Guida rapida: crea ed esegui il deployment di una funzione Cloud Functions HTTP con PHP

Crea ed esegui il deployment di una funzione Cloud Functions HTTP con PHP

Questa guida illustra il processo di scrittura di una Cloud Function utilizzando il runtime PHP. Esistono due tipi di funzioni Cloud Functions:

  • Una funzione HTTP, che puoi richiamare dalle richieste HTTP standard.
  • Una funzione basata su eventi, utilizzata per gestire gli eventi della tua infrastruttura Cloud, come i messaggi su un argomento Pub/Sub o le modifiche in un bucket Cloud Storage.

L'esempio mostra come creare una funzione HTTP semplice.

Prima di iniziare

  1. Accedi al tuo account Google Cloud. Se non conosci Google Cloud, crea un account per valutare le prestazioni dei nostri prodotti in scenari reali. I nuovi clienti ricevono anche 300 $di crediti gratuiti per l'esecuzione, il test e il deployment dei carichi di lavoro.
  2. Nella pagina del selettore di progetti della console Google Cloud, seleziona o crea un progetto Google Cloud.

    Vai al selettore progetti

  3. Assicurati che la fatturazione sia attivata per il tuo progetto Google Cloud.

  4. Abilita le API Cloud Functions and Cloud Build.

    Abilita le API

  5. Nella pagina del selettore di progetti della console Google Cloud, seleziona o crea un progetto Google Cloud.

    Vai al selettore progetti

  6. Assicurati che la fatturazione sia attivata per il tuo progetto Google Cloud.

  7. Abilita le API Cloud Functions and Cloud Build.

    Abilita le API

  8. Installa e inizializza gcloud CLI.
  9. Aggiorna e installa i componenti gcloud:
    gcloud components update
  10. Preparare l'ambiente di sviluppo.

    Inizia a utilizzare PHP

crea una funzione

  1. Crea una directory sul tuo sistema locale per il codice della funzione:

    Linux o Mac OS X

    mkdir ~/helloworld_http
    cd ~/helloworld_http
    

    Windows

    mkdir %HOMEPATH%\helloworld_http
    cd %HOMEPATH%\helloworld_http
    
  2. Crea un file index.php nella directory helloworld_http con il seguente contenuto:

    <?php
    
    use Google\CloudFunctions\FunctionsFramework;
    use Psr\Http\Message\ServerRequestInterface;
    
    // Register the function with Functions Framework.
    // This enables omitting the `FUNCTIONS_SIGNATURE_TYPE=http` environment
    // variable when deploying. The `FUNCTION_TARGET` environment variable should
    // match the first parameter.
    FunctionsFramework::http('helloHttp', 'helloHttp');
    
    function helloHttp(ServerRequestInterface $request): string
    {
        $name = 'World';
        $body = $request->getBody()->getContents();
        if (!empty($body)) {
            $json = json_decode($body, true);
            if (json_last_error() != JSON_ERROR_NONE) {
                throw new RuntimeException(sprintf(
                    'Could not parse body: %s',
                    json_last_error_msg()
                ));
            }
            $name = $json['name'] ?? $name;
        }
        $queryString = $request->getQueryParams();
        $name = $queryString['name'] ?? $name;
    
        return sprintf('Hello, %s!', htmlspecialchars($name));
    }
    

    Questa funzione di esempio prende un nome specificato nella richiesta HTTP e restituisce un saluto o "Hello World!" se non viene fornito alcun nome.

Specifica delle dipendenze

Usa Composer per gestire le dipendenze in PHP. Se non hai ancora installato Composer, puoi procedere nel seguente modo:

  1. Scarica Composer in qualsiasi luogo.

  2. Una volta scaricato, sposta il file composer.phar in una directory presente nel percorso del tuo sistema, ad esempio:

    mv composer.phar /usr/local/bin/composer
    

Quindi, specifica le dipendenze della funzione:

  1. Aggiungi un file composer.json contenente dipendenze alla directory del codice della funzione, dove FUNCTION_TARGET=FUNCTION_NAME indica il nome della funzione. In questo esempio, FUNCTION_NAME è helloHttp:

    {
        "require": {
            "php": ">= 7.4",
            "google/cloud-functions-framework": "^1.1"
        },
        "scripts": {
            "start": [
               "Composer\\Config::disableProcessTimeout",
               "FUNCTION_TARGET=helloHttp php -S localhost:${PORT:-8080} vendor/google/cloud-functions-framework/router.php"
            ]
        }
    }
    
  2. Nella directory contenente il codice della funzione (che deve contenere anche il file composer.json appena creato), esegui questo comando:

    composer require google/cloud-functions-framework
    

    Questo aggiunge il framework di Functions al tuo composer.json. Viene creata anche una directory vendor/ nella directory del codice della funzione che contiene le dipendenze.

Crea e testa localmente

Una volta completati i passaggi descritti in Specificare le dipendenze, puoi creare e testare la funzione in locale.

Il seguente comando crea un server web locale che esegue la funzione helloHttp:

export FUNCTION_TARGET=helloHttp
php -S localhost:8080 vendor/bin/router.php

Se la funzione viene creata correttamente, verrà visualizzato un URL. Puoi visitare questo URL con il tuo browser web: http://localhost:8080/. Dovresti vedere un messaggio Hello World!.

In alternativa, puoi inviare richieste a questa funzione utilizzando curl da un'altra finestra del terminale:

curl localhost:8080
# Output: Hello World!

Esegui il deployment della funzione

Per eseguire il deployment della funzione con un trigger HTTP, esegui questo comando nella directory helloworld_http:

gcloud functions deploy helloHttp --runtime php82 --trigger-http --allow-unauthenticated

Il flag --allow-unauthenticated consente di raggiungere la funzione senza autenticazione. Per richiedere l'autenticazione, ometti il flag.

Testa la funzione di cui hai eseguito il deployment

  1. Al termine del deployment della funzione, prendi nota della proprietà httpsTrigger.url o cercala utilizzando il seguente comando:

    gcloud functions describe helloHttp
    

    Dovrebbe avere il seguente aspetto:

    https://GCP_REGION-PROJECT_ID.cloudfunctions.net/helloHttp
  2. Accedi all'URL dal browser. Dovresti vedere il messaggio "Hello World!".

    Prova a passare un nome nella richiesta HTTP, come mostrato in questo URL di esempio:

    https://GCP_REGION-PROJECT_ID.cloudfunctions.net/helloHttp?name=NAME

    Dovresti visualizzare il messaggio "Ciao NAME!".

Visualizza i log

I log per Cloud Functions sono visualizzabili utilizzando Google Cloud CLI e nell'interfaccia utente di Cloud Logging.

Utilizzare lo strumento a riga di comando

Per visualizzare i log per la tua funzione con gcloud CLI, utilizza il comando gcloud logs read, seguito dal nome della funzione:

gcloud functions logs read helloHttp

L'output dovrebbe essere simile al seguente:

LEVEL  NAME       EXECUTION_ID  TIME_UTC                 LOG
D      helloHttp  rvb9j0axfclb  2019-09-18 22:06:25.983  Function execution started
D      helloHttp  rvb9j0axfclb  2019-09-18 22:06:26.001  Function execution took 19 ms, finished with status code: 200

Utilizzare la dashboard di Logging

Puoi visualizzare i log per Cloud Functions anche dalla console Google Cloud.