Questa è la documentazione di Recommendations AI, Retail Search e la nuova console di Retail.

Monitoraggio e risoluzione dei problemi

Questa pagina descrive come ottenere informazioni sugli errori che si sono verificati nelle importazioni di cataloghi ed eventi utente e altre operazioni dell'API Retail.

Per assistenza sulla configurazione degli avvisi, vedi Configurare gli avvisi.

Introduzione

Fornire informazioni accurate sul catalogo e sugli eventi utente all'API Retail è importante per ottenere risultati della massima qualità. Il monitoraggio e la comprensione dell'origine degli errori consente di trovare e correggere eventuali errori nel sito.

Consultare gli errori di integrazione aggregati

Per visualizzare gli errori aggregati generati dai processi di caricamento dei dati e dalle richieste di previsione o ricerca, utilizza la scheda Monitoraggio nella pagina Monitoraggio e analisi.

Questa pagina mostra tutti gli errori per l'API Retail. Puoi visualizzare gli errori relativi al catalogo dei prodotti, gli eventi utente, le previsioni di Recommendations AI, i risultati di Ricerca al dettaglio e i modelli. Il sistema registra inoltre gli errori delle importazioni, come una riga non valida nel file Cloud Storage. Il sistema registra fino a 100 errori per file di importazione. Puoi definire il periodo di tempo in cui vengono visualizzati gli errori e filtrarli in base al tipo di errore.

Puoi fare clic su un singolo errore per visualizzare i log relativi all'errore in Cloud Logging.

Puoi aprire i singoli log degli errori espandendo questo log. I log degli errori forniscono ulteriori dettagli sulla richiesta, inclusi i payload delle richieste e delle risposte e i dettagli degli errori. Queste informazioni possono aiutarti a determinare la posizione della chiamata metodo sbagliata nel tuo sito.

Per gli errori JSON non validi, puoi ricevere ulteriori informazioni sul problema espandendo il campo status.

Visualizzare lo stato di un'operazione di integrazione specifica

Puoi visualizzare lo stato di una specifica operazione di integrazione utilizzando il riquadro Attività di integrazione:

  1. Vai alla pagina Dati di vendita al dettaglio in Google Cloud Console.

    Vai alla pagina Dati

  2. Fai clic su Visualizza attività di importazione nella barra dei pulsanti per aprire il riquadro Attività di importazione.

    Puoi controllare gli errori relativi a operazioni di integrazione specifiche.

  3. Fai clic su Visualizza log nella colonna Dettaglio di qualsiasi operazione con un errore per ispezionare i file di log in Cloud Logging.

Tipi di errori

  • MISSING_FIELD: non è impostato alcun valore obbligatorio per il campo; ad esempio, a un articolo del catalogo manca il titolo.
  • INVALID_TIMESTAMP: il timestamp non è valido, ad esempio è troppo lontano nel futuro o è formattato in modo errato.
  • FIELD_VALUE_TOO_SMALL: il valore nel campo è inferiore al minimo richiesto, ad esempio un prezzo negativo.
  • INCORRECT_JSON_FORMAT: il formato JSON della richiesta non è formattato correttamente, ad esempio una parentesi mancante per {.
  • INVALID_LANGUAGE_CODE: il codice della lingua non è formattato correttamente.
  • FIELD_VALUE_EXCEEDED: il valore nel campo è superiore al valore massimo consentito.
  • INVALID_RESOURCE_ID: l'ID risorsa non è valido; ad esempio, un nome catalog_id non esistente nel nome della risorsa.
  • FIELD_SIZE_EXCEEDED: il numero di voci nel campo supera il limite massimo.
  • UNEXPECTED_FIELD: un campo che prevedeva di essere vuoto ha un valore, ad esempio una transazione per un evento di visualizzazione di pagina dei dettagli.
  • INVALID_FORMAT: il campo non è formattato correttamente, ad esempio la stringa non è corretta
  • RESOURCE_ALREADY_EXISTS: hai tentato di creare una risorsa già esistente, ad esempio un elemento del catalogo creato in precedenza.
  • INVALID_API_KEY: la chiave API non corrisponde al progetto nella richiesta.
  • INSUFFICIENT_PERMISSIONS: non hai l'autorizzazione per eseguire la richiesta; questo errore di solito è dovuto alla mancanza di un'autorizzazione IAM richiesta.
  • UNJOINED_WITH_CATALOG: la richiesta include un ID elemento catalogo che non esiste nel catalogo. Assicurati che il catalogo sia aggiornato.
  • BATCH_ERROR: la richiesta contiene più errori, ad esempio un'importazione in linea con 10 elementi che non vengono convalidati per diversi motivi.
  • INACTIVE_RECOMMENDATION_MODEL: hai eseguito una query su un modello non attivo per la pubblicazione.
  • ABUSIVE_ENTITY: l'ID visitatore o l'ID utente associato alla richiesta ha inviato un numero anomalo di eventi in un breve periodo di tempo.
  • FILTER_TOO_STRICT: il filtro della richiesta di previsione ha bloccato tutti i risultati di previsione. Vengono restituiti gli elementi più generici (non personalizzati), a meno che la chiamata non abbia specificato strictFiltering come falso, nel qual caso nessun elemento viene restituito. Ecco alcuni motivi comuni per cui si verifica questo problema:

    • Stai specificando un tag filtro che non esiste nel catalogo. L'applicazione di un aggiornamento del tag filtro può richiedere fino a un giorno.
    • Il filtro è troppo limitato.

Visualizza direttamente i log

Puoi anche aprire i file di log direttamente in Logging. Ad esempio, questo link apre i log per tutti gli errori relativi alla vendita al dettaglio nell'ultima ora: Apri log retail

Visualizza metriche di caricamento dati

Una volta che il sistema di caricamento dei dati è stato eseguito correttamente, puoi anche utilizzare le schede Catalogo ed Evento nella pagina Dati di vendita al dettaglio per visualizzare le metriche di errore relative all'importazione dei dati, in modo da assicurarti che tutto funzioni correttamente.

Puoi anche aggiungere avvisi per farti sapere se si verificano problemi con il tuo sistema di caricamento dei dati.

Riepilogo dati catalogo

Utilizza la scheda Catalogo nella pagina Dati per visualizzare statistiche di alto livello sui dati per ogni ramo del catalogo. Questa pagina mostra quanti prodotti sono stati importati, quanti sono disponibili e quando hai importato gli ultimi prodotti per ogni filiale del catalogo.

Puoi anche visualizzare un'anteprima degli articoli del catalogo che hai caricato e filtrare in base ai campi dei prodotti.

Puoi importare i dati in vari rami per visualizzare e visualizzare in anteprima i risultati di Recommendations AI o Retail Search. Ad esempio, per prepararti al periodo natalizio, potresti caricare nuovi dati di catalogo in un ramo non predefinito e assicurarti che i risultati relativi alla vendita al dettaglio vengano generati correttamente prima di pubblicarli sul tuo sito web.

Statistiche registrazione eventi utente

Per ogni tipo di evento utente, puoi vedere nella scheda Evento quanti ne hai registrato, quanti non sono stati associati a un prodotto (eventi non uniti) e in che modo le cifre sono diverse dai periodi precedenti. Puoi selezionare un periodo di tempo preimpostato o inserire un intervallo di tempo personalizzato.

Il grafico delle metriche mostra gli eventi utente importati nel tempo, che puoi filtrare in base al tipo di evento utente.

Metriche relative alla qualità dei dati

Nella pagina Dati, fai clic su Visualizza qualità dati per aprire il riquadro Qualità dei dati.

Le metriche relative alla qualità dei dati mostrano le percentuali di prodotti ed eventi utente che soddisfano gli standard consigliati di qualità dei dati.

Il miglioramento della qualità dei dati in base a queste metriche non è richiesto per utilizzare l'API Retail, ma è vivamente consigliato ottenere consigli e risultati di ricerca di qualità migliore.

Qualità dei dati del catalogo

La scheda Catalogo nella pagina Dati mostra la percentuale di prodotti nel tuo catalogo che soddisfano le metriche di qualità del catalogo per la Ricerca al dettaglio.

Per un elenco di tutte le metriche relative alla qualità dei dati del catalogo, vedi Metriche relative alla qualità dei dati nel catalogo.

Qualità dei dati degli eventi

La scheda Evento nella pagina Dati mostra il numero di eventi utente che soddisfano le best practice per la qualità dei dati sia per Recommendations AI che per Retail Search.

La scheda Qualità dei dati dell'evento contiene due sezioni:

  • Metriche generali dell'API Retail: la prima sezione di questa scheda mostra le metriche applicabili sia a Recommendations AI che alla vendita al dettaglio. Se segui i suggerimenti di queste metriche, puoi migliorare i consigli e i risultati di ricerca.

    Puoi filtrare le metriche in questa sezione per intervallo di tempo degli eventi utente valutati.

  • Metriche della Ricerca: le metriche di questa sezione sono applicabili solo alla Ricerca al dettaglio. Se segui i suggerimenti di queste metriche, puoi migliorare i risultati di ricerca.

    Queste metriche non possono essere filtrate per intervallo di tempo.

    La metrica Eventi di ricerca viene aggiornata quasi in tempo reale. La metrica Eventi di ricerca con filtri viene aggiornata per la prima volta tra le 4 e le 24 ore dopo il primo caricamento degli eventi di ricerca. Viene quindi aggiornato all'incirca ogni quattro ore.

    Le altre metriche in questa sezione vengono mostrate solo dopo che la metrica Eventi di ricerca raggiunge il 100%. Una volta completati gli eventi di ricerca, puoi visualizzare queste metriche circa 24 ore dopo. In seguito, verranno aggiornate una volta al giorno.

    Le metriche relative ai prodotti unici visitati e alla media di clic di ricerca per prodotto sono correlate. Se queste metriche hanno percentuali basse, il miglioramento di una metrica tramite l'importazione di altri dati sugli eventi di ricerca migliorerà anche l'altra.

Per tutti i requisiti relativi agli eventi utente e i consigli per Recommendations AI e Retail Search, consulta Requisiti e best practice per gli eventi utente.

Eventi non uniti

Quando un evento utente o una richiesta API si riferisce a un prodotto che non è stato caricato su Retail, si tratta di un evento senza partecipazione. Gli eventi utente non uniti vengono comunque registrati e le richieste non unite vengono gestite, ma non possono essere utilizzate per migliorare ulteriormente il modello per le previsioni future. Per questo motivo, devi assicurarti che la percentuale di eventi non registrati sia molto bassa sia per gli eventi utente sia per le richieste di previsione.

Puoi visualizzare la percentuale di eventi utente non uniti nella scheda Evento della pagina Dati.

Errori API

Puoi visualizzare un grafico degli errori API nel tempo, visualizzati per nome del metodo, facendo clic su Visualizza metriche API nella barra dei pulsanti della pagina Monitoraggio e analisi.

Monitora attività del metodo API

Per le visualizzazioni di traffico, errori e latenza in base al metodo API, vai alla scheda Monitoraggio nella pagina Monitoraggio e analisi. Puoi selezionare un periodo di tempo preimpostato o inserire un intervallo di tempo personalizzato.

Per visualizzare ulteriori dettagli su ciascun grafico:

  • Sotto un grafico, fai clic sul nome di un metodo per isolarlo.
  • Passa il mouse sopra un grafico per visualizzare un callout con ogni metodo e i relativi valori in quel momento.
  • Fai clic e trascina qualsiasi sezione del grafico per aumentare lo zoom su quel periodo di tempo.

Passaggi successivi