Trigger di Cloud Build

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Cloud Build utilizza trigger di build per abilitare l'automazione CI/CD. Puoi configurare trigger per ascoltare gli eventi in arrivo, ad esempio quando viene eseguito il push di un nuovo commit in un repository o quando viene avviata una richiesta di pull, quindi esegui automaticamente una build quando arrivano nuovi eventi. Puoi anche configurare trigger per creare codice per qualsiasi modifica al repository di codice sorgente o solo per le modifiche che soddisfano determinati criteri.

Questa pagina fornisce una panoramica di ogni tipo di trigger e delle funzionalità associate ai trigger.

Attivatori di eventi del repository

Cloud Build ti consente di eseguire automaticamente build su eventi di repository, come push o richieste di pull. Puoi connettere repository esterni, come i repository in GitHub o Bitbucket, a Cloud Build o utilizzare codice in Cloud Source Repositories per le tue build. Puoi connettere qualsiasi repository di codice sorgente a Cloud Build, ma Cloud Build offre trigger di eventi di repository specifici che puoi utilizzare per integrare facilmente sistemi di gestione del codice sorgente (SCM) specifici. Questa sezione illustra i trigger di eventi del repository disponibili.

Trigger di GitHub

Puoi creare trigger GitHub per eseguire automaticamente build in risposta a eventi di repository, come push o richieste di pull. Puoi visualizzare lo stato della build del trigger su GitHub e Google Cloud Console. Puoi anche usare l'app GitHub di Cloud Build per connetterti e creare codice in GitHub. Per scoprire di più, consulta Creazione di repository da GitHub.

Trigger di GitHub Enterprise

Puoi creare trigger per repository ospitati su un'istanza GitHub Enterprise, incluse istanze ospitate in un ambiente on-premise e non raggiungibili tramite una connessione a Internet pubblica. I trigger di GitHub Enterprise possono essere utilizzati per eseguire build in risposta a push o richieste di pull da un'istanza GitHub Enterprise. Per scoprire di più, consulta la sezione Creazione di repository da GitHub Enterprise.

Trigger di GitLab Enterprise Edition

Puoi creare trigger per repository ospitati su un'istanza GitLab Enterprise Edition, incluse istanze ospitate in una rete privata. I trigger di GitLab Enterprise Edition possono essere utilizzati per eseguire build in risposta ai push o alle richieste di pull associati al tuo repository GitLab Enterprise Edition. Per ulteriori informazioni, consulta Creazione di repository da GitLab Enterprise Edition.

Attivatori di Bitbucket Server

Puoi creare trigger per repository ospitati su un'istanza Bitbucket Server, incluse istanze ospitate in un ambiente on-premise. Puoi connettere il tuo repository Bitbucket Server a Cloud Build più volte con più connessioni host. Per scoprire di più su come creare trigger per eseguire build in risposta agli eventi, consulta Creazione di repository da Bitbucket Server.

Attivatori del data center Bitbucket

Puoi creare trigger per repository ospitati su un'istanza di data center Bitbucket, incluse istanze ospitate in un ambiente on-premise. I trigger di Databucket di Bitbucket possono essere utilizzati per eseguire build in risposta a eventi quali push di commit o richieste di pull. Per scoprire di più, consulta Creazione di repository da Bitbucket Data Center.

Attivatori manuali

Puoi creare trigger manuali per eseguire manualmente le build e sostituire i valori delle variabili di sostituzione definiti al momento della chiamata prima di eseguire una build. Puoi anche configurare gli attivatori manuali per l'esecuzione in base a una pianificazione. Per scoprire di più, consulta Creazione manuale del codice nei repository di origine.

Attivatori Pub/Sub

Puoi creare trigger Pub/Sub per eseguire build in risposta a qualsiasi messaggio pubblicato su Pub/Sub. Ad esempio, puoi utilizzare i trigger Pub/Sub per la creazione in risposta a push di immagini ad Artifact Registry. In questo caso, puoi configurare l'attivatore in modo che utilizzi filtri per eseguire una build solo se l'immagine push corrisponde a un tag specifico, come prod. Inoltre, gli attivatori Pub/Sub possono essere configurati per iscriversi a qualsiasi argomento Pub/Sub. Per scoprire di più, consulta Automatizzare le build in risposta agli eventi Pub/Sub.

Attivatori webhook

Puoi creare trigger webhook per eseguire build in risposta ai webhook. Gli eventi webhook inviati a un URL personalizzato ti consentono di connettere direttamente sistemi esterni e sistemi di gestione del codice sorgente (SCM) esterni, ad esempio Bitbucket.com, Bitbucket Server o GLab, a Cloud Build. Durante la creazione dei trigger webhook, puoi anche definire la configurazione della build in linea con il trigger per controllare quali repository clonare i trigger durante la build, anziché specificare in modo esplicito un'origine. Per scoprire di più, consulta Automatizzare le build in risposta agli eventi webhook. Inoltre, per imparare a utilizzare i trigger webhook per creare repository da SCM specifici, consulta Creazione di repository da Bitbucket Server, Creazione di repository da Bitbucket Cloud e Creazione di repository da GitLab.

Funzionalità trigger

I trigger di Cloud Build forniscono funzionalità che ti consentono di avere un controllo granulare sulle modalità di esecuzione di una build. Questa sezione illustra varie capacità associate ai trigger.

Pianificazione degli attivatori manuali

Puoi pianificare i trigger manuali per eseguire automaticamente le build in base a una pianificazione predefinita. Ad esempio, potresti voler configurare un trigger pianificato per eseguire una build ogni sabato alle 6:00. Per pianificare le build, puoi creare un trigger manuale e richiamare il trigger utilizzando Cloud Scheduler. Per scoprire di più, consulta Pianificare le build.

Filtrare gli eventi

Cloud Build utilizza Common Expression Language (CEL) con la variabile build nei campi elencati nella risorsa Build per accedere ai campi associati al tuo evento di build, come ID trigger, elenco di immagini o valori di sostituzione. Puoi utilizzare la stringa filter per filtrare gli eventi di build nel file di configurazione di compilazione utilizzando qualsiasi campo elencato nella risorsa Build. Per scoprire di più, consulta Utilizzare il CEL per filtrare gli eventi della build

Variabili di sostituzione

Puoi specificare variabili di sostituzione nel file di configurazione di compilazione per sostituire valori specifici al momento della build. Ad esempio, potresti utilizzare le variabili di sostituzione se un valore è sconosciuto fino alla data di creazione o se vuoi riutilizzare una richiesta di build esistente con variabili diverse. Cloud Build fornisce sostituzioni predefinite che puoi utilizzare per le build richiamate dai trigger, ad esempio che mappano le variabili al nome del trigger o al nome del repository. Puoi anche definire le tue variabili di sostituzione. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Sostituzione dei valori delle variabili.

Espansioni parametri Bash

Puoi applicare le espansioni dei parametri bash ai valori delle variabili di sostituzione. Le espansioni dei parametri bash consentono di manipolare le stringhe associate alle variabili esistenti. Ad esempio, puoi utilizzare le espansioni dei parametri bash per mettere in maiuscolo le lettere o sostituire una sottostringa. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Espansioni parametri di Baidu.

Associazioni del payload

Puoi archiviare parte del payload dell'evento del trigger come variabile di sostituzione utilizzando le associazioni di payload. Le variabili associate a un payload sono chiamate associazioni e sono disponibili per le build richiamate da eventi push e pull. Puoi utilizzare le associazioni per accedere a dati aggiuntivi relativi alla tua build, ad esempio l'autore di una richiesta di pull. Per scoprire di più, consulta Associazioni del payload.

Approvazione delle build

Puoi configurare i trigger per non eseguire immediatamente una build, ma per contrassegnare una build come in attesa fino all'approvazione. Se un utente con autorizzazioni approva una build in sospeso, viene avviata la build. Se l'approvazione viene rifiutata, la build non inizia. Per scoprire come configurare i trigger che richiedono l'approvazione, vedi Gate build on approval.

Notifiche relative allo stato della build

Puoi configurare i notificanti di Cloud Build per ascoltare gli aggiornamenti degli eventi di build dall'argomento Pub/Sub cloud-builds. I mittenti possono anche filtrare i messaggi ricevuti dall'argomento e inviare i messaggi al servizio desiderato. Cloud Build fornisce e gestisce immagini di notifica di cui è possibile eseguire il deployment nel repository cloud-build-notifiers. Puoi configurare le notifiche utilizzando un qualificatore Cloud Build, ad esempio BigQuery, HTTP, Slack o SMTP, oppure creare il tuo notificatore personalizzato.

Passaggi successivi