Rapporti sui log

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Questa pagina descrive come utilizzare l'infrastruttura di servizi per abilitare i servizi gestiti per inviare log ai progetti di producer di servizi e consumer di servizi.

L'API Service Control accetta dati di log strutturati o non strutturati, che vengono raggruppati e inoltrati a Cloud Logging. Sia tu che gli utenti dei tuoi servizi gestiti potete utilizzare Google Cloud Console e Google API Console per visualizzare i dati di log oppure utilizzare l'API Cloud Logging per accedere ai dati in modo programmatico.

Mentre solo Logging consente a un servizio gestito di generare log per l'uso come sviluppatore del servizio gestito, l'API Service Control consente anche di generare log destinati agli utenti. Questo permette agli utenti di comprendere e diagnosticare il loro utilizzo del servizio gestito.

Configurazione dei log

Prima di inviare i log all'API Service Control, devi specificare tre informazioni diverse nella configurazione del servizio:

  • Nomi dei log: puoi disporre di uno o più log distinti. Ogni log è identificato da un nome univoco. I singoli log consentono di isolare i tipi distinti di dati, se ne facilitano la visualizzazione o l'utilizzo.

  • Risorse monitorate: una risorsa monitorata rappresenta un'entità cloud che produce alcuni dati di logging. Per definire una risorsa monitorata nella configurazione del servizio, consulta monitored_resource.proto per le specifiche tecniche. Ti consigliamo vivamente di utilizzare la stessa risorsa monitorata sia per il monitoraggio sia per il logging.

  • Configurazione log: consente di specificare la risorsa monitorata associata a qualsiasi flusso di log e il producer di servizi o il progetto consumer di servizi a cui inviare ogni log. Per configurare l'associazione del log, consulta logging.proto per le specifiche tecniche.

Nel seguente esempio di configurazione del servizio, il log activity_log è configurato per essere inviato al consumer di servizi.

# The definition of the monitored resource to be used.
monitored_resources:
- type: library.appspot.com/Branch
  description: A library branch
  display_name: Library Branch
  launch_stage: ALPHA
  labels:
  - key: resource_container
    description: The Google Cloud resource container (ie. project id) for
    the branch.
  - key: location
    description: The Google Cloud region the branch is located.
  - key: branch_id
    description: The ID of the branch.

# The log name to be used.
logs:
- name: activity_log

# The logging configuration.
logging:
  consumer_destinations:
  - monitored_resource: library.appspot.com/Branch
    logs:
    - activity_log

Dopo aver creato questa configurazione, dovrai seguire le sezioni Gestione delle configurazioni dei servizi e Gestione dei lanci dei servizi per eseguire il push della configurazione del servizio all'API Service Management, che configurerà la risorsa monitorata in Cloud Logging.

Log dei rapporti

Al termine del push della configurazione del servizio, puoi chiamare l'API Service Control per segnalare le voci del log. L'esempio seguente utilizza il comando gcurl per dimostrare la chiamata. Per informazioni sulla configurazione, consulta la guida introduttiva all'API Service Control.

gcurl -d "{
  'operations': [ {
    'operationId': 'e8bf36ef-f9b5-4274-b4f9-079a3731e6e5',
    'operationName': 'New book arrived',
    'consumerId': 'projects/library-consumer',
    'startTime': '`date +%FT%T%:z`',
    'endTime': '`date +%FT%T%:z`',
    'labels': {
      'location': 'us-east1',
      'branch_id': 'my-test-library-branch'
    },
    'logEntries': [ {
      'severity': 'INFO',
      'textPayload': 'new book arrived',
      'name': 'activity_log'
    } ]
  } ]
}" https://servicecontrol.googleapis.com/v1/services/endpointsapis.appspot.com:report