Gestione dei cicli di vita dei servizi

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

In questa pagina viene descritto come gestire i cicli di vita dei servizi gestiti utilizzando i comandi dell'interfaccia a riga di comando di Google Cloud gcloud endpoints services.

Per i casi d'uso avanzati, puoi utilizzare l'API Service Management per gestire i servizi in modo programmatico. Per ulteriori informazioni, consulta la guida introduttiva all'API Service Management

Introduzione

Un servizio gestito è una semplice risorsa che rappresenta logicamente un servizio integrato con l'infrastruttura dei servizi, come l'API Gmail e l'API Spanner. Un servizio gestito stesso ha solo due proprietà immutabili, un nome di servizio e un progetto producer, ma l'implementazione di un servizio gestito può fornire un'ampia gamma di funzionalità. Ad esempio, l'API Cloud Storage offre archiviazione di oggetti su scala globale a milioni di sviluppatori e aziende.

Un servizio gestito include una serie di consumer di servizi , una cronologia di configurazioni di servizi immutabili e una cronologia di implementazioni di servizi immutabili. Le configurazioni di servizio a cui si fa riferimento nell'ultima implementazione del servizio rappresentano lo stato attuale del servizio, che copre tutti gli aspetti del servizio, dal nome visualizzato alle definizioni delle metriche e ai limiti di frequenza. Per le specifiche, consulta google.api.Service.

In questa pagina spiegheremo come creare e gestire i cicli di vita dei tuoi servizi. Per ulteriori informazioni sulla gestione del servizio, consulta le Guide illustrative.

Creazione di un servizio

Per creare un servizio devi completare i seguenti passaggi.

  1. Installa e inizializza gcloud CLI sul tuo computer.

  2. Creare un progetto producer dedicato per ospitare il tuo servizio. Un progetto dedicato offre la migliore sicurezza e isolamento per il tuo servizio. Ti consente anche di trasferire la proprietà del tuo servizio a un altro team o persino a un'altra società.

  3. Abilitare l'API Service Management e l'API Service Control per il progetto.

  4. Abilitare la fatturazione Cloud per il tuo progetto. Per l'integrazione del tuo servizio con l'infrastruttura di servizi, dipende da diversi prodotti Google Cloud a pagamento, tra cui l'API Service Control, l'API Cloud Logging e l'API Cloud Monitoring.

  5. Prepara un semplice file yaml per la configurazione del servizio per il tuo servizio come segue:

    # Filename: endpointsapis.yaml
    type: google.api.Service
    config_version: 3
    # Update the next line to use your own service name.
    name: endpointsapis.appspot.com
    # Update the next line to use your own producer project id.
    producer_project_id: endpointsapis
    
  6. Esegui il comando gcloud per creare il servizio eseguendo il deployment di una configurazione di servizio vuota:

    gcloud endpoints services deploy endpointsapis.yaml
    

Il processo di creazione del servizio richiede circa un minuto. Dopodiché, dovresti essere in grado di visualizzare il servizio nella pagina Endpoint di Google Cloud Console.

Servizi di annunci immobiliari

Per elencare i servizi di un progetto, puoi utilizzare il seguente comando:

gcloud endpoints services list --project endpointsapis

Descrizione di un servizio

Per descrivere un servizio e la relativa configurazione, puoi utilizzare il seguente comando:

gcloud endpoints services describe endpointsapis.appspot.com

Eliminazione di un servizio

Se non hai più bisogno di un servizio, puoi eliminarlo utilizzando questo comando:

gcloud endpoints services delete endpointsapis.appspot.com

NOTA: per ogni servizio è prevista una conservazione obbligatoria di 30 giorni.

Annullamento dell'eliminazione di un servizio

Puoi annullare l'eliminazione di un servizio all'interno della finestra di conservazione utilizzando il seguente comando:

gcloud endpoints services undelete endpointsapis.appspot.com

Passaggi successivi

L'API Service Management utilizza un modello dichiarativo per la gestione dei servizi. Dopo aver creato il servizio, devi eseguire il push di configurazioni e implementazioni di servizio immutabili per raggiungere lo stato desiderato del servizio. Le configurazioni dei servizi vengono utilizzate per configurare i servizi di infrastruttura di Google Cloud per supportare il tuo servizio, inclusi fatturazione Cloud, Cloud Logging, Cloud Monitoring e Identity and Access Management.

Per ulteriori informazioni sulle configurazioni di servizio, vedi Gestione delle configurazioni dei servizi. Per ulteriori informazioni sui lanci dei servizi, consulta la pagina Gestire l'implementazione dei servizi.