Trova e gestisci la tua piattaforma Google Cloud

Dopo aver configurato una piattaforma Google Cloud usando la guida alla configurazione, puoi trovare e gestire la tua piattaforma in due posizioni diverse:

Gestire le basi con Google Cloud Console

Dato che molte persone diverse all'interno di un'organizzazione sono responsabili della gestione dell'infrastruttura Google Cloud dopo il deployment, Google Cloud Console offre pagine separate per la fatturazione, la gestione delle risorse, la gestione di identità e accessi, per il networking, per il logging, il monitoraggio e per molti altri servizi.

Per iniziare a gestire le tue basi in Google Cloud Console, visita le seguenti pagine:

Ognuna delle pagine precedenti ha un'interfaccia efficace per la gestione e le modifiche, così come la documentazione e i tutorial corrispondenti.

Gestisci le tue basi con Config Controller

Se hai eseguito il deployment della piattaforma direttamente dalla guida alla configurazione della piattaforma Google Cloud, è stato creato un progetto che rappresenta la tua configurazione nel formato Kubernetes Resource Model (KRM). Se vuoi gestire la tua configurazione organizzativa Google Cloud utilizzando KRM, che è lo stesso strumento sottostante utilizzato per il deployment iniziale, puoi usare Config Controller per gestire le basi. Puoi anche individuare e gestire le tue fondamenta utilizzando Google Cloud Console.

Se hai utilizzato la guida alla configurazione di Google Cloud, hai scaricato la tua configurazione come Terraform e ne hai eseguito il deployment dalla tua macchina, utilizza Google Cloud Console per individuare e gestire la tua piattaforma.

Le seguenti sezioni spiegano come completare le attività seguenti:

  • Configura Config Controller e una pipeline GitOps. Questi sono gli strumenti del progetto base di KRM di cui hai bisogno per gestire le tue fondamenta.
  • Carica la configurazione KRM iniziale. Questa è la configurazione che è stata creata quando hai configurato la tua piattaforma Google Cloud.
  • Aggiorna la configurazione del KRM.
  • Esegui il deployment di una configurazione KRM aggiornata.
  • Risolvere i problemi più comuni.

Costi

Le seguenti istruzioni richiedono l'utilizzo di diversi prodotti Google Cloud. Ogni costo è associato a un costo. Per saperne di più, leggi i seguenti articoli:

Regola la tua configurazione di base di Google Cloud

Dopo aver completato il deployment della tua piattaforma Google Cloud dalla guida alla configurazione di Google Cloud, completa i passaggi seguenti per regolare la configurazione:

  1. Apri Cloud Shell:

    1. Vai a Google Cloud Console.

      Vai a Google Cloud Console

    2. Nell'angolo in alto a destra della console, fai clic sul pulsante Attiva Cloud Shell:

      Una sessione di Cloud Shell si apre all'interno di un frame inferiore nella console.

  2. Trova il progetto creato dalla guida alla configurazione di Google Cloud. Ecco dove si trova il progetto base:

    gcloud projects list --filter labels.gcp-onboarding-component=oc-host-project \
        --filter labels.gcp-onboarding-host-project-org-id=ORG_ID
    

    Sostituisci ORG_ID con l'ID della tua organizzazione. Se non sai qual è questo valore, consulta l'articolo su come ottenere l'ID organizzazione.

  3. Dall'output del comando precedente, copia l'ID progetto. Devi utilizzare questo valore quando completi i due passaggi successivi.

  4. Configura Config Controller completando la sezione Setting up Config Controller in Deploy a landing zone progetto.

  5. Configura una pipeline GitOps completando la creazione di una sezione della pipeline GitOps in Deployment di una strategia di destinazione della zona.

  6. Vai alla guida alla configurazione di Google Cloud.

    Vai alla pagina di configurazione

  7. Vai alla sezione Gerarchia delle risorse e crea una copia del link Configurazione. Ecco il link al bucket Cloud Storage contenente il progetto base di cui è stato eseguito il deployment:

    Uno screenshot con il link di configurazione evidenziato.

  8. Scarica il progetto base di KRM nel tuo file system locale:

    gsutil -m cp -r BLUEPRINT_LOC .
    

    Sostituisci BLUEPRINT_LOC con il link del bucket di archiviazione che hai copiato nel passaggio precedente.

  9. Esegui il commit del progetto base KRM nel tuo repository. Questo progetto base è di riferimento per la configurazione di cui hai già eseguito il deployment:

    git add .
    git commit -m "Baseline configuration."
    git push
    
  10. Per ottenere la configurazione che vuoi, apporta modifiche locali al progetto base. Per suggerimenti sul tipo di modifiche che puoi apportare, vedi Configurazione della gerarchia delle risorse, Stabilire la connettività di rete ed Esportare i dati di logging.

  11. Per eseguire il deployment delle modifiche, aggiungile ed eseguine il commit nel repository:

    git add .
    git commit -m "Local edits to blueprint"
    git push
    

Per suggerimenti sulla risoluzione dei problemi, consulta le sezioni Idratazione e Cloud Build e Deployment e Config Sync in Progetto progetto di una zona di destinazione.