Glossario

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

API di rete

  • Interfacce di programmazione di un'applicazione che operano su una rete di computer. Comunicano tramite protocolli di rete, tra cui HTTP e gRPC, e sono spesso prodotti da organizzazioni diverse da quelle che li utilizzano.

API di Google

  • API di rete esposte dai servizi Google. La maggior parte di questi domini è ospitata sul dominio googleapis.com. Puoi scoprire le API di Google disponibili utilizzando Google Cloud Console e l'API Service Usage. Questo termine non include altri tipi di API, come SDK e librerie client.

API Google Cloud

  • Il sottoinsieme delle API di Google esposte dai servizi di Google Cloud. Per ulteriori informazioni, consulta le API di Google Cloud.

Interfaccia API

  • Una definizione del buffer di protocollo service. In genere è mappata a un'interfaccia nella maggior parte dei linguaggi di programmazione. Un'interfaccia API può essere implementata da qualsiasi numero di servizi API.

Versione API

  • La versione di un'interfaccia API o di un gruppo di interfacce API, se definite insieme. Una versione API è spesso rappresentata da una stringa, come "v1" e è presente nelle richieste API e nei nomi dei pacchetti dei buffer di protocollo.

Metodo API

  • Una singola operazione all'interno di un'interfaccia API. È rappresentato nei buffer di protocollo da una definizione rpc e in genere è mappato a una funzione dell'interfaccia nella maggior parte dei linguaggi di programmazione.

Richiesta API

  • Una singola chiamata di un metodo API. Viene spesso utilizzato come unità di fatturazione, logging, monitoraggio e limitazione della frequenza.

Servizio API

  • Un'implementazione di cui è stato eseguito il deployment di una o più interfacce API, esposte su uno o più indirizzi di rete, come l'API Cloud Pub/Sub.

Titolo API

  • Fa riferimento al titolo del prodotto rivolto all'utente di un servizio API, come API Cloud Pub/Sub.

Nome servizio API

  • Fa riferimento all'identificatore logico di un servizio API. Le API di Google utilizzano i nomi compatibili con RFC 1035 DNS come nomi di servizi API, ad esempio "pubsub.googleapis.com".

Endpoint di servizio API

  • Fa riferimento a un indirizzo di rete che un servizio API utilizza per soddisfare le richieste API effettive. Esempi: https://pubsub.googleapis.com, https://content-pubsub.googleapis.com. Un singolo servizio potrebbe avere più di un endpoint.

Definizione del servizio API

  • La combinazione delle definizioni dell'interfaccia dell'API (file .proto) e delle configurazioni del servizio API (file .yaml) utilizzate per definire un servizio API. Lo schema per la definizione del servizio API di Google è google.api.Service.

Prodotto API

  • Un servizio API e i relativi componenti, come Termini di servizio, documentazione, librerie client e assistenza, sono presentati collettivamente ai clienti come prodotto. ad esempio l'API Google Calendar. A volte le persone si riferiscono a un Prodotto API semplicemente come un'API.

Consumer API

  • Entità che utilizza un servizio API. Per le API di Google, di solito è un progetto Google proprietario dell'applicazione client o della risorsa server.

Produttore API

  • L'entità che produce un servizio API. Per le API di Google, di solito è un progetto Google proprietario del servizio API.

Backend dell'API

  • Un insieme di server più infrastruttura correlata che implementa la logica di business per un servizio API. Un singolo server di backend dell'API viene spesso chiamato server API.

Frontend API

  • Un insieme di server più infrastruttura correlata che forniscono funzionalità comuni nei servizi API, come bilanciamento del carico e autenticazione. Un singolo server frontend API è spesso chiamato proxy API.

    Tieni presente che il frontend e il backend dell'API potrebbero essere eseguiti uno accanto all'altro o lontani l'uno dall'altro. In alcuni casi possono essere compilati in un unico programma binario dell'applicazione ed eseguiti all'interno di un singolo processo.