Quote e limiti

Questa pagina descrive i limiti di produzione per Cloud Spanner.

Questi valori sono soggetti a modifica.

Verifica delle quote

Per verificare le quote attuali per le risorse nel progetto, vai alla pagina Quote nella console di Google Cloud Platform.

Aumento delle quote

Man mano che il tuo utilizzo di Cloud Spanner aumenta nel tempo, le tue quote possono aumentare di conseguenza. Se prevedi un aumento dell'utilizzo consistente, presenta la richiesta con qualche giorno di anticipo per assicurarti che le quote vengano dimensionate correttamente.

  1. Nella pagina Quote, seleziona l'API Cloud Spanner dall'elenco a discesa Servizio.

    Se non vedi la voce API Cloud Spanner, l'API Cloud Spanner non è stata abilitata.

  2. Seleziona le quote che vuoi modificare.

  3. Fai clic su Modifica quote.

  4. Inserisci il tuo nome, email e numero di telefono, poi fai clic su Avanti.

  5. Inserisci la richiesta di quota e fai clic su Invia richiesta.

Riceverai una risposta dal team Cloud Spanner entro 48 ore dalla richiesta.

Limiti per le istanze

Valore Limite
Lunghezza ID istanza Da 2 a 64 caratteri

Limiti per i database

Valore Limite
Database per istanza 100
Lunghezza ID database Da 2 a 30 caratteri
Dimensioni capacità di archiviazione per nodo 2 TB1

Limiti per gli schemi

Schemi

Valore Limite
Dimensioni schema 10 MB
Dimensioni modifica schema 10 MB

Tabelle

Valore Limite
Tabelle per database 2048
Lunghezza nome tabella Da 1 a 128 caratteri
Colonne per tabella 1024
Lunghezza nome colonna Da 1 a 128 caratteri
Dimensioni dei dati per colonna 10 MB
Numero di colonne in una chiave di tabella

16

Include le colonne chiave condivise con qualsiasi tabella padre

Profondità interfoliazione tabelle

6

Una tabella di primo livello con tabelle figlio ha profondità 1.

Una tabella di primo livello con tabelle nipote ha profondità 2 e così via.

Dimensioni totali di una tabella o di una chiave indice

8 KB

Includono le dimensioni di tutte le colonne che compongono la chiave

Indici

Valore Limite
Indici per database 4096
Indici per tabella 32
Lunghezza nome indice Da 1 a 128 caratteri
Numero di colonne in una chiave di indice

16

Il numero di colonne indicizzate (eccetto le colonne STORING) più il numero di colonne di chiave primaria nella tabella di base

Limiti per le query

Valore Limite
Colonne in una clausola GROUP BY 1000
Chiamate delle funzioni 1000
Unioni 15
Chiamate delle funzioni nidificate 75
Clausole GROUP BY nidificate 35
Espressioni sottoquery nidificate 25
Istruzioni selezione secondaria nidificate 60
Parametri 950
Lunghezza istruzione query 1 milione di caratteri
Campi STRUCT 1000
Espressione sottoquery secondaria 40
Unioni in una query 200

Limiti per la creazione, la lettura, l'aggiornamento e l'eliminazione di dati

Valore Limite
Dimensioni commit (inclusi gli indici) 100 MB
Letture simultanee per sessione 100
Modifiche per commit (inclusi gli indici)2 20.000
Istruzioni DML partizionate in parallelo per database 20.000

Limiti amministrativi

Valore Limite
Dimensioni richiesta azioni amministrative3 1 MB
Frequenza azioni amministrative

5 al secondo per progetto

(su una media di 100 secondi)

Limiti di nodi

Valore Limite
Nodi per progetto per configurazione di istanza 25

Limiti per le richieste

Valore Limite
Dimensioni richieste diverse da commit4 10 MB

Note

1. Per fornire alta disponibilità e bassa latenza per l'accesso a un database, Cloud Spanner richiede che nel database sia presente un nodo per ogni 2 TB di dati. Ad esempio, se l'istanza ha un database che archivia 3,5 TB di dati, devi eseguire il provisioning di almeno due nodi. Questi nodi manterranno l'istanza al di sotto del limite finché il database non raggiungerà i 4 TB, dopodiché dovrai aggiungere un altro nodo per consentire l'espansione del database. In caso contrario, le scritture sul database non riusciranno. Per consentire un'espansione fluida, aggiungi i nodi prima che il database raggiunga questo limite.

2. Le operazioni di inserimento e aggiornamento vengono moltiplicate per il numero di colonne interessate. Ad esempio, l'inserimento di valori in una colonna chiave e in quattro colonne non chiave conta in totale come cinque modifiche per l'inserimento. Le operazioni di eliminazione e di eliminazione di intervalli contano come una sola modifica, indipendentemente dal numero di colonne interessate.

3. Il limite per le richieste di azioni amministrative non include i commit, le richieste elencate nella nota 4 e le modifiche di schema.

4. Questo limite include richieste di creazione e aggiornamento di un database, letture, letture in streaming, esecuzione di query SQL ed esecuzione di query SQL in streaming.

Hai trovato utile questa pagina? Facci sapere cosa ne pensi:

Invia feedback per...

Cloud Spanner Documentation