Filestore come spazio di archiviazione per i datastore di Google Cloud VMware Engine

Puoi utilizzare le istanze Filestore ad alta scalabilità e livello Enterprise come datastore esterni per gli host VMware ESXi in Google Cloud VMware Engine. Per farlo, puoi creare le tue istanze Filestore nelle regioni in cui sono disponibili sia VMware Engine che Filestore, quindi montarle come datastore esterni negli host VMware ESXi esistenti in VMware Engine.

Al momento, VMware Engine offre le seguenti opzioni di archiviazione vSphere:

Perché usare datastore esterni per VMware Engine?

VMware Engine vSAN offre archiviazione virtuale ad alte prestazioni per le VM in esecuzione in VMware Engine. Il servizio VMware Engine utilizza nodi hardware con unità a stato solido (SSD) NVMe locali gestite da vSAN per offrire un'infrastruttura virtuale per le VM VMware. Se vuoi scalare solo le risorse di archiviazione nel cluster, devi acquistare un intero nodo, oltre alle funzionalità di computing e networking, risorse che potrebbero non essere necessarie. Questa limitazione dell'infrastruttura iperconvergente (HCI) basata su vSAN crea la domanda per scalare lo spazio di archiviazione indipendentemente da altre risorse.

Con i datastore NFS esterni puoi scalare l'archiviazione indipendentemente dalle risorse di calcolo, affidandoti a VMware Engine per tutti i tuoi carichi di lavoro VMware.

Le istanze di livello enterprise e con scalabilità elevata sono certificate VMware per l'utilizzo con i datastore VMware Engine e sono disponibili in tutte le regioni di VMware Engine.

Limitazioni delle funzionalità

Si applicano le seguenti limitazioni:

  • Disponibile solo per istanze Filestore ad alta scalabilità e livello Enterprise. Le istanze di livello SSD base e HDD base non sono supportate.
  • Supporto per snapshot coerente con arresti anomali disponibile solo nelle istanze di livello Filestore Enterprise.
  • Supporto del backup disponibile sia per i livelli High Scale che Enterprise.
  • L'offload della copia (VAAI) non è disponibile.

Supporto dei protocolli

Il protocollo NFSv3 è supportato.

Networking

I servizi Filestore e VMware Engine sono connessi tramite accesso privato ai servizi (PSA). I costi di rete derivanti dall'accesso allo spazio di archiviazione all'interno di una regione non si applicano.

Prima di iniziare

I passaggi di questo documento presuppongono che tu abbia:

  • È stato selezionato un CIDR /26 per la rete di servizio Google Cloud VMware Engine da utilizzare per l'archiviazione NFS esterna.

Subnet di servizio

Quando crei un cloud privato, VMware Engine crea subnet di servizio aggiuntive (ad esempio service-1, service-2, service-3). Le subnet di servizio sono destinate a scenari di deployment di appliance o servizi, come archiviazione, backup e ripristino di emergenza o flussi di contenuti multimediali, fornendo velocità effettiva lineare e ad alta scalabilità anche per cloud privati con scalabilità elevata. La comunicazione delle VM attraverso una subnet di servizio si sposta dall'host VMware ESXi direttamente all'infrastruttura di networking di Google Cloud, consentendo la comunicazione ad alta velocità.

Le regole del firewall distribuito e del gateway NSX-T non si applicano a nessuna subnet di servizio.

Configurazione delle subnet di servizio

Le subnet di servizio non hanno un'allocazione CIDR al momento della creazione iniziale. Devi invece specificare un intervallo CIDR non sovrapposto e un prefisso per le subnet di servizio utilizzando l'API o la console di VMware Engine.

Il primo indirizzo utilizzabile diventa l'indirizzo del gateway. Per allocare un intervallo CIDR e un prefisso, modifica una delle subnet di servizio.

Le subnet di servizio possono essere aggiornate se i requisiti CIDR cambiano. Tuttavia, la modifica di un CIDR di una subnet di servizio esistente può causare l'interruzione della disponibilità della rete per le VM collegate a quella subnet di servizio.

Devi aggiungere le allocazioni CIDR riservate per le subnet di servizio definite nel portale VMware Engine all'elenco dei client importati nella connessione in peering VPC della rete.

In caso contrario, viene restituito il seguente errore o un errore simile in vmkernel.log:

2022-09-23T04:58:14.266Z cpu23:2103354 opID=be2a0887)NFS: 161: Command: (mount)
Server: (10.245.17.21) IP: (10.245.17.21) Path: (/vol-g-shared-vmware-002) Label:
(NFS) Options: (None)
...
2022-09-23T04:58:14.270Z cpu23:2103354 opID=be2a0887)NFS: 194: NFS mount
10.245.17.21:/vol-g-shared-vmware-002 failed: The mount request was denied by the
NFS server. Check that the export exists and that the client is permitted to
mount it.

Crea e gestisci le istanze Filestore

Per scoprire come utilizzare la console Google Cloud per creare e gestire un'istanza Filestore, consulta Creare un'istanza.

Per informazioni su come importare le allocazioni CIDR riservate che hai creato per le subnet di servizio, consulta Aggiornare una connessione in peering.

Una volta che il datastore NFS è stato montato su tutti gli host in un determinato cluster e diventa disponibile, puoi utilizzare la console vCenter per eseguire il provisioning delle VM nel datastore esterno, visualizzare le metriche e i log relativi alle operazioni di Google I/O eseguite sul datastore esterno.

Se ti interessa questa funzionalità, contatta il team dedicato al tuo account o l'assistenza Google Cloud.

Passaggi successivi