Utilizzo di hub e spoke

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

In questa pagina viene descritto come elencare, creare, descrivere, eliminare e aggiornare gli hub e gli spoke di Network Connectivity Center.

Per un'introduzione a Network Connectivity Center, consulta la panoramica del Network Connectivity Center.

Prima di iniziare

Prima di iniziare, consulta le seguenti sezioni.

Crea o seleziona un progetto

Per semplificare la configurazione di Network Connectivity Center, inizia identificando un progetto valido.

  1. Accedi al tuo account Google Cloud. Se non conosci Google Cloud, crea un account per valutare le prestazioni dei nostri prodotti in scenari reali. I nuovi clienti ricevono anche 300 $di crediti gratuiti per l'esecuzione, il test e il deployment dei carichi di lavoro.
  2. Nella pagina del selettore dei progetti in Google Cloud Console, seleziona o crea un progetto Google Cloud.

    Vai al selettore progetti

  3. Assicurati che la fatturazione sia attivata per il tuo progetto Cloud. Scopri come verificare se la fatturazione è abilitata su un progetto.

  4. Installa e inizializza Google Cloud CLI.
  5. Nella pagina del selettore dei progetti in Google Cloud Console, seleziona o crea un progetto Google Cloud.

    Vai al selettore progetti

  6. Assicurati che la fatturazione sia attivata per il tuo progetto Cloud. Scopri come verificare se la fatturazione è abilitata su un progetto.

  7. Installa e inizializza Google Cloud CLI.
  1. Se utilizzi Google Cloud CLI, imposta il tuo ID progetto eseguendo il comando seguente. Le istruzioni gcloud in questa pagina presuppongono che tu abbia impostato l'ID progetto.
    gcloud config set project PROJECT_ID
        
  1. Verifica che l'ID sia stato impostato eseguendo il comando seguente:
    gcloud config list --format='text(core.project)'
        

Abilita l'API Network Connectivity

Prima di poter eseguire qualsiasi attività utilizzando Network Connectivity Center, devi abilitare l'API Network Connectivity.

console

Per abilitare l'API Network Connectivity:

  1. In Google Cloud Console, vai alla pagina Centro connettività di rete.

    Vai al Centro connettività di rete

  2. Fai clic su Abilita.

In alternativa, puoi abilitare l'API utilizzando la libreria API della console di Google Cloud, come descritto in Abilitare le API.

Accedi

Per utilizzare Network Connectivity Center, devi disporre delle autorizzazioni descritte in Ruoli e autorizzazioni.

Identifica le risorse

Quando fai riferimento alle risorse utilizzando l'interfaccia a riga di comando gcloud o l'API, utilizza le convenzioni descritte nella tabella seguente.

Convegno Supportato per Note Esempio
URI completo Tutte le risorse Devi utilizzare uno di questi metodi per fare riferimento alle istanze dell'appliance router.

"https://www.googleapis.com/compute/projects/PROJECT_ID/zones/ZONE/instances/INSTANCE_NAME"

      
Nome risorsa relativo Tutte le risorse

"projects/PROJECT_ID/zones/ZONE/instances/INSTANCE_NAME"

    
Nome Risorse a livello di area geografica e globale Questo metodo può essere utilizzato per hub, spoke, tunnel VPN e collegamenti VLAN.

 "HUB_NAME"

    

Utilizza gli hub

Questa sezione descrive come elencare, creare, descrivere ed eliminare gli hub di Network Connectivity Center. Puoi anche aggiornare le etichette o la descrizione di un hub.

Crea un hub

Quando crei un hub, se vuoi puoi aggiungere una descrizione e le etichette.

console

  1. In Google Cloud Console, vai alla pagina Centro connettività di rete.

    Vai al Centro connettività di rete

  2. Nel menu a discesa del progetto, seleziona un progetto.

  3. Inserisci un Nome hub.

  4. (Facoltativo) Inserisci una Descrizione.

  5. Verifica l'ID progetto. Se l'ID progetto non è corretto, seleziona un progetto diverso utilizzando il menu a discesa nella parte superiore dello schermo.

  6. Fai clic su Continua.

  7. Esegui una di queste operazioni:

  8. Fai clic su Fine.

gcloud

Per creare un hub, utilizza il comando gcloud network-connectivity hubs create.

  gcloud network-connectivity hubs create HUB_NAME \
    --description="DESCRIPTION" \
    --labels="KEY"="VALUE"

Sostituisci i seguenti valori:

  • HUB_NAME: il nome del nuovo hub
  • DESCRIPTION: testo facoltativo che descrive l'hub.
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta

Server

Per creare un hub, utilizza il metodo networkconnectivity.hubs.create.

  POST https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/global/hubs
  {
    "name":"HUB_NAME",
    "description":"DESCRIPTION",
    "labels": {
      "KEY": "VALUE"
    }
  }

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del progetto contenente il nuovo hub
  • HUB_NAME: il nome del nuovo hub
  • DESCRIPTION: testo facoltativo che descrive l'hub.
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta

Elenca hub

Per elencare gli hub di un progetto, utilizza le seguenti indicazioni.

console

  1. In Google Cloud Console, vai alla pagina Centro connettività di rete.

    Vai al Centro connettività di rete

  2. Nel menu a discesa del progetto, seleziona un progetto.

gcloud

Per elencare l'hub associato al progetto, utilizza il comando gcloud network-connectivity hubs list.

  gcloud network-connectivity hubs list

Server

Per elencare l'hub associato al progetto, utilizza il metodo networkconnectivity.hubs.list.

  GET https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/global/hubs

Sostituisci PROJECT_ID con l'ID del progetto contenente gli hub da elencare.

Descrivi un hub

Utilizza le seguenti indicazioni per recuperare i dettagli dell'hub di un progetto.

console

  1. In Google Cloud Console, vai alla pagina Centro connettività di rete.

    Vai al Centro connettività di rete

  2. Nel menu a discesa del progetto, seleziona un progetto per visualizzare le informazioni sull'hub di quel progetto.

  3. Per visualizzare i dettagli degli spoke dell'hub, fai clic sulla scheda Raggi.

gcloud

Per informazioni dettagliate su un hub esistente, utilizza il comando gcloud network-connectivity hubs describe.

gcloud network-connectivity hubs describe HUB_NAME

Sostituisci HUB_NAME con il nome dell'hub.

L'output di questo comando include le seguenti informazioni:

  • La data e l'ora di creazione dell'hub.
  • Descrizione dell'hub
  • Qualsiasi etichetta applicata all'hub
  • Le reti VPC (routingVpcs) associate alle risorse spoke di questo hub
  • Identificatore univoco dell'hub
  • L'ora dell'ultimo aggiornamento dell'hub

Se vuoi informazioni sugli spoke collegati a un hub, consulta Elencare spoke e Descrivere uno spoke.

Server

Per ottenere informazioni dettagliate su un hub esistente, utilizza il metodo networkconnectivity.hubs.get.

  GET https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/global/hubs/HUB_NAME

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del progetto che contiene gli hub da descrivere
  • HUB_NAME: il nome dell'hub da descrivere

L'output di questo comando include le seguenti informazioni:

  • La data e l'ora di creazione dell'hub.
  • Descrizione dell'hub
  • Qualsiasi etichetta applicata all'hub
  • Le reti VPC (routingVpcs) associate alle risorse spoke di questo hub
  • Identificatore univoco dell'hub
  • L'ora dell'ultimo aggiornamento dell'hub

Il seguente snippet illustra una risposta tipica a questa chiamata API:

 {
   "name": "projects/myproject/locations/global/hubs/myhub",
   "createTime": "2021-08-29T23:40:25.844970812Z",
   "updateTime": "2021-08-30T04:20:36.738801209Z",
   "labels": {
     "environment": "test"
   },
   "description": "in review",
   "uniqueId": "d6d3e375-4224-4352-a3b6-776042419430",
   "state": "ACTIVE",
   "routingVpcs": [ {
     "uri": "https://www.googleapis.com/compute/v1/projects/myproject/global/networks/myvpcnetwork"
   } ]
 }
 

Se vuoi informazioni sugli spoke collegati a un hub, consulta Elencare spoke e Descrivere uno spoke.

Aggiorna un hub

Dopo aver creato un hub, puoi aggiornarlo aggiungendo o modificando uno dei seguenti elementi:

  • Etichette applicate all'hub
  • Descrizione dell'hub

Per ulteriori informazioni sulle etichette, vedi Requisiti per le etichette.

gcloud

Per aggiornare la descrizione di un hub o aggiungere etichette a un hub, utilizza il comando gcloud network-connectivity hubs update.

  gcloud network-connectivity hubs update HUB_NAME \
    --description="DESCRIPTION" \
    --update-labels="KEY"="VALUE"

Sostituisci i seguenti valori:

  • HUB_NAME: il nome dell'hub.
  • DESCRIPTION: una nuova descrizione facoltativa dell'hub
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta

Per rimuovere una o più etichette, utilizza il flag --remove-labels. Per rimuovere tutte le etichette, utilizza il flag --clear-labels. Per maggiori informazioni, consulta gcloud network connectivity hubs update.

Server

Per aggiornare la descrizione di un hub o aggiungere etichette a un hub, utilizza il metodo networkconnectivity.hubs.patch.

  PATCH https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/global/hubs/HUB_NAME
  {
    "description": "DESCRIPTION",
    "labels": {
      "KEY": "VALUE"
    }
  }

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del progetto contenente l'hub a cui aggiungere un'etichetta
  • HUB_NAME: il nome dell'hub.
  • DESCRIPTION: una nuova descrizione facoltativa dell'hub
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta

Elimina un hub

Prima di poter eliminare un hub, devi eliminare i relativi spoke, come descritto in Eliminare uno spoke.

console

  1. In Google Cloud Console, vai alla pagina Centro connettività di rete.

    Vai al Centro connettività di rete

  2. Nel menu a discesa del progetto, seleziona un progetto.

  3. Fai clic su Elimina hub.

  4. Nella finestra di dialogo di conferma, esegui una delle seguenti operazioni:

    • Fai clic su Annulla se non vuoi eliminare l'hub.
    • Fai clic su Elimina per eliminare l'hub.

gcloud

Per eliminare un hub, utilizza il comando gcloud network-connectivity hubs delete.

  gcloud network-connectivity hubs delete HUB_NAME

Sostituisci HUB_NAME con il nome dell'hub.

Server

Per eliminare un hub, utilizza il metodo networkconnectivity.hubs.delete.

  DELETE https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/global/hubs/HUB_NAME

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del progetto contenente l'hub da eliminare
  • HUB_NAME: il nome dell'hub da eliminare

Lavorare con gli spoke

In questa sezione viene descritto come elencare, creare, descrivere, eliminare e aggiornare gli spoke di Network Connectivity Center.

Linee guida relative allo spoke

Quando crei uno spoke, specifichi il tipo di risorsa di rete Google Cloud che prevedi di associare allo spoke.

  • Per un elenco dei tipi di risorse supportati, consulta la sezione Raggi della panoramica del Network Connectivity Center.
  • Per il numero di risorse che puoi associare a uno spoke, consulta la pagina Quote e limiti.

Consigliamo di creare gli spoke nell'area geografica più vicina al sito a cui si collega lo spoke. Un sito può essere un data center on-premise, una filiale o un altro cloud provider.

Requisiti

Devi creare ogni spoke nella stessa regione di Google Cloud della risorsa di connettività di rete che vuoi associare allo spoke. Ad esempio, supponiamo di avere un tunnel VPN che utilizza un gateway VPN ad alta disponibilità in us-central1. Se vuoi creare uno spoke che utilizza questo tunnel, devi creare lo spoke in us-central1.

Limitazioni

Dopo aver creato uno spoke, non è possibile modificare molti dei suoi attributi. Se vuoi modificare un attributo che non può essere modificato, devi eliminare lo spoke e ricrearlo.

Ad esempio, i seguenti attributi non possono essere modificati:

  • Il valore del campo di trasferimento di dati site-to-site.

  • I tunnel VPN ad alta disponibilità o i collegamenti VLAN associati allo spoke.

  • La rete VPC associata alle risorse di supporto di spoke. Questa limitazione è pertinente solo per gli spoke dell'appliance router, in quanto dispongono di risorse modificabili.

Per un elenco di attributi di spoke che possono essere modificati dopo la creazione dello spoke, vedi Aggiornare uno spoke.

Consigli per collegare più risorse a uno spoke

Quando crei uno spoke, puoi aggiungere più di una risorsa, ma tutte devono essere dello stesso tipo. Ad esempio, puoi aggiungere più tunnel VPN ad alta disponibilità, ma non puoi aggiungere tunnel VPN ad alta disponibilità e collegamenti VLAN.

Inoltre, per i collegamenti VLAN e i tunnel VPN, si verifica la seguente limitazione: sebbene uno spoke possa essere associato a più risorse, ciascuna risorsa può essere associata a uno solo spoke. Un'istanza di appliance router può invece essere associata a più spoke se presenta interfacce in più reti VPC e se il campo di trasferimento di dati site-to-site è impostato su false. Tuttavia, ogni interfaccia può essere associata a un solo spoke.

Inoltre, consulta i suggerimenti specifici delle risorse descritti nelle sezioni Creare uno spoke dell'appliance router, Creare uno spoke di collegamento VLAN e Creare uno spoke VPN.

Assegnazione spoke ASN

Devi assegnare gli ASN come descritto nei requisiti ASN.

Convalida le risorse spoke

Prima di creare uno spoke, la risorsa corrispondente deve essere configurata correttamente. Per ulteriori informazioni, consulta i suggerimenti specifici per le risorse descritti nelle sezioni Creare uno spoke dell'appliance router, Creare uno spoke di collegamento VLAN e Creare uno spoke VPN.

Crea uno spoke dell'appliance router

Se utilizzi un'appliance Router che si connette a siti esterni a Google Cloud, segui le seguenti indicazioni:

  • A differenza dei collegamenti VLAN e degli spoke VPN, lo spoke di un'appliance router non deve essere associato a una singola posizione al di fuori di Google Cloud. Tuttavia, poiché le istanze dell'appliance router sono risorse a livello di area geografica, ti consigliamo di configurarle in modo che ricevano i dati da località vicine.

  • Se configuri più istanze dell'appliance router per ricevere dati dallo stesso insieme di siti, ti consigliamo di associare tali istanze allo stesso spoke.

Se utilizzi un spoke di appliance router per il trasferimento di dati site-to-site, segui le seguenti indicazioni:

  • Se colleghi più istanze dell'appliance router a uno spoke, tieni presente che il Network Connectivity Center non fornisce il trasferimento di dati site-to-site tra le istanze. Per utilizzare il trasferimento di dati site-to-site, devi configurare più spoke. In risposta, Network Connectivity Center consente il trasferimento di dati tra gli spoke.

Dopo aver creato uno spoke dell'appliance router, devi configurare il peering BGP tra l'istanza dell'appliance router e un router Cloud situato nella stessa area geografica. Per maggiori dettagli, consulta la sezione Creare istanze di router.

Per informazioni sulla configurazione delle risorse necessarie per creare uno spoke per le appliance router, consulta la seguente documentazione:

console

Inserisci i dettagli di base dello spoke

  1. In Google Cloud Console, vai alla pagina Centro connettività di rete.
  2. Vai al Centro connettività di rete
  3. Nel menu a discesa del progetto, seleziona un progetto.
  4. Fai clic sulla scheda Raggi.
  5. Fai clic su Aggiungi spoke.
  6. Nel modulo Nuovo spoke, imposta il Tipo di spoke.
  7. Inserisci un Nome spoke e, facoltativamente, una Descrizione.
  8. Seleziona il campo Area geografica per il nuovo spoke.
  9. In Trasferimento dati site-to, seleziona On o Off. Se la regione selezionata non supporta il trasferimento di dati, il campo viene disattivato. Per ulteriori informazioni su questo caso d'uso, consulta la Panoramica del trasferimento di dati site-to-site.
  10. Nell'elenco a discesa Rete VPC, seleziona una rete. Se hai più spoke che utilizzano la funzionalità di trasferimento di dati, tutti questi spoke devono essere nella stessa rete VPC. Quindi, se hai già creato uno spoke che utilizza il trasferimento di dati, il valore della rete VPC è precompilato e non può essere modificato.

Inserisci i dettagli dell'appliance router

  1. Scegli un'istanza dell'appliance router:
    1. Fai clic su Aggiungi istanza.
    2. Dal menu a discesa Istanze, seleziona un'istanza dell'appliance router esistente.
  2. Per aggiungere altre istanze dell'appliance router a questo spoke, ripeti il passaggio precedente. Quando hai finito, fai clic su Fine e continua con l'opzione Salvare lo spoke.

Salvare lo spoke

  1. Se vuoi aggiungere altri spoke, fai clic su Aggiungi spoke e ripeti il processo, iniziando con un Nome spoke.
  2. Quando hai finito di aggiungere gli spoke, fai clic su Crea. La pagina Centro connettività di rete si aggiorna per mostrare i dettagli degli spoke che hai creato.

gcloud

Per creare uno spoke dell'appliance router, utilizza il comando gcloud network-connectivity spokes linked-router-appliances create.

Ad esempio, per creare uno spoke con due istanze appliance router e utilizzare il trasferimento di dati site-to-site, esegui il comando seguente:

  gcloud network-connectivity spokes linked-router-appliances create NAME \
    --hub=HUB_NAME \
    --description="DESCRIPTION" \
    --router-appliance=instance="ROUTER_APPLIANCE_URI",ip=IP_ADDRESS \
    --router-appliance=instance="ROUTER_APPLIANCE_URI_2",ip=IP_ADDRESS_2 \
    --region=REGION \
    --labels="KEY"="VALUE" \
    --site-to-site-data-transfer
 

Sostituisci i seguenti valori:

  • NAME: il nome dello spoke
  • HUB_NAME: il nome dell'hub.
  • DESCRIPTION: testo facoltativo che descrive il parlato
  • ROUTER_APPLIANCE_URI: l'URI della prima istanza dell'appliance router, ad esempio
    https://www.googleapis.com/compute/projects/PROJECT_ID/zones/ZONE/instances/INSTANCE_NAME 
  • IP_ADDRESS: l'indirizzo IP interno della prima istanza dell'appliance router
  • ROUTER_APPLIANCE_URI_2: l'URI della seconda istanza dell'appliance router
  • IP_ADDRESS_2: l'indirizzo IP interno della seconda istanza dell'appliance router
  • REGION: l'area geografica di Google Cloud in cui si trova il spoke, ad esempio us-west1
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta

Utilizza il flag site-to-site-data-transfer se vuoi abilitare il trasferimento di dati per lo spoke. Per ulteriori informazioni su questo caso d'uso, consulta la panoramica del trasferimento di dati site-to-site.

Server

Per creare uno spoke dell'appliance router, utilizza il metodo networkconnectivity.spokes.create. Ad esempio, per creare uno spoke contenente due istanze di appliance router, utilizza la seguente richiesta:

  POST https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/REGION/spokes/SPOKE_NAME
  {
    "hub": "HUB_NAME",
    "labels": {"KEY": "VALUE"},
    "linkedRouterApplianceInstances": {
      "instances": [
        {
          "virtualMachine": "ROUTER_APPLIANCE_URI",
          "ipAddress": "IP_ADDRESS",
        },
        {
          "virtualMachine": "ROUTER_APPLIANCE_URI_2,
          "ipAddress": "IP_ADDRESS_2",
        }
      ],
      "siteToSiteDataTransfer": BOOLEAN
    }
  }
 

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del tuo progetto
  • REGION: l'area geografica di Google Cloud in cui vuoi individuare lo spoke, ad esempio us-west1
  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke
  • HUB_NAME: il nome dell'hub a cui colleghi lo spoke
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • ROUTER_APPLIANCE_URI: l'URI della prima istanza dell'appliance router, ad esempio
    https://www.googleapis.com/compute/projects/PROJECT_ID/zones/ZONE/instances/INSTANCE_NAME 
  • IP_ADDRESS: l'indirizzo IP interno della prima istanza dell'appliance router
  • ROUTER_APPLIANCE_URI_2: l'URI della seconda istanza dell'appliance router
  • IP_ADDRESS_2: l'indirizzo IP interno della seconda istanza dell'appliance router

Crea uno spoke di collegamento VLAN

Prima di creare gli spoke di collegamento VLAN, tieni presente le seguenti linee guida:

  • Se hai connessioni Dedicated Interconnect o Partner Interconnect configurate in una configurazione ridondante allo stesso sito, devi configurare entrambe le connessioni come un singolo spoke. I collegamenti VLAN ridondanti associati a queste connessioni di interconnessione devono trovarsi nella stessa area geografica di Google Cloud. Per ulteriori informazioni sulle configurazioni ridondanti, consulta le Best practice per Cloud Interconnect.
  • Se vuoi utilizzare connessioni di interconnessione da regioni diverse, devi configurarle come spoke diversi.

Per informazioni sulla configurazione delle risorse necessarie per creare uno spoke di collegamento VLAN, consulta la documentazione seguente:

Per informazioni sulla verifica delle risorse dei collegamenti VLAN, consulta la seguente documentazione:

console

Inserisci i dettagli di base dello spoke

  1. In Google Cloud Console, vai alla pagina Centro connettività di rete.
  2. Vai al Centro connettività di rete
  3. Nel menu a discesa del progetto, seleziona un progetto.
  4. Fai clic sulla scheda Raggi.
  5. Fai clic su Aggiungi spoke.
  6. Nel modulo Nuovo spoke, imposta il Tipo di spoke.
  7. Inserisci un Nome spoke e, facoltativamente, una Descrizione.
  8. Seleziona il campo Area geografica per il nuovo spoke.
  9. In Trasferimento dati site-to, seleziona On o Off. Se la regione selezionata non supporta il trasferimento di dati, il campo viene disattivato. Per ulteriori informazioni su questo caso d'uso, consulta la Panoramica del trasferimento di dati site-to-site.
  10. Nell'elenco a discesa Rete VPC, seleziona una rete. Se hai più spoke che utilizzano la funzionalità di trasferimento di dati, tutti questi spoke devono essere nella stessa rete VPC. Quindi, se hai già creato uno spoke che utilizza il trasferimento di dati, il valore della rete VPC è precompilato e non può essere modificato.

Inserisci i dettagli del collegamento VLAN

  1. Scegli un collegamento VLAN:
    1. Fai clic su Aggiungi allegato.
    2. Dal menu a discesa Allegato VLAN, seleziona un collegamento esistente.
  2. Per aggiungere altri allegati a questo spoke, ripeti il passaggio precedente. Quando hai finito, fai clic su Fine e continua con l'opzione Salvare lo spoke.

Salvare lo spoke

  1. Se vuoi aggiungere altri spoke, fai clic su Aggiungi spoke e ripeti il processo, iniziando con un Nome spoke.
  2. Quando hai finito di aggiungere gli spoke, fai clic su Crea. La pagina Centro connettività di rete si aggiorna per mostrare i dettagli degli spoke che hai creato.

gcloud

Per creare uno spoke di collegamento VLAN, utilizza il comando gcloud network-connectivity spokes linked-interconnect-attachments create.

Ad esempio, per creare uno spoke con due collegamenti VLAN e che utilizza il trasferimento di dati site-to-site, esegui il comando seguente:

  gcloud network-connectivity spokes linked-interconnect-attachments create SPOKE_NAME \
    --hub=HUB_NAME \
    --description="DESCRIPTION" \
    --interconnect-attachments=VLAN_ATTACHMENT_NAME,VLAN_ATTACHMENT_NAME_2 \
    --region=REGION \
    --labels="KEY"="VALUE"
    --site-to-site-data-transfer

Sostituisci i seguenti valori:

  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke
  • HUB_NAME: il nome dell'hub, in formato URI, a cui colleghi lo spoke, ad esempio
    projects/myproject/locations/global/hubs/us-west-to-uk
  • DESCRIPTION: testo facoltativo che descrive il parlato
  • VLAN_ATTACHMENT_NAME: il nome del primo collegamento VLAN da aggiungere allo spoke
  • VLAN_ATTACHMENT_NAME_2: il nome del secondo collegamento VLAN; se includi un secondo collegamento, assicurati di omettere uno spazio tra la virgola e il nome dell'allegato
  • REGION: l'area geografica di Google Cloud in cui si trova il spoke
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore del testo dell'etichetta
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore del testo dell'etichetta

Utilizza il flag site-to-site-data-transfer se vuoi abilitare il trasferimento di dati per lo spoke. Per ulteriori informazioni su questo caso d'uso, consulta la panoramica del trasferimento di dati site-to-site.

Server

Per creare uno spoke di collegamento VLAN, utilizza il metodo networkconnectivity.spokes.create. Ad esempio, per creare uno spoke contenente due collegamenti VLAN, utilizza la richiesta seguente:

  POST https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/REGION/spokes/SPOKE_NAME
  {
    "hub": "HUB_NAME",
    "labels": {"KEY": "VALUE"},
    "linkedInterconnectAttachments": {
      "uris": [
        "VLAN_ATTACHMENT_NAME",
        "VLAN_ATTACHMENT_NAME_2"
      ],
      "siteToSiteDataTransfer": BOOLEAN
    }
  }

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del tuo progetto
  • REGION: l'area geografica di Google Cloud in cui vuoi individuare lo spoke, ad esempio us-west1
  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke
  • HUB_NAME: il nome dell'hub a cui colleghi lo spoke
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • VLAN_ATTACHMENT_NAME: il nome del primo collegamento VLAN da aggiungere allo spoke
  • VLAN_ATTACHMENT_NAME_2: nome del secondo collegamento VLAN
  • BOOLEAN: un valore che determina se il trasferimento di dati site-to-site è abilitato per questo spoke. Per ulteriori informazioni su questo caso d'uso, consulta la sezione Panoramica del trasferimento di dati site-to-site

Crea uno spoke VPN

Prima di creare gli spoke VPN, segui le linee guida seguenti:

  • Quando colleghi tunnel tunnel ad alta disponibilità a uno spoke, consigliamo di configurare tutti i tunnel che si collegano a un singolo sito come un unico spoke. È vero anche il contrario; due tunnel che si collegano a due siti diversi devono essere collegati a spoke diversi. Ad esempio, supponi di voler connettere un ufficio a Dallas a un ufficio a Tokyo. Il tunnel che si connette a Dallas deve fare parte di uno spoke diverso da quello che connette la rete VPC a Tokyo.

  • Quando colleghi i tunnel VPN ad alta disponibilità a un spoke, non puoi connettere gateway VPN ad alta disponibilità in regioni diverse tra loro nello stesso progetto Google Cloud. si tratta di una limitazione della VPN ad alta disponibilità, non di una limitazione del Network Connectivity Center.

Per informazioni sulla configurazione delle risorse necessarie per creare uno spoke VPN, consulta la documentazione seguente:

Per informazioni sulla verifica delle risorse VPN, consulta la sezione Controllare lo stato della VPN ad alta disponibilità.

console

Inserisci i dettagli di base dello spoke

  1. In Google Cloud Console, vai alla pagina Centro connettività di rete.
  2. Vai al Centro connettività di rete
  3. Nel menu a discesa del progetto, seleziona un progetto.
  4. Fai clic sulla scheda Raggi.
  5. Fai clic su Aggiungi spoke.
  6. Nel modulo Nuovo spoke, imposta il Tipo di spoke.
  7. Inserisci un Nome spoke e, facoltativamente, una Descrizione.
  8. Seleziona il campo Area geografica per il nuovo spoke.
  9. In Trasferimento dati site-to, seleziona On o Off. Se la regione selezionata non supporta il trasferimento di dati, il campo viene disattivato. Per ulteriori informazioni su questo caso d'uso, consulta la Panoramica del trasferimento di dati site-to-site.
  10. Nell'elenco a discesa Rete VPC, seleziona una rete. Se hai più spoke che utilizzano la funzionalità di trasferimento di dati, tutti questi spoke devono essere nella stessa rete VPC. Quindi, se hai già creato uno spoke che utilizza il trasferimento di dati, il valore della rete VPC è precompilato e non può essere modificato.

Inserisci i dettagli del tunnel VPN

  1. Imposta l'elenco a discesa Tipo di spoke su tunnel VPN.
  2. Seleziona la Area geografica per lo spoke.
  3. Scegli un tunnel:
    1. Fai clic su Aggiungi tunnel.
    2. Dal menu a discesa tunnel VPN, seleziona un tunnel esistente.
  4. Per aggiungere altri tunnel a questo spoke, ripeti il passaggio precedente. Quando hai finito, fai clic su Fine e continua con l'opzione Salvare lo spoke.

Salvare lo spoke

  1. Se vuoi aggiungere altri spoke, fai clic su Aggiungi spoke e ripeti il processo, iniziando con un Nome spoke.
  2. Quando hai finito di aggiungere gli spoke, fai clic su Crea. La pagina Centro connettività di rete si aggiorna per mostrare i dettagli degli spoke che hai creato.

gcloud

Per creare uno spoke contenente un tunnel VPN ad alta disponibilità, utilizza il comando gcloud network-connectivity spokes linked-vpn-tunnels create.

Ad esempio, per creare uno spoke con due tunnel VPN ad alta disponibilità e che utilizza il trasferimento di dati site-to-site, inserisci il comando seguente:

  gcloud network-connectivity spokes linked-vpn-tunnels create SPOKE_NAME \
    --hub=HUB_NAME \
    --description="DESCRIPTION" \
    --vpn-tunnels=TUNNEL_NAME,TUNNEL_NAME_2 \
    --region=REGION
    --labels="KEY"="VALUE"
    --site-to-site-data-transfer

Sostituisci i seguenti valori:

  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke
  • HUB_NAME: il nome dell'hub, in formato URI, a cui colleghi lo spoke,ad esempio
    projects/PROJECT_ID/locations/global/hubs/us-west-to-uk
  • DESCRIPTION: testo facoltativo che descrive il parlato, ad esempio us-vpn-spoke
  • TUNNEL_NAME: il nome del primo tunnel VPN ad alta disponibilità da aggiungere allo spoke
  • TUNNEL_NAME_2: il nome del secondo tunnel VPN ad alta disponibilità. Se utilizzi un secondo tunnel, assicurati di omettere uno spazio tra la virgola e il nome del secondo tunnel.
  • REGION: l'area geografica di Google Cloud in cui si trova il spoke
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta

Utilizza il flag site-to-site-data-transfer se vuoi abilitare il trasferimento di dati per lo spoke. Per ulteriori informazioni su questo caso d'uso, consulta la panoramica del trasferimento di dati site-to-site.

Server

Per creare uno spoke VPN, utilizza il metodo networkconnectivity.spokes.create. Ad esempio, per creare uno spoke contenente due tunnel VPN ad alta disponibilità, utilizza la richiesta seguente:

  POST https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/REGION/spokes/SPOKE_NAME
  {
    "hub": "HUB_NAME",
    "labels": {"KEY": "VALUE"},
    "linkedVpnTunnels": {
      "uris": [
        "TUNNEL_NAME",
        "TUNNEL_NAME_2"
      ],
      "siteToSiteDataTransfer": BOOLEAN
    }
  }

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del tuo progetto
  • REGION: l'area geografica di Google Cloud in cui vuoi individuare lo spoke, ad esempio us-west1
  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke
  • HUB_NAME: il nome dell'hub a cui colleghi lo spoke
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore del testo facoltativo dell'etichetta
  • TUNNEL_NAME: il nome del primo tunnel VPN ad alta disponibilità da aggiungere allo spoke
  • TUNNEL_NAME_2: il nome del secondo tunnel VPN ad alta disponibilità
  • BOOLEAN: un valore che determina se il trasferimento di dati site-to-site è abilitato per questo spoke. Per ulteriori informazioni su questo caso d'uso, consulta la sezione Panoramica del trasferimento di dati site-to-site

Elenco spoke

Questo insieme di comandi elenca gli spoke nell'area geografica specificata. Consulta anche la sezione Descrivere un hub.

gcloud

Per elencare gli spoke esistenti, utilizza il comando gcloud network-connectivity spokes list.

gcloud network-connectivity spokes list \
--region=REGION

Sostituisci REGION con l'area geografica appropriata.

Server

Per elencare gli spoke esistenti, utilizza il metodo networkconnectivity.spokes.list.

  GET https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/REGION/spokes

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del progetto contenente gli spoke da elencare
  • REGION: l'area geografica in cui si trova lo spoke, ad esempio us-west1

Per ottenere un elenco aggregato di spoke esistenti in cui i valori di più righe sono raggruppati per formare un singolo valore di riepilogo, utilizza il metodo networkconnectivity.spokes.list con un trattino (-) dopo locations come carattere jolly.

  GET https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/-/spokes

Descrivi uno spoke

Per informazioni dettagliate su uno spoke esistente, segui le indicazioni seguenti.

console

  1. Vai alla pagina Centro connettività di rete.

    Vai al Centro connettività di rete

  2. Nel menu a discesa del progetto, seleziona un progetto.

  3. Fai clic sulla scheda Raggi.

  4. Nella colonna Nome del parlato, seleziona uno spoke per visualizzare la pagina Dettagli del parlato.

gcloud

Per descrivere uno spoke, utilizza il comando gcloud network-connectivity spokes describe.

  gcloud network-connectivity spokes describe SPOKE_NAME \
    --region=REGION

Sostituisci i seguenti valori:

  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke
  • REGION: regione in cui si trova lo spoke

Server

Per descrivere uno spoke, utilizza il metodo networkconnectivity.spokes.get.

 GET https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/REGION/spokes/SPOKE_NAME

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del progetto contenente lo spoke
  • REGION: l'area geografica in cui si trova lo spoke, ad esempio us-west1
  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke

Aggiornare uno spoke

Dopo aver creato uno spoke, puoi aggiornare quanto segue:

  • La descrizione dello spoke
  • Le etichette applicate allo spoke; per informazioni sulle etichette, consulta Requisiti per le etichette
  • Se lo spoke è uno spoke dell'appliance router, puoi modificare le relative risorse sottostanti; tuttavia, le nuove risorse devono trovarsi nella stessa rete VPC delle risorse originali.

console

Per modificare le risorse utilizzate da uno spoke di appliance router, segui questi passaggi:

  1. Vai alla pagina Centro connettività di rete.

    Vai al Centro connettività di rete

  2. Nel menu a discesa del progetto, seleziona un progetto.

  3. Fai clic sulla scheda Raggi.

  4. Fai clic sul nome dello spoke che vuoi modificare.

  5. Esegui una delle operazioni seguenti:

    • Per aggiungere risorse, fai clic su Aggiungi istanze e segui le istruzioni per selezionare una o più VM. Al termine, fai clic su OK.
    • Per rimuovere le risorse, seleziona le VM che vuoi rimuovere e fai clic su Rimuovi istanze. Nella finestra di dialogo di conferma, fai clic su OK.

gcloud

Per aggiornare uno spoke, utilizza uno dei seguenti comandi:

Aggiorna descrizione ed etichette

Per aggiornare la descrizione e l'etichetta di uno spoke dell'appliance di router, esegui il comando seguente:

  gcloud network-connectivity spokes linked-router-appliances update SPOKE_NAME \
    --description="DESCRIPTION" \
    --region=REGION \
    --update-labels="KEY"="VALUE"

Sostituisci i seguenti valori:

  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke da aggiornare
  • DESCRIPTION: una nuova descrizione per il spoke
  • REGION: l'area geografica di Google Cloud in cui si trova il spoke, ad esempio us-west1
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore

Aggiorna le risorse sottostanti di uno spoke dell'appliance router

Se necessario, puoi aggiornare lo spoke di un'appliance router per utilizzare un'istanza appliance router diversa, purché la nuova risorsa sia nella stessa rete VPC dell'originale. Per sostituire la risorsa esistente con una nuova, esegui il comando seguente:

  gcloud network-connectivity spokes linked-router-appliances update SPOKE_NAME \
     --region=REGION \
     --router-appliance=instance="ROUTER_APPLIANCE_URI",ip=IP_ADDRESS

Sostituisci i seguenti valori:

  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke
  • REGION: l'area geografica di Google Cloud in cui si trova il spoke, ad esempio us-west1
  • ROUTER_APPLIANCE_URI: l'URI della nuova istanza del router da associare allo spoke, ad esempio,
    "https://www.googleapis.com/compute/v1/projects/PROJECT_ID/zones/ZONE/instances/INSTANCE_NAME"
  • IP_ADDRESS: l'indirizzo IP interno della nuova istanza dell'appliance router

Server

Per aggiornare uno spoke, utilizza il metodo networkconnectivity.spokes.patch.

Aggiorna descrizione ed etichette

Per aggiornare la descrizione e l'etichetta di uno spoke dell'appliance router, utilizza la seguente richiesta:

 PATCH https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/REGION/spokes/SPOKE_NAME
 {
   "description": "DESCRIPTION"
   "labels": {
     "KEY": "VALUE"
   }
 }

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del progetto contenente lo spoke
  • REGION: l'area geografica in cui si trova lo spoke, ad esempio us-west1
  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke da aggiornare
  • DESCRIPTION: una nuova descrizione per il spoke
  • KEY: la chiave nella coppia chiave-valore
  • VALUE: il valore nella coppia chiave-valore

Aggiorna le risorse sottostanti di uno spoke dell'appliance router

Se necessario, puoi aggiornare lo spoke di un'appliance router per utilizzare un'istanza appliance router diversa, purché la nuova risorsa sia nella stessa rete VPC dell'originale. Per sostituire la risorsa esistente con una nuova, utilizza la seguente richiesta:

 PATCH https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/REGION/spokes/SPOKE
 {
   "linkedRouterApplianceInstances": {
     "instances": [
       {
         "virtualMachine": "ROUTER_APPLIANCE_URI",
         "ipAddress": "IP_ADDRESS",
       }
     ]
   }
 }

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del progetto contenente lo spoke
  • REGION: l'area geografica in cui si trova lo spoke, ad esempio us-west1
  • SPOKE: il nome dello spoke
  • ROUTER_APPLIANCE_URI: l'URI della nuova istanza del router da associare allo spoke, ad esempio,
    "https://www.googleapis.com/compute/v1/projects/PROJECT_ID/zones/ZONE/instances/INSTANCE_NAME"
  • IP_ADDRESS: l'indirizzo IP interno della nuova istanza dell'appliance router

Eliminare uno spoke

Quando elimini uno spoke, scolleghi anche le risorse dallo spoke. Ciò significa che l'eliminazione di uno spoke non elimina le risorse, ma le dissocie solo dallo spoke.

console

  1. Vai alla pagina Centro connettività di rete.

    Vai al Centro connettività di rete

  2. Nel menu a discesa del progetto, seleziona un progetto.

  3. Fai clic sulla scheda Raggi.

  4. Visualizza l'elenco dei nomi di spoke per il progetto.

  5. Seleziona gli spoke da eliminare.

  6. Fai clic su Elimina spoke.

  7. Nella finestra di dialogo di conferma, esegui una delle seguenti operazioni:

    • Fai clic su Annulla se non vuoi eliminare gli spoke.
    • Fai clic su Elimina per eliminare gli spoke.

gcloud

Per eliminare uno spoke, utilizza il comando gcloud network-connectivity spokes delete.

  gcloud network-connectivity spokes delete SPOKE_NAME \
    --region=REGION

Sostituisci i seguenti valori:

  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke da eliminare
  • REGION: la regione in cui si trova lo spoke. Questa opzione è obbligatoria oltre alla regione elencata nel nome completo dello spoke

Server

Per eliminare uno spoke esistente, utilizza il metodo networkconnectivity.spokes.delete.

  DELETE https://networkconnectivity.googleapis.com/v1/projects/PROJECT_ID/locations/REGION/spokes/SPOKE_NAME

Sostituisci i seguenti valori:

  • PROJECT_ID: l'ID del progetto contenente lo spoke da eliminare
  • REGION: l'area geografica in cui si trova lo spoke, ad esempio us-west1
  • SPOKE_NAME: il nome dello spoke da eliminare

Passaggi successivi