica OpenAPI, consulta la panoramica di OpenAPI.

Questo set di documentazione mostra come utilizzare Endpoints con OpenAPI. Per la documentazione sulle altre opzioni di endpoint, consulta la documentazione di tutti gli endpoint.

Per iniziare, ti consigliamo di seguire la seguente documentazione:

  1. Per vedere le funzionalità di endpoint in azione, esegui la guida rapida per Cloud Endpoints, che utilizza gli script per eseguire il deployment di un'API di esempio nell'ambiente flessibile di App Engine.

  2. Ora devi decidere quale piattaforma di computing vuoi utilizzare per la tua API. Per aiutarti a prendere questa decisione, consulta la sezione Scegliere un'opzione di computing e consulta la sezione Piattaforme di computing supportate di seguito.

  3. Dopo aver deciso il backend per l'API, segui un tutorial sulla tua piattaforma di computing preferita.

Piattaforme di computing supportate

Gli endpoint per OpenAPI dipendono da ESP o ESPv2 per la gestione delle API. ESP e ESPv2 sono progetti open source e sono disponibili nei seguenti modi:

Puoi eseguire il container ESP nei seguenti modi:

Puoi eseguire il container ESPv2 nei seguenti modi:

  • App Engine
  • Cloud Functions
  • Cloud Run
  • Cloud Run for Anthos
  • GKE
  • Compute Engine
  • Kubernetes

Per ulteriori informazioni, vedi Informazioni su Cloud Endpoints.

Nell'ambiente flessibile di App Engine, il deployment di ESP viene eseguito automaticamente quando aggiungi alcune righe al file app.yaml. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Eseguire il deployment dell'API e di ESP. ESPv2 non supporta l'ambiente flessibile di App Engine.

Per l'ambiente standard di prima generazione di App Engine, devi utilizzare Endpoint framework. Se, invece, esegui il deployment del container su una delle opzioni di computing indicate sopra, puoi utilizzare un proxy per la generazione di runtime standard di App Engine.