Crea un perimetro di servizio

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Questa pagina descrive come creare un perimetro di servizio.

Prima di iniziare

Crea un perimetro di servizio

Questa sezione descrive come creare un perimetro di servizio, aggiungere progetti al perimetro e proteggere i servizi.

Quando crei un perimetro di servizio, se vuoi, puoi consentire l'accesso ai servizi protetti all'esterno del perimetro e specificare quali servizi sono accessibili ad altri servizi e utenti all'interno del perimetro. Se preferisci, puoi configurare queste impostazioni dopo aver creato un perimetro.

Dopo aver creato un perimetro di servizio o aggiornato un perimetro di servizio esistente, la propagazione e l'applicazione delle modifiche possono richiedere fino a 30 minuti. Durante questo periodo, il perimetro potrebbe bloccare le richieste con il seguente messaggio di errore: Error 403: Request is prohibited by organization's policy.

Console

  1. Nel menu di navigazione di Google Cloud Console, fai clic su Sicurezza, quindi fai clic su Controlli di servizio VPC.

    Vai a Controlli di servizio VPC

  2. Se richiesto, seleziona la tua organizzazione, la cartella o il progetto.

  3. Nella pagina Controlli di servizio VPC, seleziona una modalità periferica. Per impostazione predefinita, è selezionata l'opzione Modalità di applicazione forzata. Se vuoi creare un perimetro di prova, fai clic su Modalità di prova.

    I perimetri applicati impediscono attivamente l'accesso ai servizi protetti. I perimetri di prova registrano le violazioni del perimetro come se i servizi fossero protetti, ma non impediscono l'accesso a tali servizi. Per ulteriori informazioni sulle modalità di prova applicata e di prova, leggi l'articolo sui perimetri di servizio.

  4. Fai clic su Nuovo perimetro.

  5. Nella pagina Nuovo perimetro di servizio VPC, nella casella Nome perimetro, digita un nome per il perimetro.

    Il nome di un perimetro può avere una lunghezza massima di 50 caratteri, deve iniziare con una lettera e può contenere solo lettere ASCII latine (a-z, A-Z), numeri (0-9) o trattini bassi (_). Il nome del perimetro fa distinzione tra maiuscole e minuscole e deve essere univoco all'interno di un criterio di accesso.

  6. Per selezionare i progetti che vuoi proteggere all'interno del perimetro, procedi come segue:

    1. Fai clic su Progetti.

    2. Nel riquadro Progetti, fai clic su Aggiungi progetti.

    3. Per aggiungere un progetto al perimetro, seleziona la casella di controllo del progetto nella finestra di dialogo Aggiungi progetti.

    4. Fai clic su Aggiungi progetti. Viene visualizzato un messaggio che indica che sono stati aggiunti n progetti, dove n è il numero di progetti selezionati.

    5. Fai clic su Fine. I progetti aggiunti vengono visualizzati nella sezione Progetti da proteggere.

  7. Per selezionare i servizi che vuoi proteggere all'interno del perimetro, procedi come segue:

    1. Fai clic su Servizi limitati.

    2. Nel riquadro Servizi limitati, fai clic su Aggiungi servizi.

    3. Per proteggere i servizi all'interno del perimetro, seleziona la casella di controllo del servizio Specifica i servizi da limitare.

    4. Fai clic su Aggiungi servizi n, dove n è il numero di servizi che hai selezionato nel passaggio precedente.

  8. (Facoltativo) Se vuoi definire quali servizi sono accessibili all'interno di un perimetro, procedi come segue:

    1. Fai clic su Servizi accessibili da VPC.

    2. Nel riquadro Servizi accessibili da VPC, seleziona Servizi selezionati.

      Per includere rapidamente tutti i servizi limitati che il perimetro protegge dall'elenco di servizi accessibili, seleziona Includi tutti i servizi limitati. Questa opzione consente di includere servizi separati oltre ai servizi limitati.

    3. Fai clic su Aggiungi servizi accessibili da VPC.

      Puoi anche aggiungere servizi accessibili dopo aver creato un perimetro.

    4. Nella pagina Specifica i servizi accessibili, seleziona il servizio che vuoi rendere accessibile all'interno del tuo perimetro.

    5. Fai clic su Aggiungi servizi n, dove n corrisponde al numero di servizi selezionati nel passaggio precedente.

  9. Facoltativo: per consentire l'accesso alle risorse protette dall'esterno del perimetro utilizzando i livelli di accesso, procedi nel seguente modo:

    1. Fai clic su Livelli di accesso.

    2. Nel riquadro Criterio in entrata: livelli di accesso, fai clic sulla casella Scegli livello di accesso.

      Puoi anche aggiungere livelli di accesso dopo aver creato un perimetro.

    3. Seleziona le caselle di controllo corrispondenti ai livelli di accesso che vuoi applicare al perimetro.

  10. Per consentire l'accesso alle risorse all'interno di un perimetro dai client API esterni al perimetro, procedi nel seguente modo:

    1. Fai clic su Criterio in entrata.

    2. Nel riquadro Regole in entrata, fai clic su Aggiungi regola.

    3. Definisci gli Da attributi del client API e Agli attributi delle risorse/servizi Google Cloud che vuoi.

      Per un elenco di attributi delle regole in entrata, consulta la guida alle regole in entrata.

  11. Per consentire l'accesso alle risorse esterne a un perimetro o a un client API all'interno del perimetro, procedi come segue:

    1. Fai clic su Criterio in uscita.

    2. Nel riquadro Regole in uscita, fai clic su Aggiungi regola.

    3. Definisci gli Da attributi del client API e Agli attributi delle risorse/servizi Google Cloud che vuoi.

      Per un elenco di attributi delle regole in uscita, vedi Informazioni sulle regole in uscita.

  12. Fai clic su Crea perimetro.

gcloud

Per creare un nuovo perimetro in modalità di applicazione forzata, utilizza il comando gcloud access-context-manager perimeters create.

gcloud access-context-manager perimeters create NAME \
  --title=TITLE \
  --resources=PROJECTS \
  --restricted-services=RESTRICTED-SERVICES \
  --ingress-policies=INGRESS-FILENAME.yaml \
  --egress-policies=EGRESS-FILENAME.yaml \
  [--access-levels=LEVELS] \
  [--enable-vpc-accessible-services] \
  [--vpc-allowed-services=ACCESSIBLE-SERVICES] \
  --policy=POLICY_NAME

Per creare un nuovo perimetro in modalità di prova, utilizza il comando gcloud access-context-manager perimeters dry-run create.

gcloud access-context-manager perimeters dry-run create NAME \
  --perimeter-title=TITLE \
  --perimeter-type=TYPE \
  --perimeter-resources=PROJECTS \
  --perimeter-restricted-services=RESTRICTED-SERVICES \
  --perimeter-ingress-policies=INGRESS-FILENAME.yaml \
  --perimeter-egress-policies=EGRESS-FILENAME.yaml \
  [--perimeter-access-levels=LEVELS] \
  [--perimeter-enable-vpc-accessible-services] \
  [--perimeter-vpc-allowed-services=ACCESSIBLE-SERVICES] \
  --policy=POLICY_NAME

Sostituisci quanto segue:

  • NAME è il nome del perimetro.

    Il nome di un perimetro può avere una lunghezza massima di 50 caratteri, deve iniziare con una lettera e può contenere solo lettere ASCII latine (a-z, A-Z), numeri (0-9) o trattini bassi (_). Il nome del perimetro fa distinzione tra maiuscole e minuscole e deve essere univoco all'interno di un criterio di accesso.

  • TITLE è il titolo leggibile del perimetro.

  • TYPE è il tipo di perimetro. Ad esempio, un perimetro "standard" o un perimetro "bridge".

  • PROJECTS è un elenco separato da virgole di uno o più numeri di progetto. Ad esempio: projects/12345 o projects/12345,projects/67890. Sono supportati solo i numeri di progetto. Non puoi utilizzare il nome o l'ID del progetto.

  • RESTRICTED-SERVICES è un elenco separato da virgole di uno o più servizi. Ad esempio: storage.googleapis.com o storage.googleapis.com,bigquery.googleapis.com.

  • INGRESS-FILENAME è un file JSON o YAML che contiene i valori di attributi di origine, identità, progetto e servizio. Per un elenco di attributi delle regole in entrata, consulta la guida alle regole in entrata.

  • EGRESS-FILENAME è un file JSON o YAML che contiene i valori degli attributi identità, progetto e servizio. Per un elenco di attributi delle regole in uscita, vedi Informazioni sulle regole in uscita.

  • POLICY_NAME è il nome numerico del criterio di accesso della tua organizzazione. Ad esempio, 330193482019. Devi includere il nome del criterio solo se non hai impostato un criterio di accesso predefinito.

Opzioni aggiuntive:

  • --access-levels o --perimeter-access-levels è obbligatorio solo se vuoi aggiungere livelli di accesso quando crei il perimetro. LEVELS è un elenco separato da virgole di uno o più livelli di accesso che vuoi applicare al perimetro di servizio.

    Puoi anche aggiungere livelli di accesso dopo aver creato il perimetro.

  • --enable-vpc-accessible-services e --vpc-allowed-services oppure --perimeter-enable-vpc-accessible-services e --perimeter-vpc-allowed-services sono obbligatori solo se vuoi aggiungere servizi accessibili da VPC durante la creazione del perimetro. ACCESSIBLE-SERVICES è un elenco separato da virgole di uno o più servizi a cui vuoi consentire alle reti all'interno del tuo perimetro di accedere. L'accesso a qualsiasi servizio non incluso in questo elenco è impedito.

    Puoi rendere un servizio accessibile solo se lo proteggi anche durante la configurazione del perimetro.

    Per includere rapidamente tutti i servizi protetti da un perimetro, specifica RESTRICTED-SERVICES nell'elenco per ACCESSIBLE-SERVICES. Ad esempio, --perimeter-vpc-allowed-services=RESTRICTED-SERVICES.

    Puoi anche definire i servizi accessibili da VPC dopo aver creato il perimetro.

Ad esempio, il comando seguente crea un nuovo perimetro in modalità di prova denominato ProdPerimeter, che include i progetti example-project e example-project2, e limita le API Cloud Storage e BigQuery.

gcloud access-context-manager perimeters \
  dry-run create ProdPerimeter --perimeter-title="Production Perimeter" \
  --perimeter-type="regular" \
  --perimeter-resources=projects/12345,projects/67890 \
  --perimeter-restricted-services=storage.googleapis.com,bigquery.googleapis.com \
  --perimeter-ingress-policies=ingress.yaml \
  --perimeter-egress-policies=egress.yaml \
  --policy=330193482019

API

Per creare un perimetro di servizio, chiama accessPolicies.servicePerimeters.create.

 POST https://accesscontextmanager.googleapis.com/v1/accessPolicies/POLICY_NAME/servicePerimeters

Dove:

  • POLICY_NAME è il nome numerico del criterio di accesso della tua organizzazione. Ad esempio, 330193482019.

Corpo della richiesta

Il corpo della richiesta deve includere una risorsa ServicePerimeter che definisce il perimetro di servizio.

Per la risorsa ServicePerimeter, specifica PERIMETER_TYPE_REGULAR per perimeterType.

Modalità di prova

Il perimetro proposto deve essere incluso come spec e useExplicitDryRunSpec impostato su true.

Corpo della risposta

In caso di esito positivo, il corpo della risposta alla chiamata contiene una risorsa Operation che fornisce dettagli sull'operazione POST.

Passaggi successivi