Configurazione di Cloud Trace per C# ASP.NET Core

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Puoi abilitare Trace per le applicazioni ASP.NET Core utilizzando le librerie Google.Cloud.Diagnostics per .NET.

  • Per le applicazioni destinate ad ASP.NET Core 3 o versioni successive, utilizza la libreria Google.Cloud.Diagnostics.AspNetCore3. Per esempi che mostrano come configurare e utilizzare questa libreria, consulta la documentazione di Google.Cloud.Diagnostics.AspNetCore3.
  • Per le applicazioni che hanno come target versioni precedenti di ASP.NET Core, utilizza la libreria Google.Cloud.Diagnostics.AspNetCore. Per esempi che mostrano come configurare e utilizzare questa libreria, consulta la documentazione di Google.Cloud.Diagnostics.AspNetCore.

Configura la tua piattaforma

Puoi utilizzare Cloud Trace su Google Cloud e altre piattaforme.

Esecuzione in Google Cloud

Quando la tua applicazione è in esecuzione su Google Cloud, non devi fornire le credenziali di autenticazione sotto forma di account di servizio alla libreria client. Tuttavia, devi assicurarti che l'ambito di accesso all'API Cloud Trace sia abilitato nella tua piattaforma Google Cloud.

Per un elenco degli ambienti Google Cloud supportati, consulta la pagina Assistenza per l'ambiente.

Per le seguenti configurazioni, le impostazioni predefinite dell'ambito di accesso abilitano l'API Cloud Trace:

  • Ambiente flessibile di App Engine
  • Google Kubernetes Engine (GKE)

  • Compute Engine

  • Cloud Run

Se utilizzi ambiti di accesso personalizzati, devi assicurarti che l'ambito di accesso all'API Cloud Trace sia abilitato:

  • Per informazioni su come configurare gli ambiti di accesso per il tuo ambiente utilizzando Google Cloud Console, consulta Configurazione del progetto Google Cloud.

  • Per gli utenti gcloud, specifica gli ambiti di accesso utilizzando il flag --scopes e includi l'ambito di accesso API Cloud Trace trace.append. Ad esempio, per creare un cluster GKE con solo l'API Cloud Trace abilitata, segui questi passaggi:

    gcloud container clusters create example-cluster-name --scopes=https://www.googleapis.com/auth/trace.append

Esecuzione locale e altrove

Se la tua applicazione viene eseguita al di fuori di Google Cloud, devi fornire le credenziali di autenticazione sotto forma di account di servizio alla libreria client. L'account di servizio deve contenere il ruolo di agente Cloud Trace. Per le istruzioni, vedi Creare un account di servizio.

Le librerie client di Google Cloud utilizzano le credenziali predefinite dell'applicazione per trovare le credenziali dell'applicazione.

Per fornire queste credenziali, puoi utilizzare uno dei tre metodi seguenti:

  • Esegui gcloud auth application-default login

  • Posiziona l'account di servizio in un percorso predefinito per il tuo sistema operativo. Di seguito sono elencati i percorsi predefiniti per Windows e Linux:

    • Windows: %APPDATA%/gcloud/application_default_credentials.json

    • Linux: $HOME/.config/gcloud/application_default_credentials.json

  • Imposta la variabile di ambiente GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS sul percorso del tuo account di servizio:

Linux/macOS

    export GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS=path-to-your-service-accounts-private-key

Windows

    set GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS=path-to-your-service-accounts-private-key

PowerShell:

    $env:GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS="path-to-your-service-accounts-private-key"

Visualizzazione delle tracce

Dopo il deployment, puoi visualizzare le tracce in Visualizzatore Trace di Google Cloud Console.

Vai alla pagina Visualizzatore tracce

Risolvere i problemi

Per informazioni sulla risoluzione dei problemi con Cloud Trace, consulta la pagina per la risoluzione dei problemi.

Risorse