Servizi supportati dalle località delle risorse

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Le risorse utilizzate da ciascun servizio sono influenzate dalla località in modi diversi. Prima di aggiungere un vincolo di località delle risorse al criterio dell'organizzazione, consulta la sezione appropriata riportata di seguito per verificare il comportamento delle risorse a cui stai applicando il criterio.

AI Platform

I vincoli di località delle risorse si applicano alle seguenti risorse di AI Platform:

Le risorse AI Platform Training e AI Platform Prediction supportano solo le località a livello di area geografica. I vincoli relativi alle località a più aree geografiche e alle località a livello di zona non hanno effetto su AI Platform. Tuttavia, i vincoli sui gruppi di valori che contengono aree geografiche hanno effetto. Ad esempio, il valore asia in un criterio dell'organizzazione non ha effetto su AI Platform, ma il valore in:asia-locations ha effetto.

Scopri di più sulle aree geografiche disponibili per AI Platform Training e sulle aree geografiche disponibili per AI Platform Prediction.

API Apigee Integration

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando utilizzi l'API Apigee Integrations per creare le seguenti risorse:

  • Integrazione
  • Configurazione dell'autorizzazione (AuthConfig)
  • Certificato per AuthConfig
  • Versione integrazione
  • Canale SFDC (Salesforce)
  • Istanza SFDC (Salesforce)

Il criterio dell'organizzazione viene applicato anche quando esegui, pianifichi o testi un'integrazione.

Le integrazioni Apigee sono specifiche per l'area geografica. Ciò significa che un'integrazione creata in una regione specifica può accedere alle risorse solo all'interno di quella regione.

Per un elenco delle località in cui è possibile creare le integrazioni, consulta Aree geografiche supportate.

App Engine

App Engine è una proprietà della risorsa application. La proprietà Location viene applicata per tutti gli ambienti quando crei un application. Puoi creare un solo App Engine application in ogni progetto. Un bucket Cloud Storage viene creato automaticamente nella stessa località del application. Se crei un application con una località generica che non rispetta i criteri dell'organizzazione, dovrai creare un nuovo progetto e App Engine application.

Una volta disattivata, la risorsa application non verrà pubblicata in futuro, ma il codice e i dati replicati rimarranno nelle posizioni in cui erano archiviati i dati di application. Per cancellare completamente questi dati, elimina il progetto principale.

L'ambiente flessibile di App Engine si basa su Compute Engine. Le istanze a scalabilità automatica potrebbero non riuscire se alcune località in cui viene applicata la scalabilità non sono presenti nell'elenco delle località consentite definite nel criterio dell'organizzazione.

Per un elenco delle località disponibili, consulta Località di App Engine.

Artifact Registry

Puoi creare repository in una o più aree geografiche. Artifact Registry applica il criterio dell'organizzazione quando crei un repository.

La conformità dei criteri dell'organizzazione non viene retroattiva.Gli artefatti possono essere aggiunti a qualsiasi repository esistente, anche se la località del repository è rifiutata dal criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse.Per applicare un nuovo criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse sui repository esistenti, crea nuovi repository dopo l'applicazione del criterio dell'organizzazione, quindi esegui la migrazione degli artefatti dai repository precedenti a quelli nuovi. Puoi utilizzare lo strumento gcrane per copiare le immagini tra repository.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la documentazione di Artifact Registry.

BigQuery

Le risorse dataset di BigQuery possono essere a livello di una o più regioni. La conformità dei criteri dell'organizzazione non viene retroattiva. Per applicare un nuovo vincolo di località delle risorse su un elemento dataset esistente, elimina la risorsa dataset e creala di nuovo con il criterio dell'organizzazione applicato alla risorsa principale.

Puoi creare Database risorse all'interno di una risorsa dataset con una località rifiutata dal criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse. La località della risorsa dataset non determina la località della risorsa database. Per applicare un nuovo vincolo di località delle risorse su una risorsa database esistente, elimina la risorsa database e creala di nuovo con il criterio dell'organizzazione applicato alla risorsa principale.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina BigQuery Località dei set di dati.

Certificate Authority Service

Le risorse del servizio CA come i modelli di certificato, i pool di autorità di certificazione (CA) e le CA possono essere create in qualsiasi località disponibile. Non è possibile spostare queste risorse dopo la creazione.

I modelli di certificato possono essere replicati utilizzando i comandi dell'interfaccia a riga di comando di Google Cloud. Puoi utilizzare i comandi dell'interfaccia a riga di comando gcloud per creare risorse con lo stesso nome in un'altra località supportata. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Creazione di modelli di certificato.

Le CA possono essere clonate da CA esistenti nello stesso pool di CA. Queste nuove CA vengono create nella stessa posizione della CA da cui sono state clonate. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Creazione di autorità di certificazione.

Per l'elenco delle località disponibili, consulta le località del servizio CA.

Cloud Bigtable

Una risorsa istanza Cloud Bigtable è un container logico di cluster. Ciascuno di questi cluster si trova in una zona. Tutti i dati in un'istanza vengono replicati in modo uniforme in tutti i cluster contenuti nell'istanza. Il criterio dell'organizzazione viene applicato al momento della creazione di un cluster. Non puoi creare nuovi container in una località rifiutata dal criterio dell'organizzazione. Le istanze e i cluster esistenti continueranno a funzionare anche se si trovano in località negate in seguito a una modifica del criterio dell'organizzazione.

Puoi correggere manualmente le risorse che violano un nuovo criterio dell'organizzazione, eliminandole e ricreandole dopo l'applicazione del criterio dell'organizzazione. Ad esempio, se hai un'istanza multi-cluster in cui un cluster ha violato un nuovo criterio dell'organizzazione, puoi eliminarlo e quindi aggiungere un nuovo cluster in una zona consentita.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Località di Cloud Bigtable.

Cloud Composer

Un ambiente Cloud Composer è un container logico per le risorse elencate di seguito. Durante il processo di creazione dell'ambiente, scegli una località (area geografica/zona) per l'ambiente e le risorse sottostanti vengono create in base alla località selezionata.

  • Cluster di Google Kubernetes Engine

  • Istanza Cloud SQL

  • VM App Engine che eseguono il server web Airflow

  • Dischi permanenti: utilizzati dal cluster Webflow di Airflow e dal cluster GKE

  • Argomenti Pub/Sub

  • Cloud Storage

  • Creazione e archiviazione di immagini Airflow con dipendenze Python personalizzate

    • Quando le limitazioni della località non sono specificate, a seconda della configurazione il Composer potrebbe creare immagini Airflow all'interno del cluster GKE o utilizzando Cloud Build. Scopri di più in merito nell'articolo Installare una dipendenza Python in un ambiente IP privato. A seconda della versione di Composer, le immagini Airflow potrebbero essere archiviate nella regione selezionata (utilizzando Artifact Registry) o in più regioni a cui appartiene la regione selezionata (utilizzando Container Registry).

    • Se le limitazioni della località sono specificate, Cloud Composer crea immagini Airflow all'interno del cluster GKE dell'ambiente e le archivia nel repository Artifact Registry nell'area geografica selezionata.

  • Cloud Monitoring: archivia le metriche per gli ambienti e i DAG Airflow eseguiti nella regione specificata

    • Alcune etichette delle metriche possono contenere nomi di ambienti DAG e Cloud Composer.
  • Cloud Logging: per impostazione predefinita, Cloud Composer archivia in Cloud Logging, che è un servizio Google Cloud globale. Se vuoi archiviare i log di Cloud Composer in una località specifica, devi reindirizzare i log a un bucket Cloud Storage in questa località.

Per un elenco delle località disponibili, consulta Aree geografiche di Cloud Composer.

La documentazione di Cloud Composer fornisce ulteriori informazioni sui dettagli architetturali degli ambienti Cloud Composer.

API Cloud Healthcare

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando crei una risorsa dataset. Le risorse dataset sono a livello di una o più regioni. Le risorse del datastore, come l'archivio FHIR, o altre risorse di livello inferiore, come i messaggi HL7v2, possono essere aggiunte a qualsiasi dataset esistente, anche se la risorsa dataset si trova in una località rifiutata dal criterio dell'organizzazione. Per assicurarti che le tue risorse siano conformi al vincolo di località delle risorse, crea nuove risorse dataset dopo l'applicazione del criterio dell'organizzazione, quindi esegui la migrazione dei dati dalle risorse dataset precedenti a quelle nuove.

Per un elenco delle località disponibili, consulta Aree geografiche API Cloud Healthcare.

Cloud Key Management Service

Le risorse Cloud KMS possono essere create in località a singola area geografica, a più aree geografiche, a più aree geografiche o globali. Il criterio dell'organizzazione verrà applicato al momento della creazione della risorsa.

Per ulteriori informazioni, consulta la pagina delle località di Cloud KMS.

Cloud Logging

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando crei nuovi bucket di log. Anche se puoi creare un nuovo bucket in qualsiasi area geografica o impostarne la località su global, Logging ti assicura di selezionare un'area geografica approvata dalla tua organizzazione. Il criterio dell'organizzazione viene applicato solo ai bucket di log appena creati dopo aver creato il criterio dell'organizzazione.

Per un elenco delle aree geografiche disponibili, consulta la sezione Regionizzazione della pagina Panoramica dello spazio di archiviazione di Cloud Logging.

Cloud Run

Il criterio dell'organizzazione viene applicato al momento della creazione di una risorsa di primo livello, come un Service. Non viene applicato ad alcuna risorsa già esistente o agli aggiornamenti delle risorse esistenti, anche se tali aggiornamenti comportano la creazione di una risorsa di livello inferiore, come un Revision.

Per un elenco delle aree geografiche disponibili, consulta la pagina delle località di Cloud Run.

Cloud Spanner

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando crei un'istanza. Le istanze sono risorse a livello di una o più regioni. Se un'istanza è bloccata dal criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse, l'unico modo per renderla conforme è eliminando l'istanza. Le istanze bloccate dal criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse continueranno a consentire le operazioni di lettura, scrittura e creazione delle risorse del database.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Istanze Cloud Spanner.

Cloud SQL

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando crei un'istanza. L'istanza è una risorsa di regione che crea un database di zona a cui non viene applicata la posizione della risorsa. Quando crei repliche di lettura o cloni di database, posizioni le nuove risorse nella stessa regione dell'originale, quindi il criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse non viene applicato.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Località dell'istanza Cloud SQL.

Cloud Storage

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando crei una risorsa bucket. Le risorse Bucket sono a livello di una o più aree geografiche. Le risorse Object possono essere aggiunte a qualsiasi bucket esistente anche se object si trova in una località rifiutata dal criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse. Per garantire che le tue risorse siano conformi al criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse, crea nuove risorse bucket dopo l'applicazione del criterio dell'organizzazione, quindi esegui la migrazione dei dati dalle risorse bucket precedenti a quelle nuove.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Località dei bucket di Cloud Storage.

Cloud Translation - API avanzata (v3)

Per assicurarti che le risorse di Cloud Translation siano conformi al vincolo di località delle risorse, specifica un endpoint a livello di regione durante la creazione della risorsa. Il vincolo per la località delle risorse viene applicato al momento della creazione di una risorsa di Cloud Translation.

Per informazioni su come utilizzare gli endpoint a livello di regione, consulta la pagina Specificare un endpoint a livello di regione.

Compute Engine

Compute Engine offre una varietà di risorse, che possono essere globali, a livello di area geografica o di zona. Le risorse a livello di area geografica e zona sono soggette ai vincoli di località delle risorse. Le risorse globali non sono soggette al vincolo per le località delle risorse, ma alcune risorse globali utilizzano risorse a livello di regione e zona; queste risorse a livello di regione e zona sono soggette al vincolo per le località delle risorse.

Ad esempio, un modello di istanza è una risorsa globale, ma puoi specificare dischi a livello di regione o di zona in un modello di istanza. Questi dischi sono soggetti ai vincoli di località delle risorse, quindi, nel modello di istanza, devi specificare i dischi nelle regioni e nelle zone consentite dal criterio dell'organizzazione.

Limitazioni

Tutte le risorse Compute Engine supportano i vincoli di località delle risorse specificati, con le seguenti eccezioni.

  • Snapshot e immagini

  • Gruppi di istanze gestite

    • Alcune operazioni di gruppo di istanze gestite (MIG) si basano sulla creazione o sulla ricreazione di VM nelle zone consentite. Queste operazioni includono lo scale out (manualmente o tramite scalabilità automatica), la riparazione automatica, l'aggiornamento automatico e la ridistribuzione proattiva delle istanze. Perché queste operazioni vadano a buon fine, i gruppi di istanze gestite devono esistere in località consentite dal vincolo di località delle risorse dell'organizzazione.

    • Creare gruppi di istanze gestite nelle località consentite. Per i MIG a livello di area geografica, seleziona zone che non siano limitate in base alla località.

    • Se hai un MIG a livello di zona o di area geografica preesistente e in seguito imposti un vincolo di località delle risorse, le operazioni di MIG non riusciranno se violano il vincolo. Devi ricreare il gruppo di istanze gestite in una posizione consentita.

  • Nodi single-tenant

    • Se hai un gruppo di nodi preesistente e in seguito imposti un vincolo di località della risorsa, non puoi fare lo scale out del gruppo per aggiungere nuovi host (manualmente o tramite la scalabilità automatica) se la località del gruppo viola il vincolo.
  • Gateway VPN ad alta disponibilità

    • Puoi creare un gateway VPN ad alta disponibilità in qualsiasi località. I gateway VPN ad alta disponibilità non sono limitati dai vincoli di località delle risorse.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Aree geografiche e zone di Compute Engine.

Config Controller

Config Controller utilizza le aree geografiche e le zone di Compute Engine. L'applicazione delle località delle risorse viene gestita a livello di risorsa di Compute Engine quando crei il cluster. Per scalare un cluster aggiungendo più istanze, anche queste nuove aggiunte devono trovarsi in una località consentita.

Per creare cluster con ridondanza sufficiente, utilizza i gruppi di valori per controllare le località limitate. Se imposti le località manualmente, tutte le zone di quell'area geografica dovranno essere incluse nell'elenco consentito per avere lo stesso livello di ridondanza. I cluster a scalabilità automatica possono non funzionare se una delle località in cui si verifica la scalabilità non è presente nell'elenco delle località consentite definite nel criterio dell'organizzazione.

Dataflow

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando crei un job. Una risorsa job è una risorsa di regione che utilizza sia Cloud Storage che Compute Engine. Puoi configurare i worker di Compute Engine in modo che vengano eseguiti in una zona esterna alla regione del job specificando il parametro di zona. In questo caso, il piano di controllo Dataflow verrà eseguito nella regione specificata, mentre i worker di elaborazione dati verranno eseguiti nella zona specificata. Se non specifichi la zona di worker, i worker verranno creati all'interno della regione in cui è configurato per l'esecuzione del job.

Se non specifichi la zona di job, la località dei worker sarà in una delle zone all'interno della regione in cui è configurato per l'esecuzione di job. Dataflow selezionerà la zona in base alla capacità disponibile nella zona. Tutte le zone all'interno della regione job devono essere impostate come valori consentiti nel criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse.

I cluster a scalabilità automatica possono non funzionare se una delle località in cui viene eseguita la scalabilità non è presente nell'elenco delle località consentite definite nel criterio dell'organizzazione.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Endpoint a livello di area geografica di Dataflow.

Dataproc

Quando crei un cluster, il criterio dell'organizzazione viene applicato in base all'area geografica specificata nella richiesta di creazione. La località di un job è vincolata dalla località del cluster che è il suo elemento principale quando viene chiamato il metodo submit.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Endpoint a livello di regione di Dataproc.

Dataproc Metastore

Quando crei un service, il criterio dell'organizzazione viene applicato in base all'area geografica specificata nella richiesta di creazione. La località backups e metadataImports sono vincolate alla località di service, che è l'elemento padre, quando vengono richiamati i metodi importMetadata e backupService.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Località Dataproc Metastore.

Datastore

Le risorse database di Datastore dipendono direttamente dall'applicazione App Engine nel progetto padre e dalla località definita. La disabilitazione dell'applicazione App Engine bloccherà l'accesso API per il database associato. Per eliminare i dati replicati dalle località fisiche, elimina il progetto come descritto nella sezione App Engine.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Località del datastore.

Dialogflow

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando crei una risorsa agent o location setting in Dialogflow CX (Dialogflow ES non applica ancora il criterio dell'organizzazione). Le risorse agent e location setting sono a livello di una o più aree geografiche. Altre risorse Dialogflow, come intents o flows, possono essere aggiunte a qualsiasi agent esistente, anche se la risorsa agent si trova in una località rifiutata dal criterio dell'organizzazione. Per garantire che le tue risorse siano conformi al vincolo di località delle risorse, crea nuove risorse agent dopo l'applicazione del criterio dell'organizzazione, quindi esegui la migrazione dei dati dalle risorse agent precedenti a quelle nuove.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Località di Dialogflow.

Cloud Data Loss Prevention

I vincoli di località delle risorse si applicano a tutte le risorse Cloud DLP.

Le modifiche al criterio dell'organizzazione non sono retroattive e non verranno applicate alle risorse esistenti.

Scopri di più sulle aree geografiche disponibili per Cloud DLP.

Document AI

Le risorse di Document AI sono a livello di regione. Quando crei una risorsa Processor o LabelerPool, il criterio dell'organizzazione relativo alla località delle risorse viene applicato e limita le regioni in cui è possibile creare o archiviare nuove risorse.

La conformità dei criteri dell'organizzazione non viene retroattiva. Le nuove risorse Document AI possono essere create nelle risorse principali esistenti, anche se il criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse viene rifiutato. Per applicare un nuovo vincolo di località della risorsa su una risorsa esistente, elimina la risorsa e creane di nuovo con il criterio dell'organizzazione applicato.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Supporto multiregionale di Document AI.

Eventarc

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando crei un trigger di Eventarc. Il criterio non viene applicato alle risorse già esistenti o agli aggiornamenti delle risorse esistenti. I trigger possono essere risorse globali o a livello di area geografica. Le risorse globali non sono soggette al vincolo relativo alle località delle risorse. Se non viene applicato alcun criterio dell'organizzazione, non esiste alcun vincolo di località delle risorse.

Se viene applicato un criterio dell'organizzazione, possono essere creati solo gli attivatori a livello di regione le cui aree geografiche corrispondono esattamente a quelle applicate nel vincolo per le località delle risorse o che sono incluse nel gruppo di valori. Ad esempio, se us-central1 o us-locations sono nell'elenco delle località consentite definito nel criterio dell'organizzazione, puoi creare un trigger us-central1.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Località di Eventarc.

Filestore

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando crei un'istanza di Filestore, una risorsa di zona. La conformità dei criteri dell'organizzazione non viene applicata retroattivamente. Le istanze esistenti continueranno a funzionare anche se si trovano in località rifiutate dal criterio dell'organizzazione. Per applicare un nuovo vincolo di località delle risorse a un'istanza Filestore esistente, elimina l'istanza e creala di nuovo con il criterio dell'organizzazione applicato.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Aree geografiche e zone dell'archivio.

Firestore

Le risorse database di Firestore dipendono direttamente dall'applicazione App Engine nel progetto padre e dalla località definita. La disabilitazione dell'applicazione App Engine bloccherà l'accesso API per il database associato. Per eliminare i dati replicati dalle località fisiche, elimina il progetto come descritto nella sezione App Engine.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Località di Firestore.

Google Kubernetes Engine

Google Kubernetes Engine utilizza le aree geografiche e le zone di Compute Engine. L'applicazione delle località delle risorse viene gestita a livello di risorsa Compute Engine quando crei la VM per un cluster. Se vuoi scalare un cluster aggiungendo più istanze o aggiungendo un'altra zona, anche queste nuove aggiunte devono trovarsi in una località consentita.

Per creare cluster con ridondanza sufficiente, utilizza i gruppi di valori per controllare le località limitate. Se imposti le località manualmente, tutte le zone di quell'area geografica dovranno essere incluse nell'elenco consentito per avere lo stesso livello di ridondanza. I cluster a scalabilità automatica possono non funzionare se una delle località in cui si verifica la scalabilità non è presente nell'elenco delle località consentite definite nel criterio dell'organizzazione.

Managed Service for Microsoft Active Directory

Il criterio dell'organizzazione viene applicato al momento della creazione di domini Microsoft AD gestiti o quando si aggiornano le risorse AD esistenti. Microsoft AD gestito richiede l'autorizzazione la località global. Se la località global non è consentita, la creazione del dominio e gli aggiornamenti delle risorse non riusciranno.

Scopri come visualizzare e aggiornare il vincolo della località delle risorse a global.

Persistent Disk

Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando crei una risorsa disk, che può essere collegata a macchine virtuali:

  • Dopo aver creato una risorsa disk a livello di zona, puoi collegarla a istanze di macchine virtuali nella stessa zona.
  • Dopo aver creato una risorsa disk a livello di regione, puoi collegarla alle istanze di macchine virtuali in una delle due zone in cui si trova disk.

La conformità dei criteri dell'organizzazione non viene retroattiva. Per applicare un nuovo criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse sulle risorse disk esistenti, devi eliminare le risorse disk e poi ricrearle con il criterio dell'organizzazione applicato alla risorsa principale.

Per un elenco delle località disponibili, consulta la pagina Aree geografiche e zone di Compute Engine.

Pub/Sub

Il criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse influisce sulle località in cui è possibile mantenere inattivi i messaggi pubblicati in un topic. Il criterio dell'organizzazione viene applicato quando pubblichi i messaggi in un topic. Tieni presente che un topic è ancora una risorsa globale accessibile da qualsiasi parte del mondo ai client autorizzati.

Le modifiche al criterio dell'organizzazione non sono retroattive e non verranno applicate al criterio topics esistente. Se un nuovo vincolo di località delle risorse nega una località in cui sono già archiviati i messaggi pubblicati in un topic, tali messaggi non verranno spostati automaticamente.

Per ulteriori informazioni, consulta la pagina Pub/Sub Limitazione delle località delle risorse Pub/Sub.

Pub/Sub Lite

Il criterio dell'organizzazione relativo alle località delle risorse influisce sulle località in cui è possibile creare un topic, che determina dove i messaggi verranno conservati. Una risorsa topic è una risorsa di zona, ma i messaggi possono essere richiesti da qualsiasi località, inclusi quelli esterni a Google Cloud.

Le modifiche al criterio dell'organizzazione non sono retroattive e non verranno applicate al criterio topics esistente. Se un nuovo vincolo di località delle risorse nega una località in cui sono già archiviati i messaggi pubblicati in un topic, tali messaggi non verranno spostati automaticamente.

Secret Manager

I secret possono avere un criterio di replica automatica o un criterio di replica gestito dall'utente.

Quando utilizzi un criterio di replica automatica, i dati del payload vengono replicati senza restrizioni. Secret Manager richiede che la località global venga consentita durante la creazione di un secret con un criterio di replica automatica. Se la località global non è consentita, la creazione del secret non andrà a buon fine.

Quando utilizzi un criterio di replica gestito dall'utente, i dati del payload vengono replicati in un set di località supportato definito dall'utente. Secret Manager richiede che tutte le località nel criterio di replica siano consentite durante la creazione di un secret con un criterio di replica gestito dall'utente. Se una delle località in un criterio di replica di un secret non è consentita, la creazione del secret non andrà a buon fine.

Il criterio dell'organizzazione verrà applicato al momento della creazione del secret.

Per ulteriori informazioni, consulta la pagina delle località di Secret Manager.

API Timeseries Insights

I vincoli di località delle risorse si applicano a tutte le risorse dell'API Timeseries Insights.

L'API Timeseries Insights supporta solo le località a livello di regione. Un'integrazione creata in un'area geografica specifica può accedere solo alle risorse all'interno di quell'area. I vincoli delle località a più aree geografiche e delle zone non hanno effetto sull'API Timeseries Insights. Tuttavia, i vincoli sui gruppi di valori che contengono aree geografiche hanno effetto. Ad esempio, il valore asia in un criterio dell'organizzazione non ha effetto sull'API Timeseries Insights, ma il valore in:asia-locations ha effetto.

Per un elenco delle località in cui è possibile creare le integrazioni, consulta Aree geografiche supportate.

Vertex AI

I vincoli di località delle risorse si applicano a tutte le risorse di Vertex AI, ad eccezione delle risorse DataLabelingJob.

Vertex AI supporta solo le località a livello di regione. I vincoli delle località a più aree geografiche e delle zone non hanno effetto su Vertex AI. Tuttavia, i vincoli dei gruppi di valori che contengono aree geografiche hanno effetto. Ad esempio, il valore asia in un criterio dell'organizzazione non ha effetto su Vertex AI, ma il valore in:asia-locations ha effetto.

Scopri di più sulle regioni disponibili per AI Platform Training