Configurazione dell'ambiente Google Cloud

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

In questa pagina vengono descritti i passaggi per configurare l'ambiente Google Cloud in modo da poter distribuire le app Kubernetes.

Creazione dell'area di lavoro in corso...

Ti consigliamo di creare un nuovo progetto nella console Google Cloud principalmente per i prodotti Google Cloud Marketplace.

Per gestire i prodotti che invii a Google Cloud Marketplace, ti consigliamo di creare un nuovo progetto con un ID progetto che termina con -public. Per creare un progetto per i tuoi prodotti, consulta la sezione Creazione e gestione dei progetti.

Se hai già configurato un progetto per la vendita su Google Cloud Marketplace che vuoi utilizzare, verifica che i ruoli siano concessi correttamente per Kubernetes e passa alla configurazione di Container Registry.

Dopo aver creato il progetto, concedi i seguenti ruoli:

  • I ruoli di Editor progetto, Visualizzatore progetto e Amministratore Service Management per cloud-commerce-marketplace-onboarding@twosync-src.google.com
  • Il ruolo Consumatore del servizio di gestione servizi cloud-commerce-procurement@system.gserviceaccount.com
  • Il ruolo Controller di servizio Service Management per cloud-commerce-procurement@system.gserviceaccount.com
  • Il ruolo Amministratore Service Management per managed-services@cloud-marketplace.iam.gserviceaccount.com

Se hai bisogno di aiuto per eseguire il debug del tuo progetto, ad esempio per risolvere i problemi del tuo repository Container Registry, concedi il ruolo Editor di progetto a cloud-commerce-marketplace-onboarding@twosync-src.google.com.

Per la procedura di concessione dell'accesso al progetto, consulta la pagina Concedere, modificare e revocare l'accesso alle risorse.

Dopo aver creato il progetto, compila il modulo Informazioni sul progetto fornito dal team di Google Cloud Marketplace.

Configurare un registro dei container

È necessario un repository di Container Registry per ospitare le immagini del container per la tua app. Container Analysis esegue continuamente la scansione delle immagini dell'app per individuare eventuali vulnerabilità, in modo da poter esaminare e risolvere i problemi prima di inviare il prodotto a Google Cloud Marketplace.

Per configurare Container Registry, Docker e Google Cloud SDK, segui la guida rapida di Container Registry.

Dopo aver configurato Container Registry, nel progetto che contiene il tuo registro, concedi il ruolo Visualizzatore progetto a cloud-commerce-marketplace-onboarding@twosync-src.google.com.

Abilita l'API Container Analysis

Devi abilitare l'API Container Analysis, che esegue la scansione delle immagini container in Container Registry per rilevare eventuali vulnerabilità. Per una panoramica del rilevamento delle vulnerabilità in Container Analysis, consulta la documentazione di Container Registry.

Aggiungi il tuo prodotto a Google Cloud Marketplace

Per creare e pubblicare il tuo prodotto in Google Cloud Marketplace, devi utilizzare ProducerPortal. Il tuo Partner Engineer lo abilita per te dopo aver completato il modulo Informazioni sul progetto di Google Cloud Marketplace.

Per pubblicare il tuo prodotto in Producer Portal, devi creare una voce relativa al prodotto, quindi inviare le seguenti informazioni per la revisione:

  • Dettagli del prodotto: aggiungi informazioni sul prodotto e sulla scheda.
  • Prezzi: scegli e specifica il tuo modello di prezzi per determinare in che modo i clienti ti pagano per il prodotto.
  • Immagini container: fornisci il repository di Google Container Registry che include le immagini del container.
  • Conformità open source: assicurati che il prodotto sia conforme alle norme di Google sul software open source.

Puoi inviare queste recensioni in qualsiasi momento e in qualsiasi ordine. Per l'approvazione di alcune revisioni potrebbero essere necessarie fino a due settimane, quindi consigliamo di esaminare i requisiti e iniziare il prima possibile.

Per creare la voce Google Cloud Marketplace del tuo prodotto:

  1. Apri Producer Portal in Google Cloud Console:

    https://console.cloud.google.com/producer-portal?project=YOUR_PUBLIC_PROJECT_ID
    

    Sostituisci YOUR_PUBLIC_PROJECT_ID con l'ID del progetto pubblico che hai creato per Google Cloud Marketplace, ad esempio my-organization-public.

  2. Nella parte superiore della pagina, fai clic su Aggiungi prodotto.

  3. Seleziona Kubernetes.

  4. In Nome prodotto, assegna un nome al prodotto e controlla l'ID prodotto. L'ID prodotto viene utilizzato nell'URL della tua scheda di Google Cloud Marketplace.

  5. Fai clic su Crea. La creazione del prodotto potrebbe richiedere alcuni secondi.

Puoi aggiungere il modello di prezzi e le informazioni di marketing per la tua soluzione nei passaggi successivi.

Crea un cluster di sviluppo in Kubernetes Engine

Google Kubernetes Engine viene utilizzato per gestire e scalare i cluster Kubernetes. Per creare un cluster di test in cui eseguire il deployment di un'app di base, segui la guida rapida di Google Kubernetes Engine.

Installa lo strumento di sviluppo mpdev

Lo strumento mpdev è un container che raggruppa le utilità per testare e pubblicare le immagini dell'app. Sebbene non sia necessario installare mpdev per inviare un'app per la release, puoi eseguire mpdev per verificare il tuo ambiente di sviluppo e verificare se l'app viene installata correttamente nel cluster di sviluppo.

Installa mpdev dal repository GitHub degli strumenti di Google Cloud Marketplace.

Per informazioni sull'utilizzo di mpdev per controllare l'ambiente e testare la tua app, consulta il riferimento mpdev su GitHub.

Organizzazione delle release

In generale, ogni versione dell'app deve utilizzare la versione 2.0 del controllo delle versioni semantica, che segue la convenzione di numerazione MAJOR.MINOR.PATCH. Ogni versione deve avere un numero di versione univoco, ad esempio 1.0.1, 1.0.2, 1.3.1 e così via. Facoltativamente, aggiungi un trattino dopo il numero di versione per aggiungere un modificatore pre-release, ad esempio 1.3.1-alpha201910. I modificatori pre-release possono essere utilizzati per archiviare ed evidenziare eventuali informazioni aggiuntive che ritieni utili, ad esempio le date di build che indicano la creazione delle versioni.

Ti consigliamo di rilasciare il software in canali. Ogni traccia è una serie di versioni con aggiornamenti compatibili con le versioni precedenti. I canali di release dovrebbero essere basati su una versione secondaria, come 4.1.x. Come best practice, evita di utilizzare nomi di versioni generici, come latest.

Ad esempio, se stai rilasciando la versione 2.0 del tuo software su Google Cloud Marketplace e ti aspetti che le versioni 2.0.1, 2.0.5 e così via siano compatibili con le versioni precedenti di 2.0, organizza queste release nel canale di release 2.0.

Quando rilasci una versione dell'app incompatibile con le versioni precedenti o una versione che richiede agli utenti di eseguire passaggi di migrazione manuali, rilasciala in un nuovo canale per consentire agli utenti di pianificare i propri aggiornamenti.

Scegliere gli ID prodotto

Devi selezionare i seguenti identificatori per l'azienda, il prodotto e le immagini container, che vengono utilizzati per creare gli URL di Google Cloud Marketplace, e gli URI per le immagini container:

  • Il nome della tua azienda. Ad esempio, se il nome dell'azienda è Examplesoft Inc., puoi utilizzare l'identificatore examplesoft.

  • Il nome del tuo prodotto. Ad esempio, se il nome del prodotto è Esempio Pro, utilizza l'identificatore example-pro.

  • Il canale di rilascio del tuo prodotto, ad esempio 4.0.

    Leggi i requisiti per l'organizzazione delle release.

  • Le immagini container. Seleziona un identificatore univoco per ogni immagine container nell'app. I seguenti identificatori sono obbligatori per tutte le app:

    • L'immagine principale: questa immagine container è l'immagine principale del tuo prodotto e utilizza lo stesso identificatore del prodotto. Ad esempio, se l'ID prodotto è example-pro, l'immagine principale utilizza lo stesso identificatore.
    • deployer: l'immagine del container del deployment per la traccia. Il container del deployment viene eseguito quando gli utenti eseguono il deployment della tua app da Google Cloud Console. Crea un'immagine di deployment quando crei il tuo pacchetto di app.

Ad esempio, la società Examplesoft Inc. sceglie i seguenti identificatori per il proprio prodotto, Esempio Pro:

Nome Identificatore
Azienda Esempio esempiosoft
Prodotto Professionista di esempio esempio-pro
Immagine [1] (principale) Esempio di server Pro n/d
Immagine [2] Esempio di coda coda di esempio
Immagine [deployer] n/d deployer
Canale di release [1] Versione 4.x.x 4.0
Canale di release [2] Versione 5.x.x 5.0

Per questi identificatori vengono generate automaticamente le seguenti informazioni:

  • URL del prodotto in Google Cloud Marketplace: https://console.cloud.google.com/marketplace/details/examplesoft/example-pro

  • Gli URI delle immagini container:

    • marketplace.gcr.io/examplesoft/example-pro:4.0
    • marketplace.gcr.io/examplesoft/example-pro/example-queue:4.0
    • marketplace.gcr.io/examplesoft/example-pro/deployer:4.0
    • marketplace.gcr.io/examplesoft/example-pro:5.0
    • marketplace.gcr.io/examplesoft/example-pro/example-queue:5.0
    • marketplace.gcr.io/examplesoft/example-pro/deployer:5.0