Ridurre l'impatto ambientale dell'infrastruttura cloud

Fin dalla fondazione nel 1998, Google ha neutralizzato tutte le emissioni di CO2 e dal 2017 ha coperto il 100% del suo consumo di elettricità con l'acquisto di energia rinnovabile, inclusa l'elettricità per alimentare Google Cloud. Per il futuro, puntiamo a utilizzare energia pulita sempre e in ogni area geografica entro il 2030.

Massimizzare il riutilizzo delle risorse in tutte le nostre operazioni

Stiamo incorporando principi di economia circolare nei nostri processi di gestione dei server e dell'infrastruttura cloud. Riutilizziamo più volte i materiali, ricondizionando e rigenerando l'hardware per ridurre la quantità di rifiuti che generiamo e stiamo trovando soluzioni migliori per lo smaltimento, come riciclaggio e rivendita. 

Aumentare l'impiego di energia rinnovabile per un futuro migliore

Google è uno dei maggiori acquirenti aziendali di energia rinnovabile a livello mondiale e ha fissato standard elevati per quanto riguarda il tipo di energia rinnovabile acquistata tramite contratti di acquisto di energia. Privilegia l'energia rinnovabile prodotta da progetti appena introdotti nella rete, destinati a sostituire e limitare le energie non rinnovabili presenti al suo interno.

Creare data center più smart ed efficienti

Gran parte dei data center utilizza una quantità di energia non destinata all'elaborazione (ad esempio, per il raffreddamento e la trasformazione di energia) quasi pari a quella necessaria ad alimentare i server. Abbiamo ridotto questa energia infrastrutturale all'11%. Utilizzando le nostre funzionalità e i nostri suggerimenti di machine learning, abbiamo ridotto l'elettricità necessaria per il raffreddamento dei nostri server del 30%.

87%

rifiuti non conferiti alle discariche

100%

energia rinnovabile per tutte le aree geografiche del cloud

50%

in meno di energia rispetto alla media dei data center

1.11

Metrica PUE (Power Usage Effectiveness)

Tecnologia che ti aiuta a fare di più per il pianeta

Per affrontare le sfide poste dal cambiamento climatico e sfruttare in modo efficiente le risorse, ci impegniamo a offrire ad aziende, amministrazioni pubbliche, organizzazioni non profit, comunità e singoli individui la possibilità di usare la tecnologia Google per costruire un mondo più sostenibile.

"Grazie al suo approccio positivo all'open source e al suo impegno di alimentare i data center con il 100% di energia rinnovabile entro la fine del 2017, Google Cloud rispecchia perfettamente i valori etici della nostra azienda."

Ryan Kerry, Global Head of Engineering and Technology, Lush

Eseguire applicazioni con zero emissioni nette

Trasferendo un'applicazione da una struttura di collocamento o un data center gestito autonomamente a Google Cloud, le emissioni operative nette associate all'esecuzione di quell'applicazione scenderanno a zero.

Strumenti per la produttività e la collaborazione sostenibili

Le aziende che sono passate ai prodotti Google Workspace, come Gmail, Calendar, Documenti, Drive e Meet, hanno riscontrato una riduzione compresa tra il 65% e l'85% delle emissioni di CO2 e del consumo di energia nel reparto IT.

Machine learning a ridotto consumo di energia

I carichi di lavoro del machine learning prevedono calcoli complessi che di solito consumano molta energia. Le unità Google Cloud TPU sono progettate con particolare attenzione all'efficienza energetica e con lo scopo specifico di accelerare i carichi di lavoro di deep learning e portarli a livelli di teraFLOPS per watt superiori rispetto a quelli dei processori per uso generico.

Decisioni che tengono conto delle aziende e del pianeta

Da Google Earth a BigQuery GIS, gli utenti di dati possono accedere a set di dati avanzati relativi all'ambiente naturale. Grazie alla combinazione di potenza di calcolo e strumenti di AI e di analisi di Google Cloud, i clienti hanno più possibilità che mai di prendere decisioni più informate sulle risorse della Terra.