Migrate for Anthos

Sfrutta il potenziale dei container per i tuoi carichi di lavoro esistenti.

Immagine Migrazione e modernizzazione

Approccio collaborativo alla migrazione e alla modernizzazione

Con Migrate for Anthos puoi facilmente eseguire la migrazione dei tuoi carichi di lavoro esistenti in container e modernizzarli con un servizio Kubernetes sicuro e gestito. I tuoi team possono implementare, operare e mantenere le applicazioni esistenti in modo più efficiente ed economico, utilizzando gli stessi servizi, criteri e metodologie di una piattaforma moderna.

Migrate for Anthos riduce al minimo l'attività manuale richiesta per spostare e convertire le applicazioni esistenti in container di Anthos GKE e Google Kubernetes Engine. I tuoi carichi di lavoro target possono provenire da macchine virtuali o server fisici in esecuzione on-premise, su Compute Engine o su altri cloud.

Immagine Definisci il tuo percorso di migrazione ideale

Definisci il tuo percorso di migrazione ideale

La maggior parte delle trasformazioni digitali utilizza una combinazione di più strategie. Per i carichi di lavoro che possono trarre vantaggio dai container, Migrate for Anthos offre un percorso di modernizzazione semplice e rapido. Gli altri carichi di lavoro, più adatti come VM, possono essere semplicemente spostati così come sono, tramite Migrate for Compute Engine sfruttando l'integrazione con GKE della rete VPC. Evita di farti intrappolare dall'infrastruttura esistente o da un singolo percorso di migrazione. Con Google puoi eseguire i tuoi carichi di lavoro come e dove vuoi.

Immagine Definisci il tuo percorso di migrazione ideale

Passa ai container con la massima facilità

Alcuni carichi di lavoro vengono semplicemente tralasciati dal reparto IT con modalità che ne impediscono l'upgrade. Tuttavia, Migrate for Anthos evita varie fasi di attività manuali, permettendo di migrare e modernizzare tali carichi di lavoro anche con team IT di piccole dimensioni. Automatizza l'estrazione delle applicazioni esistenti da server e VM in container, senza dover riscrivere o modificare l'architettura delle app. Potrai eliminare le complessità e le carenze in termini di competenze che in precedenza impedivano alle aziende di passare ai container.

Sfrutta più rapidamente i vantaggi della modernizzazione

Accelerare la migrazione e l'adozione di una piattaforma moderna consente all'azienda di operare in modo più efficiente con criteri, gestione e competenze unificati per tutte le app esistenti e sviluppate di recente. Consente anche di sbloccare altri fondi per incrementare la modernizzazione e lo sviluppo di nuove app, grazie alla possibilità di riassegnare il budget precedentemente richiesto per aggiornare gli ambienti legacy.

Immagine Accelera l'adozione delle operazioni della seconda fase

Accelera l'adozione delle operazioni della seconda fase

Per le operazioni della seconda fase, risparmia sul lavoro e sui costi relativi al mantenimento, all'applicazione di patch e all'aggiornamento di VM e server fisici passando a delle pipeline CI/CD moderne, a una gestione basata sulle immagini e a una configurazione dello stato desiderato. Modernizza facilmente gli ambienti IT accelerando l'adozione di servizi moderni come Anthos Service Mesh, Anthos Config Management, controllo degli accessi basato sui ruoli (RBAC), Cloud Logging e molto altro, unificando così l'applicazione dei criteri e le pratiche di gestione per tutte le applicazioni migrate e sviluppate di recente.

Come funziona

  • Passaggio 1

    Identifica i carichi di lavoro che vuoi migrare, a partire da origini VM ospitate su server on-premise, su Compute Engine o altri cloud e server fisici.
  • Passaggio 2

    Utilizza Migrate for Anthos per esaminare i contenuti delle tue VM e generare una suddivisione suggerita dei contenuti tra componenti immagini e dati che possono essere rivisti e testati, affinché il risultato sia la generazione degli elementi necessari per la gestione dei container basata su immagini. Sono compresi l'immagine Docker, il Dockerfile, il deployment in YAML e un volume di dati consolidato che può essere qualsiasi tipo di spazio di archiviazione supportato da Kubernetes.
  • Passaggio 3

    Orchestra il processo di modernizzazione elegantemente con i componenti di base di Kubernetes (definizioni di risorse personalizzate, interfaccia a riga di comando), utilizzando un criterio di deployment che consente di convertire automaticamente i carichi di lavoro stateful in modo che vengano eseguiti come container all'interno di pod GKE.
  • Passaggio 4

    Quando la tua applicazione stateful monolitica viene eseguita in un container, puoi sfruttare tutti i servizi gestiti offerti da Google Cloud, ovvero Anthos, GKE, Service Management, Cloud Monitoring, Cloud Logging e altri strumenti cloud-native. Ora la tua applicazione può essere eseguita in parallelo con altri microservizi moderni di cui è stato eseguito il deployment in un cluster GKE.

Prezzi

Migrate for Anthos è gratuito per eseguire la migrazione dei carichi di lavoro in Google Cloud. I clienti pagheranno comunque tutti gli altri servizi Google Cloud di cui usufruiranno (computing, archiviazione, networking e così via), ma l'utilizzo dello strumento Migrate for Anthos, in sé, non comporta costi aggiuntivi. Qualsiasi cliente può utilizzare Migrate for Anthos (con o senza abbonamento Anthos).

Risorse

Google Cloud

Per iniziare

Migrate for Anthos

Sfrutta il potenziale dei container per i tuoi carichi di lavoro attuali.

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

I nostri esperti ti aiuteranno a creare la soluzione adeguata o a trovare il partner adatto alle tue esigenze.