Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Trigger di Cloud Functions

Puoi configurare Cloud Functions in modo che venga eseguita in risposta a vari scenari specificando un trigger per la funzione. I trigger possono essere richieste HTTP(S) o uno dei vari eventi supportati. Questa pagina fornisce una panoramica dei trigger che sono supportati da Cloud Functions.

In generale, gli attivatori rientrano in due categorie:

  • Trigger HTTP, che reagiscono alle richieste HTTP(S) e corrispondono alle funzioni HTTP.

  • Trigger evento, che reagiscono agli eventi all'interno del progetto Google Cloud e corrispondono alle funzioni basate su eventi.

Specifica gli attivatori nell'ambito del deployment delle funzioni. Non puoi associare la stessa funzione a più di un trigger alla volta, ma puoi fare in modo che più eventi vengano eseguite dallo stesso evento eseguendo il deployment di più funzioni con le stesse impostazioni di trigger.

Trigger supportati in Cloud Functions (2a generazione)

Cloud Functions (2a generazione) supporta i seguenti tipi di trigger:

Tutte le funzioni basate su eventi in Cloud Functions (2a generazione) utilizzano Eventarc per la distribuzione degli eventi. In Cloud Functions (2a generazione), i trigger Pub/Sub e Cloud Storage vengono implementati come tipi specifici di trigger Eventarc.

Trigger supportati in Cloud Functions (1a generazione)

Cloud Functions (1a generazione) supporta i seguenti tipi di trigger:

Attivatori aggiuntivi tramite Pub/Sub e webhook

Poiché Cloud Functions può essere attivato dai messaggi su un argomento Pub/Sub, puoi integrare Cloud Functions con qualsiasi altro servizio Google che supporti Pub/Sub come bus evento. Inoltre, utilizzando gli attivatori HTTP puoi anche eseguire l'integrazione con qualsiasi servizio che fornisce callback HTTP (hook web). Le seguenti sezioni descrivono alcuni esempi di integrazioni.

Cloud Logging

Cloud Logging può instradare log a un argomento Pub/Sub, dove possono essere utilizzati da Cloud Functions. Per saperne di più, consulta Configurare e gestire i sink nella documentazione di Cloud Logging.

Cloud Scheduler

I job di Cloud Scheduler possono inviare messaggi a un argomento Pub/Sub, dove possono essere consumati da Cloud Functions. Per ulteriori informazioni, consulta il tutorial su Cloud Scheduler per utilizzare Pub/Sub per attivare una funzione Cloud.

Cloud Tasks

Le attività target HTTP di Cloud Tasks ti consentono di eseguire gestori di attività in qualsiasi endpoint HTTP, quindi una funzione Cloud Functions con un trigger HTTP può essere utilizzata come gestore di attività. Puoi anche utilizzare le attività per limitare o chiamare le funzioni con limitazione di frequenza. Per saperne di più, consulta la sezione Creare attività di destinazione HTTP nella documentazione di Cloud Tasks.

Gmail

Utilizzando l'API Push Notification di Gmail, puoi inviare eventi Gmail a un argomento Pub/Sub e utilizzarli con Cloud Functions.