Quote e limiti

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Questa pagina descrive le quote e i limiti di richiesta per Cloud Storage. Puoi richiedere un aumento delle quote, ma i limiti non possono essere modificati.

Quote e limiti sono soggetti a modifica.

Bucket

  • Esiste un limite alla dimensione dei nomi di bucket. Questo limite è di 63 caratteri se il nome non contiene un punto (.) o 222 caratteri se il bucket contiene un punto.

  • Esiste un limite di frequenza per progetto alla creazione e all'eliminazione dei bucket. Questo limite di frequenza è di circa 1 richiesta ogni 2 secondi, quindi nella maggior parte dei casi prevedi un numero inferiore di bucket e più oggetti. Ad esempio, una scelta di progettazione molto comune è quella di utilizzare un bucket per ogni utente del progetto. Tuttavia, se stai progettando un sistema che aggiunge molti utenti al secondo, allora conviene riunire molti utenti in un bucket (con le autorizzazioni appropriate) in modo che la limitazione di frequenza per la creazione dei bucket non diventi un collo di bottiglia.

  • Le applicazioni a elevata disponibilità non devono dipendere dalla creazione o dall'eliminazione di bucket nel percorso critico della loro esecuzione. I nomi dei bucket fanno parte di uno spazio dei nomi centralizzato e globale: qualsiasi dipendenza da questo spazio dei nomi crea un single point of failure per l'applicazione. A causa di ciò e della limitazione di 1 richiesta ogni 2 secondi menzionato in precedenza, per i servizi a disponibilità elevata su Cloud Storage consigliamo di creare preventivamente tutti i bucket necessari.

  • Esiste un limite di aggiornamento per ciascun bucket. Questo limite è una volta al secondo, quindi gli aggiornamenti rapidi a un singolo bucket (ad esempio la modifica della configurazione CORS) non vengono scalati.

  • Esiste un limite al numero di entità a cui è possibile concedere ruoli IAM su un bucket specifico. Questo limite è di 1500 entità per tutti i ruoli IAM e di 100 entità per i ruoli IAM legacy. Alcuni esempi di entità sono i singoli utenti, gruppi e domini. Consulta le identità IAM.

  • Per bucket con notifiche Pub/Sub:

    • Il bucket può avere fino a 100 configurazioni di notifica in tutto.

    • Il bucket può avere fino a 10 configurazioni di notifica impostate per attivare un evento specifico.

    • Ciascuna configurazione di notifica può avere fino a 10 attributi personalizzati.

Oggetti

  • Esiste un limite di dimensione massimo per i singoli oggetti archiviati in Cloud Storage. Questo limite è di 5 TiB.

    • Anche la dimensione massima di una singola richiesta di caricamento è pari a 5 TiB. Nel caso di caricamenti che richiedono un tempo di connessione prolungato, ti consigliamo di utilizzare caricamenti ripristinabili, per riprendere l'operazione in caso di errore. Per ulteriori informazioni, consulta Caricamenti ripristinabili.
  • Esiste un limite di dimensioni combinato massimo per tutte le chiavi e i valori dei metadati personalizzati. Questo limite è di 8 KiB per oggetto.

  • Esiste un limite alla dimensione dei nomi degli oggetti. Questo limite è di 1024 byte.

  • Esiste un limite di scrittura allo stesso nome dell'oggetto. Questo limite è una volta al secondo, quindi le scritture sullo stesso nome dell'oggetto non possono essere ridimensionate. Per ulteriori informazioni, consulta Immutabilità dell'oggetto.

  • Non c'è limite al numero di scritture in un intero bucket, che include il caricamento, l'aggiornamento e l'eliminazione di oggetti. I bucket inizialmente supportano circa 1000 scritture al secondo e in seguito scalano secondo necessità.

  • Non c'è limite al numero di letture per gli oggetti in un bucket, che include la lettura dei dati degli oggetti, la lettura dei metadati degli oggetti e l'elenco degli oggetti. I bucket inizialmente supportano circa 5000 letture di oggetti al secondo e quindi scalano secondo necessità. Tuttavia, esistono limiti di larghezza di banda.

  • Esiste un limite di 100 voci dell'elenco di controllo di accesso (ACL) per ogni oggetto. Gli ACL possono essere applicati a singoli utenti, gruppi o domini. Consulta la pagina dedicata agli ambiti ACL.

  • Per la composizione dell'oggetto:

    • È possibile comporre fino a 32 oggetti in una singola richiesta di composizione.

    • Non esistono limiti al numero di componenti di un oggetto composito, ma è possibile associare a tale oggetto solo fino a 2.147.483.647 metadati componentCount.

    • Gli oggetti composti sono soggetti al limite complessivo di 5 TiB per gli oggetti archiviati in Cloud Storage.

Richieste API JSON

  • Per le richieste in batch:

    • Il payload totale della richiesta deve essere inferiore a 10 MB.

    • Non includere più di 100 chiamate in un'unica richiesta.

Richieste API XML

  • Quando si inviano richieste tramite l'API XML, c'è un limite alla dimensione combinata dell'URL della richiesta e delle intestazioni HTTP. Questo limite è di 16 kB.

  • Esiste un limite al numero di bucket che vengono restituiti quando si elencano con l'API XML. Questo limite è di 1000 bucket.

  • Quando esegui un caricamento multiparte dell'API XML, si applicano i seguenti limiti:

    • Un caricamento con più parti può contenere fino a 10.000 parti.
    • Ogni singola parte ha un limite di dimensione massima di 5 GiB.
    • Una singola parte ha un limite di dimensione minima di 5 MiB, a meno che non sia l'ultima parte, che non ha un limite di dimensione minima.
    • Gli oggetti assemblati da un caricamento multi-parte sono soggetti al limite complessivo di 5 TiB per gli oggetti archiviati in Cloud Storage.
    • Non c'è limite al tempo per cui un caricamento a più parti e le sue parti caricate possono rimanere non completati o inattivi in un bucket.
    • Non c'è limite al numero di caricamenti multiparte diversi che possono verificarsi contemporaneamente per un oggetto.

Chiavi HMAC per gli account di servizio

  • È previsto un limite di 5 chiavi HMAC per ogni account di servizio. Le chiavi eliminate non contano ai fini di questo limite.

Larghezza di banda

  • Esiste una quota di larghezza di banda predefinita per ogni regione con traffico in uscita dai dati da Cloud Storage ai servizi Google. Questa quota è di 200 Gbps per progetto. Il traffico in uscita verso Cloud CDN e Media CDN è esente da questa quota.

    • Il traffico in uscita dai dati dalle due aree geografiche Cloud Storage ai servizi Google viene conteggiato nella quota di una delle aree geografiche che compongono la doppia area geografica. Ad esempio, se un'istanza di Compute Engine in us-central1 legge i dati di un bucket nella doppia area geografica nam4, l'utilizzo della larghezza di banda viene conteggiato come parte della quota complessiva per l'area geografica us-central1.

    • Puoi richiedere un aumento della quota per le regioni in base al progetto. Se vuoi aumentare la quota per una doppia area geografica, devi presentare la richiesta di aumento per una o entrambe le aree geografiche che compongono la doppia area geografica.

  • È prevista una quota per la larghezza di banda predefinita per progetto per area geografica ai servizi Google che accedono ai dati dai bucket in una determinata area geografica multipla. Questa quota è di 50 Gbps. Cloud CDN e Media CDN sono esenti da questa quota.

    • Ad esempio, supponiamo che il progetto my-project abbia diverse istanze Compute Engine in us-east1 e diverse istanze Compute Engine in us-west1. Le istanze us-east1 hanno una quota di larghezza di banda combinata di 50 Gbps durante la lettura dei dati dai bucket nella multiregione us. Le istanze us-west1 hanno una quota di larghezza di banda separata di 50 Gpbs durante la lettura dai bucket nell'area geografica us.

    • Consigliamo vivamente di utilizzare i bucket situati in aree geografiche singole o doppie per i carichi di lavoro con tariffe in uscita elevate per i servizi Google. Per i bucket a più aree geografiche esistenti che eseguono carichi di lavoro di grandi dimensioni nei servizi Google, puoi utilizzare Storage Transfer Service per spostare i dati in un bucket a doppia area geografica.

    • Ad eccezione dei casi eccezionali, è improbabile che le richieste di aumento delle quote di larghezza di banda a più aree geografiche siano approvate. Per richiedere un aumento della quota, contatta l'assistenza Google Cloud.

  • Quando la larghezza di banda di un progetto supera la quota in una località, le richieste ai bucket interessati possono essere rifiutate con errore 429 riprovabile oppure possono essere limitate. Per informazioni sul monitoraggio della larghezza di banda, consulta la sezione Utilizzo larghezza di banda.