Creazione e gestione dei backup on demand e automatici

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Questa pagina descrive come pianificare e disattivare i backup automatici, creare e gestire i backup on demand e visualizzare i backup per l'istanza Cloud SQL.

Per ulteriori informazioni su come funzionano i backup, consulta Panoramica dei backup.

Crea un backup on demand

Per creare un backup on demand:

Console

  1. Nella console Google Cloud, vai alla pagina Istanze Cloud SQL.

    Vai alle istanze Cloud SQL

  2. Per aprire la pagina Panoramica di un'istanza, fai clic sul nome dell'istanza.
  3. Seleziona Backup dal menu di navigazione SQL.
  4. Fai clic su Crea backup.
  5. Se necessario, nella pagina Crea backup, aggiungi una descrizione e fai clic su Crea.

gcloud

Crea il backup:

gcloud sql backups create \
--async \
--instance=INSTANCE_NAME

Puoi fornire una descrizione del backup utilizzando il parametro --description.

Per creare un backup in una posizione personalizzata:

gcloud sql backups create \
--async \
--instance=INSTANCE_NAME \
--location=BACKUP_LOCATION

REST v1

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

POST https://sqladmin.googleapis.com/v1/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

REST v1beta4

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

POST https://sqladmin.googleapis.com/sql/v1beta4/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

Pianificare i backup automatici

Per pianificare i backup automatici per un'istanza:

Console

  1. Nella console Google Cloud, vai alla pagina Istanze Cloud SQL.

    Vai alle istanze Cloud SQL

  2. Per aprire la pagina Panoramica di un'istanza, fai clic sul nome dell'istanza.
  3. Seleziona Backup dal menu di navigazione SQL.
  4. Fai clic su Modifica accanto a Impostazioni.
  5. Scegli una finestra temporale per il backup automatico dei tuoi dati.
  6. Fai clic su Salva.

gcloud

  1. Modifica l'istanza per specificare un'ora di inizio del backup:
    gcloud sql instances patch INSTANCE_NAME --backup-start-time=HH:MM
    Il parametro backup-start-time viene specificato in un formato a 24 ore, nel fuso orario UTC±00, e specifica l'inizio di una finestra di backup di 4 ore. I backup possono iniziare in qualsiasi momento nella finestra di backup.
  2. Conferma le modifiche:
    gcloud sql instances describe INSTANCE_NAME
    Nella sezione backupConfiguration, verifica che siano presenti enabled: true e l'ora specificata.

Terraform

Per creare un backup per un database, utilizza una risorsa Terraform.

resource "google_sql_database_instance" "instance" {
  name             = "mysql-instance-backup"
  region           = "asia-northeast1"
  database_version = "MYSQL_8_0"
  settings {
    tier = "db-f1-micro"
    backup_configuration {
      enabled            = true
      binary_log_enabled = true
      start_time         = "20:55"
    }
  }
  deletion_protection = false # set to true to prevent destruction of the resource
}

Applica le modifiche

Per applicare la configurazione Terraform in un progetto Google Cloud, completa i passaggi nelle sezioni seguenti.

Prepara Cloud Shell

  1. Avvia Cloud Shell.
  2. Imposta il progetto Google Cloud predefinito in cui vuoi applicare le configurazioni Terraform.

    Devi eseguire questo comando solo una volta per progetto e puoi eseguirlo in qualsiasi directory.

    export GOOGLE_CLOUD_PROJECT=PROJECT_ID

    Le variabili di ambiente vengono sostituite se imposti valori espliciti nel file di configurazione Terraform.

Prepara la directory

Ogni file di configurazione Terraform deve avere la propria directory (detta anche modulo root).

  1. In Cloud Shell, crea una directory e un nuovo file al suo interno. Il nome file deve avere l'estensione .tf, ad esempio main.tf. In questo tutorial, il file è denominato main.tf.
    mkdir DIRECTORY && cd DIRECTORY && touch main.tf
  2. Se stai seguendo un tutorial, puoi copiare il codice campione in ogni sezione o passaggio.

    Copia il codice campione nel file main.tf appena creato.

    Facoltativamente, copia il codice da GitHub. Questa operazione è consigliata quando lo snippet Terraform fa parte di una soluzione end-to-end.

  3. Esamina e modifica i parametri di esempio da applicare al tuo ambiente.
  4. Salva le modifiche.
  5. Inizializza Terraform. Questa operazione deve essere eseguita una sola volta per directory.
    terraform init

    Facoltativamente, per utilizzare la versione più recente del provider Google, includi l'opzione -upgrade:

    terraform init -upgrade

Applica le modifiche

  1. Rivedi la configurazione e verifica che le risorse che Terraform creerà o aggiornerà corrispondano alle tue aspettative:
    terraform plan

    Se necessario, apporta correzioni alla configurazione.

  2. Applica la configurazione Terraform eseguendo questo comando e inserendo yes alla richiesta:
    terraform apply

    Attendi finché Terraform non visualizza il messaggio "Applica completato".

  3. Apri il progetto Google Cloud per visualizzare i risultati. Nella console Google Cloud, vai alle tue risorse nell'interfaccia utente per assicurarti che Terraform li abbia creati o aggiornati.

Elimina le modifiche

Per eliminare le modifiche:

  1. Per disabilitare la protezione da eliminazione, imposta l'argomento deletion_protection su false nel file di configurazione Terraform.
    deletion_protection =  "false"
  2. Applica la configurazione Terraform aggiornata eseguendo questo comando e inserendo yes quando richiesto:
    terraform apply
  1. Rimuovi le risorse applicate in precedenza con la configurazione Terraform eseguendo il comando seguente e inserendo yes quando richiesto:

    terraform destroy

REST v1

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza (principale o di replica)
  • start-time L'ora nel formato "HH:MM"

Metodo e URL HTTP:

PATCH https://sqladmin.googleapis.com/v1/projects/project-id/instances/instance-id

Testo JSON richiesta:

{
  "settings":
  {
    "backupConfiguration":
    {
      "startTime": "start-time",
      "enabled": true,
      "binaryLogEnabled": true
    }
  }
}

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

Puoi abilitare il logging binario contemporaneamente impostando pointInTimeEnabled su true nell'oggetto backupConfiguration.

REST v1beta4

Puoi abilitare il logging binario contemporaneamente impostando binaryLogEnabled su true nell'oggetto backupConfiguration.

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza (principale o di replica)
  • start-time L'ora nel formato "HH:MM"

Metodo e URL HTTP:

PATCH https://sqladmin.googleapis.com/v1beta4/projects/project-id/instances/instance-id

Testo JSON richiesta:

{
  "settings":
  {
    "backupConfiguration":
    {
      "startTime": "start-time",
      "enabled": true,
      "binaryLogEnabled": true
    }
  }
}

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

Imposta una località personalizzata per i backup

Utilizza una località di backup personalizzata solo se richiesto dalle normative. Se non è obbligatorio, utilizza la località di backup predefinita su più aree geografiche.

Puoi utilizzare una località personalizzata per i backup on demand e automatici. Per un elenco completo dei valori di località validi, consulta le località delle istanze.

Per aggiornare un'istanza con una località personalizzata:

Console

  1. Nella console Google Cloud, vai alla pagina Istanze Cloud SQL.

    Vai alle istanze Cloud SQL

  2. Per aprire la pagina Panoramica di un'istanza, fai clic sul nome dell'istanza.
  3. Dal menu di navigazione SQL, seleziona Backup.
  4. Accanto a Impostazioni, fai clic su Modifica.
  5. Nella sezione Backup automatici, espandi Opzioni avanzate.
  6. Fai clic su Più aree geografiche (impostazione predefinita) o Regione.
  7. Seleziona la località dal menu a discesa Località.
  8. Fai clic su Salva.

gcloud

Per informazioni di riferimento, consulta la patch delle istanze gcloud sql.

gcloud sql instances patch INSTANCE_NAME \
--backup-location=BACKUP_LOCATION
  

Terraform

Per specificare una posizione personalizzata per il backup di un'istanza di database, utilizza una risorsa Terraform.

resource "google_sql_database_instance" "default" {
  name             = "mysql-instance-with-backup-location"
  region           = "asia-northeast1"
  database_version = "MYSQL_8_0"
  settings {
    tier = "db-f1-micro"
    backup_configuration {
      enabled  = true
      location = "asia-northeast1"
    }
  }
  deletion_protection = false # set to true to prevent destruction of the resource
}

REST v1

Utilizza il parametro settings.backupConfiguration.location dell'istanza per la località di backup.

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • region: la regione del progetto
  • backup-region: la regione del backup
  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

PATCH https://sqladmin.googleapis.com/v1/projects/project-id/instances/instance-id

Testo JSON richiesta:

{
  "region": "region"
  "settings":
  {
    "backupConfiguration":
    {
      "location": "backup-region",
      "enabled": true,
    }
  }
}

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

REST v1beta4

Utilizza il parametro settings.backupConfiguration.location dell'istanza per la località di backup.

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • region: la regione del progetto
  • backup-region: la regione del backup
  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

PATCH https://sqladmin.googleapis.com/sql/v1beta4/projects/project-id/instances/instance-id

Testo JSON richiesta:

{
  "region": "region"
  "settings":
  {
    "backupConfiguration":
    {
      "location": "backup-region",
      "enabled": true,
    }
  }
}

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

Visualizza un elenco dei backup

Per visualizzare un elenco dei backup e i dettagli di un backup, utilizza le opzioni seguenti.

Nella console Google Cloud non vengono mostrati i backup saltati o non riusciti nella cronologia dei backup. Per visualizzare i backup ignorati, utilizza gcloud o l'API.

Console

  1. Nella console Google Cloud, vai alla pagina Istanze Cloud SQL.

    Vai alle istanze Cloud SQL

  2. Per aprire la pagina Panoramica di un'istanza, fai clic sul nome dell'istanza.
  3. Seleziona Backup dal menu di navigazione SQL per visualizzare i backup recenti, insieme all'ora di creazione e al tipo di backup.

gcloud

  • Elenca i backup dell'istanza:
    gcloud sql backups list \
    --instance INSTANCE_NAME
    

    Puoi filtrare e controllare i risultati utilizzando i parametri dell'elenco standard. Per un elenco completo, consulta la pagina di riferimento del comando gcloud sql backups list.

  • Visualizza i dettagli di un backup specificando il backup ID dall'output del comando backups list.
    gcloud sql backups describe BACKUP_ID \
    --instance INSTANCE_NAME
        

REST v1

Puoi anche utilizzare Explorer API nella pagina BackupRuns:list per inviare la richiesta API REST.

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

GET https://sqladmin.googleapis.com/v1/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

REST v1beta4

Puoi anche utilizzare Explorer API nella pagina BackupRuns:list per inviare la richiesta API REST.

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

GET https://sqladmin.googleapis.com/sql/v1beta4/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

Visualizzare un elenco dei backup durante un'interruzione

Quando un'istanza si trova in una regione in cui si verifica un'interruzione, puoi visualizzare i backup solo per tale istanza utilizzando un carattere jolly (-) con l'API backupRuns.list. Il carattere jolly restituisce tutti i backup del progetto. Vedi Ripristino di un'istanza diversa.

Quando si verifica un'interruzione in una regione in cui sono abilitate le chiavi di crittografia gestite dal cliente (CMEK) di un'istanza, non puoi ripristinare i backup per l'istanza in un'area geografica diversa. Il motivo è che Cloud SQL utilizza chiavi Cloud KMS a livello di regione per la crittografia quando CMEK è abilitata sull'istanza. Per ripristinare i backup per un'istanza CMEK, Cloud SQL deve avere accesso alla chiave CMEK. In un'interruzione a livello di regione, non è possibile accedere alle chiavi Cloud KMS in quella regione.

gcloud

  1. Elenca i backup per ogni istanza in un progetto:
    gcloud sql backups list --instance -

    Il comando restituisce informazioni simili alle seguenti:

    {
          "kind": "sql#backupRun",
          "status": "SUCCESSFUL",
          "enqueuedTime": "2020-01-21T11:25:33.818Z",
          "id": "backup-id",
          "startTime": "2020-01-21T11:25:33.858Z",
          "endTime": "2020-01-21T11:26:18.663Z",
          "type": "AUTOMATED",
          "windowStartTime": "2020-01-21T10:00:00.479Z",
          "instance": "instance-id",
          "selfLink": "https://sqladmin.googleapis.com/v1/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns/backup-id",
          "location": "us"
          "backupKind": "SNAPSHOT"
        }
  2. Trova il backup per l'istanza di cui hai bisogno. Per ripristinare questo backup, consulta Ripristino di un'istanza diversa.

REST v1

  1. Elenca tutti i backup in un progetto:

    Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

    • project-id: l'ID progetto
    • instance-id: l'ID istanza o - per un elenco di tutti i backup nel progetto

    Metodo e URL HTTP:

    GET https://sqladmin.googleapis.com/v1beta4/projects/project-id/instances/-/backupRuns

    Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

    Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

  2. Trova il backup per l'istanza di cui hai bisogno. Per ripristinare questo backup, consulta Ripristino di un'istanza diversa.

REST v1beta4

  1. Elenca tutti i backup in un progetto:

    Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

    • project-id: l'ID progetto
    • instance-id: l'ID istanza o - per un elenco di tutti i backup nel progetto

    Metodo e URL HTTP:

    GET https://sqladmin.googleapis.com/v2/projects/project-id/instances/-/backupRuns

    Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

    Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

  2. Trova il backup per l'istanza di cui hai bisogno. Per ripristinare questo backup, consulta Ripristino di un'istanza diversa.

Visualizza località di backup

Per visualizzare le posizioni dei backup effettuati per un'istanza, utilizza backupRuns:

Console

  1. Nella console Google Cloud, vai alla pagina Istanze Cloud SQL.

    Vai alle istanze Cloud SQL

  2. Per aprire la pagina Panoramica di un'istanza, fai clic sul nome dell'istanza.
  3. Seleziona Backup dal menu di navigazione SQL.
  4. Nell'elenco dei backup, la colonna Località elenca il tipo di località (più aree geografiche o aree geografiche) e l'area geografica o area geografica specifica per ogni backup.

gcloud

Per informazioni di riferimento, consulta la pagina relativa alla descrizione delle istanze gcloud sql.

  1. Elenca i backup dell'istanza:
    gcloud sql backups list \
    --instance INSTANCE_NAME
    

    Puoi filtrare e controllare i risultati utilizzando i parametri dell'elenco standard. Per un elenco completo, consulta la pagina di riferimento del comando gcloud sql backups list.

  2. Per elencare i dettagli di un backup, utilizza ID dall'output del comando backups list.
    gcloud sql backups describe BACKUP_ID \
    --instance INSTANCE_NAME
    

REST v1

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

GET https://sqladmin.googleapis.com/v1/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

Negli esempi precedenti:
  • REGION è la regione per l'istanza originale.
  • BACKUP_LOCATION è la località in cui Cloud SQL deve archiviare il backup.

REST v1beta4

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

GET https://sqladmin.googleapis.com/sql/v1beta4/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

Negli esempi precedenti:
  • REGION è la regione per l'istanza originale.
  • BACKUP_LOCATION è la località in cui Cloud SQL deve archiviare il backup.

Impostare la conservazione automatica dei backup

Per impostare il numero di backup automatici da conservare:

Console

  1. Nella console Google Cloud, vai alla pagina Istanze Cloud SQL.

    Vai alle istanze Cloud SQL

  2. Per aprire la pagina Panoramica di un'istanza, fai clic sul nome dell'istanza.
  3. Seleziona Backup dal menu di navigazione SQL.
  4. Fai clic su Modifica.
  5. Nella sezione Automatizza i backup, espandi Opzioni avanzate.
  6. Inserisci il Numero di backup da archiviare contemporaneamente.
  7. Fai clic su Salva.

gcloud

Modifica l'istanza per impostare il numero di backup automatici da conservare. Il numero non può essere inferiore a quello predefinito (sette).

gcloud sql instances patch INSTANCE_NAME \
--retained-backups-count=NUM_TO_RETAIN

Terraform

Per specificare il numero di backup automatici da conservare per un'istanza di database, utilizza una risorsa Terraform.

resource "google_sql_database_instance" "default" {
  name             = "mysql-instance-backup-retention"
  region           = "asia-northeast1"
  database_version = "MYSQL_8_0"
  settings {
    tier = "db-f1-micro"
    backup_configuration {
      enabled = true
      backup_retention_settings {
        retained_backups = 365
        retention_unit   = "COUNT"
      }
    }
  }
  deletion_protection = false # set to true to prevent destruction of the resource
}

REST v1beta4

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • unit: (Facoltativo) l'unità di conservazione può essere un numero intero o una stringa. I valori attualmente supportati (e predefiniti) sono 1 o "COUNT".
  • num-to-retain: il numero di backup automatici da conservare, da 1 a 365.
  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

PATCH https://sqladmin.googleapis.com/sql/v1beta4/projects/project-id/instances/instance-id

Testo JSON richiesta:

{
  "settings":
  {
    "backupConfiguration":
    {
      "backupRetentionSettings":
      {
        "retentionUnit": unit,
        "retainedBackups": "num-to-retain"
      }
    }
  }
}

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

Eliminare un backup

Puoi eliminare i backup automatici e on demand.

Per le istanze MySQL, l'eliminazione di un backup potrebbe non liberare più spazio delle dimensioni del backup. Questo perché i backup sono incrementali, quindi l'eliminazione di un backup precedente potrebbe trasferire alcuni dei suoi contenuti in un backup più recente per preservare l'integrità del backup più recente.

Console

  1. Nella console Google Cloud, vai alla pagina Istanze Cloud SQL.

    Vai alle istanze Cloud SQL

  2. Per aprire la pagina Panoramica di un'istanza, fai clic sul nome dell'istanza.
  3. Seleziona Backup dal menu di navigazione SQL.
  4. Fai clic su altre azioni Icona Altre azioni. per il backup che vuoi eliminare.
  5. Seleziona Elimina.
  6. Nella finestra Elimina backup, inserisci Delete nel campo e fai clic su Elimina.

gcloud

Elimina un backup di un'istanza Cloud SQL:

gcloud beta sql backups delete BACKUP_ID \
--instance INSTANCE_NAME
      

Per un elenco completo dei parametri, consulta la pagina di riferimento del comando gcloud beta sql backups delete.

REST v1

  1. Elenca i backup per ottenere l'ID per il backup che vuoi eliminare:

    Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

    • project-id: l'ID progetto
    • instance-id: l'ID istanza

    Metodo e URL HTTP:

    GET https://sqladmin.googleapis.com/v1/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns

    Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

    Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

  2. Eliminare il backup:

    Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

    • project-id: l'ID progetto
    • instance-id: l'ID istanza
    • backup-id: l'ID di backup

    Metodo e URL HTTP:

    DELETE https://sqladmin.googleapis.com/v1/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns/backup-id

    Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

    Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

REST v1beta4

  1. Elenca i backup per ottenere l'ID per il backup che vuoi eliminare:

    Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

    • project-id: l'ID progetto
    • instance-id: l'ID istanza

    Metodo e URL HTTP:

    GET https://sqladmin.googleapis.com/sql/v1beta4/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns

    Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

    Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

  2. Eliminare il backup:

    Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

    • project-id: l'ID progetto
    • instance-id: l'ID istanza
    • backup-id: l'ID di backup

    Metodo e URL HTTP:

    DELETE https://sqladmin.googleapis.com/sql/v1beta4/projects/project-id/instances/instance-id/backupRuns/backup-id

    Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

    Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

Disattivare i backup automatici

Per disabilitare i backup automatici per un'istanza:

Console

  1. Nella console Google Cloud, vai alla pagina Istanze Cloud SQL.

    Vai alle istanze Cloud SQL

  2. Per aprire la pagina Panoramica di un'istanza, fai clic sul nome dell'istanza.
  3. Seleziona Backup dal menu di navigazione SQL.
  4. Fai clic su Gestisci i backup automatici
  5. Deseleziona Automatizza i backup.
  6. Fai clic su Salva e riavvia.

gcloud

Modifica l'istanza per disabilitare i backup:

gcloud sql instances patch INSTANCE_NAME \
--no-backup

REST v1

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

PATCH https://sqladmin.googleapis.com/v1/projects/project-id/instances/instance-id

Testo JSON richiesta:

{
  "settings":
  {
    "backupConfiguration":
    {
      "enabled": false,
      "binaryLogEnabled": false
    }
  }
}

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

REST v1beta4

Prima di utilizzare i dati della richiesta, apporta le seguenti sostituzioni:

  • project-id: l'ID progetto
  • instance-id: l'ID istanza

Metodo e URL HTTP:

PATCH https://sqladmin.googleapis.com/sql/v1beta4/projects/project-id/instances/instance-id

Testo JSON richiesta:

{
  "settings":
  {
    "backupConfiguration":
    {
      "enabled": false,
      "binaryLogEnabled": false
    }
  }
}

Per inviare la richiesta, espandi una delle seguenti opzioni:

Dovresti ricevere una risposta JSON simile alla seguente:

Recupero point-in-time

Scopri di più sul recupero point-in-time.

Passaggi successivi