Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.
Vai a

Che cos'è l'hosting nel cloud?

In passato, l'hosting di siti web e applicazioni consisteva nell'abbonamento al provider di una piattaforma digitale ed essenzialmente al noleggio di un singolo server o cluster di elaborazione. I servizi di hosting web esistono da quando esiste il web stesso. Nell'ultimo decennio, l'hosting nel cloud, in cui il sito web o l'app risiede su server virtuali distribuiti nel cloud, è diventato un metodo noto per portare gli asset digitali online.

Google Cloud offre una varietà di soluzioni per l'hosting di siti web e applicazioni, inclusa la possibilità di registrare e gestire un dominio o connettersi a una rete CDN (Content Delivery Network) per fornire contenuti agli utenti con prestazioni ottimali e latenza minima. 

Iniziamo? I nuovi clienti ricevono 300 $ di crediti gratuiti da spendere su Google Cloud.

Hosting nel cloud definito

L'hosting nel cloud consente di rendere disponibili applicazioni e siti web su internet utilizzando il cloud. L'hosting nel cloud raggruppa le risorse di elaborazione da una rete di server virtuali e fisici, consentendo una maggiore scalabilità e flessibilità per apportare rapidamente modifiche. Nella maggior parte dei casi all'hosting nel cloud si applica il pagamento a consumo, il che significa che i team pagano per ciò che usano senza preoccuparsi del provisioning in eccesso o in difetto delle risorse.

Hosting nel cloud e hosting web

L'hosting web tradizionale viene in genere eseguito su un singolo server, che contiene tutti i file e i contenuti del sito web. Un browser web scarica i documenti e i file quando un utente visita il dominio. 

L'hosting web prevede quattro tipi di ambienti principali, tra cui condiviso, dedicato, gestito o un server privato virtuale (VPS). Un servizio di hosting web condiviso è quello in cui un singolo server è condiviso tra molti domini diversi connessi a internet. Questa è la più economica opzione di hosting, poiché i diversi siti web condividono il costo del server. Allo stesso tempo, l'hosting condiviso limita la scalabilità dei singoli siti web perché sono confinati alle risorse di un unico server. Questo problema viene risolto con l'hosting dedicato, in cui un dominio affitta uno o più server che non sono condivisi con altri siti web o applicazioni, sebbene il client sia spesso responsabile della gestione del server stesso. 

Un servizio di hosting gestito è simile a un servizio di hosting dedicato, ma il provider host si occupa di tutta la manutenzione del server, inclusi gli upgrade di sicurezza, software e hardware e i servizi di backup. L'hosting gestito è vantaggioso per siti web e applicazioni che non dispongono delle competenze interne necessarie per gestire un server.

L'hosting nel cloud e l'hosting web presentano diverse differenze. Prima di tutto, nell'hosting web, se un sito web ha bisogno di più risorse a causa dell'aumento della domanda, l'utente deve cambiare il piano di servizio per consentire una maggiore potenza di computing, rendendo quindi la scalabilità un problema. L'hosting nel cloud consente la distribuzione dei contenuti del sito su più server virtuali in diverse regioni e, quando la domanda aumenta, è facile da scalare. Per questo motivo, l'hosting nel cloud è anche più stabile e affidabile dell'hosting web, consentendo al contempo una maggiore flessibilità per ottimizzare i parametri in base alle necessità.

Hosting nel cloud e VPS

Un VPS è un ambiente virtuale isolato ospitato su un singolo server. Il provider host posiziona un hypervisor (livello virtuale) sopra il sistema operativo, che lo divide in componenti separati. Il VPS offre un maggiore controllo e personalizzazione rispetto all'hosting condiviso, sebbene limiti l'utilizzo delle risorse a una determinata quantità sul suo server specifico. Il VPS è talvolta indicato come "cloud privato".

L'hosting mediante VPS ha molte somiglianze con l'hosting nel cloud poiché entrambi consentono la personalizzazione e il provider host esegue gran parte del lavoro di manutenzione e upgrade dell'hardware. Dato che il VPS coinvolge un numero limitato di macchine, non dispone della scalabilità, della flessibilità o dell'affidabilità intrinseche dell'hosting nel cloud. Con una rete globale e la capacità di offrire funzionalità come una rete CDN (Content Delivery Network), l'hosting nel cloud offre anche prestazioni e velocità migliori rispetto al VPS.

Come funziona l'hosting nel cloud?

L'hosting nel cloud funziona attraverso il processo di virtualizzazione. Come accennato in precedenza con un server privato virtuale, viene creato un livello virtuale sul server in cui è possibile archiviare contenuti e altri dati. Questi livelli virtuali possono quindi essere replicati su altri server della rete di cloud computing, distribuiti in altre regioni del mondo. 

Vantaggi dell'hosting nel cloud

Scalabilità

Poiché l'hosting nel cloud non si basa su un unico server per archiviare e distribuire i contenuti, può essere facilmente scalato per soddisfare le esigenze di un sito web o di un'applicazione avviando più server sulla rete cloud quando l'utilizzo aumenta.

Flessibilità

L'hosting nel cloud offre la libertà di utilizzare la soluzione appropriata che viene richiesta in qualsiasi situazione eseguendo il provisioning istantaneo dei parametri delle macchine virtuali nella rete.

Costo

L'hosting nel cloud spesso utilizza un modello con pagamento a consumo, il che significa che è possibile fare lo scale up o lo scale down dei costi in base all'utilizzo. Al contrario, l'hosting web in genere prevede una tariffa fissa mensile o annuale. 

Sicurezza

I cloud provider forniscono una solida sicurezza fisica e virtuale dei server sulla loro rete, proteggendo i dati dei siti web e delle applicazioni da malintenzionati. I livelli di sicurezza dell'hosting nel cloud includono firewall, gestione delle identità e controllo dell'accesso, SSL (Secure Sockets Layer) per la trasmissione dei dati e altro ancora.

Affidabilità e prestazioni

Poiché l'hosting nel cloud sfrutta molti server distribuiti nella rete cloud, offre affidabilità e uptime elevati. In caso di errore di un server sulla rete, un altro server può sostituirlo e continuare a fornire il servizio. Analogamente, l'hosting nel cloud offre prestazioni migliori, con server in diverse regioni che portano i contenuti agli utenti più velocemente. 

Perché utilizzare l'hosting nel cloud?

L'hosting nel cloud consente agli operatori di siti web e applicazioni di aggiungere o rimuovere risorse quando necessario. Ciò include più RAM, spazio di archiviazione o servizi di assistenza come sicurezza o archiviazione dei dati. L'hosting nel cloud offre affidabilità e flessibilità a un costo gestibile. L'hosting nel cloud offre inoltre solidi backup dei dati e ripristino di emergenza rispetto all'hosting condiviso o dedicato su un singolo server.

Risolvi le tue sfide aziendali con Google Cloud

I nuovi clienti ricevono 300 $ di crediti gratuiti da spendere su Google Cloud.
Contattaci
Parla con un esperto del team di vendita di Google Cloud per discutere della tua sfida unica in modo più dettagliato.
Contattaci