Quote e limiti

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Questa pagina fornisce informazioni sulle quote e sui limiti di Cloud SQL. Le quote sono applicate per progetto; i limiti vengono applicati all'istanza o al progetto, a seconda del limite.

Verifica le tue quote

Per verificare le quote attuali per le risorse nel progetto, vai alla pagina Quote nella console Google Cloud e filtra per l'API Cloud SQL Admin. Queste quote si applicano solo alle chiamate API e non includono query di database.

Aumenta le tue quote

Man mano che il tuo utilizzo di Google Cloud aumenta nel tempo, le tue quote potrebbero aumentare di conseguenza. Se prevedi un aumento dell'utilizzo consistente, presenta la richiesta con qualche giorno di anticipo per assicurarti che le quote vengano dimensionate correttamente.

  1. Nella pagina Quote, seleziona l'API Cloud SQL Admin dall'elenco a discesa Servizi.

    Se non vedi la voce API Cloud SQL Admin, l'API Cloud SQL Admin non è stata abilitata.

  2. Seleziona le quote che vuoi modificare.

  3. Fai clic su Modifica quote.

  4. Inserisci il tuo nome, indirizzo email e numero di telefono, quindi fai clic su Avanti.

  5. Inserisci la richiesta di quota e fai clic su Invia richiesta.

Riceverai una risposta dal team Cloud SQL per SQL Server entro 48 ore dalla richiesta.

Come vengono reintegrate le quote per le risorse

Le quote giornaliere vengono ripristinate ogni giorno alla mezzanotte del fuso orario del Pacifico.

Quote e disponibilità delle risorse

Le quote delle risorse rappresentano la quantità massima di risorse di un determinato tipo che puoi creare, se disponibili. Le quote non garantiscono che le risorse siano sempre disponibili. Se una risorsa non è fisicamente disponibile per la tua area geografica, non potrai creare nuove risorse del tipo scelto, anche se hai ancora a disposizione parte della quota nel tuo progetto.

Limiti

Esistono alcune restrizioni per alcune risorse Cloud SQL che non vengono reintegrate periodicamente e non vengono mostrate nella pagina Quote nella console Google Cloud. Non tutti i limiti possono essere aumentati.

Limiti configurabili

Istanze per progetto

Per impostazione predefinita, puoi avere fino a 100 istanze per progetto. Se te ne occorrono di più, invia una richiesta di assistenza per richiedere l'aumento. Le repliche di lettura vengono conteggiate come istanze.

Ti consigliamo di distribuire il numero delle istanze tra più progetti per ridurre il numero di richieste di aumento delle quote. In questo modo eviterai potenziali blocchi.

Numero massimo di connessioni simultanee

Il numero effettivo di connessioni utente consentite dipende dalla versione di SQL Server in uso e dai limiti dell'applicazione o delle applicazioni e dell'hardware. SQL Server consente un massimo di 32.767 connessioni utente.

Per informazioni sulla configurazione delle connessioni utente in SQL Server, consulta la documentazione di riferimento.

Avvertenze

Utilizzo quota proxy di Cloud SQL

Il proxy di autenticazione Cloud SQL utilizza la quota dell'API Cloud SQL Admin. L'utilizzo della quota per il proxy di autenticazione Cloud SQL è calcolato come segue:

Quota used = Instances of the proxy * Instances of Cloud SQL * 2 per tentativo di aggiornamento

In genere, viene eseguito un tentativo di aggiornamento ogni ora, ma può verificarsi ogni volta ogni 30 secondi se si verifica un problema.

L'utilizzo massimo dell'API si verifica quando avvii il proxy di autenticazione Cloud SQL. Ciò è particolarmente vero se utilizzi il rilevamento automatico delle istanze o il parametro -projects. Quando il proxy di autenticazione Cloud SQL è in esecuzione, emette 2 chiamate API all'ora per istanza connessa.

Se sei un nuovo cliente per l'onboarding, tieni presente la formula precedente, tenendo presente quanto segue:

  • Velocità di scale up dei nuovi client DB

  • Velocità con cui vengono aggiunte altre istanze

  • Utilizzo di account di servizio diversi per ciascuna applicazione

Autenticazione IAM dei database Cloud SQL

Esiste una quota di accesso al minuto per ogni istanza, che include sia gli accessi riusciti sia quelli non riusciti. Quando viene superata la quota, gli accessi sono temporaneamente non disponibili. Ti consigliamo di evitare accessi frequenti e limitare gli accessi utilizzando reti autorizzate. La quota per l'autorizzazione degli accessi è di 3000 al minuto.

Quota per le regole di forwarding

Ogni istanza Cloud SQL è composta da una regola di forwarding e da un bilanciatore del carico. Esiste un limite di quota per la regola di forwarding, in base al tipo di bilanciatore del carico a cui rimanda. Esistono più quote per ogni tipo di regola di forwarding, per progetto, per rete e per gruppo di peering. Esiste anche una regola di override per la quota per rete e per la quota di gruppo di peering, per Cloud SQL. Ciò significa che quando aumentiamo la quota per rete per le reti producer, anche la quota per gruppo di peering viene aumentata allo stesso valore.

Il VPC di Cloud SQL producer è in peering con la rete VPC del cliente, quindi spesso raggiungiamo l'importo previsto per ogni quota di rete per la rete del produttore Cloud SQL e per quota di gruppo di peering per la rete VPC del cliente.

Quando raggiungiamo la quota, alcune operazioni potrebbero non riuscire, tra cui:

  • Creazione dell'operazione: quando creiamo nuove istanze, sono necessarie nuove regole di forwarding.

  • Operazione di aggiornamento: consentiamo ai clienti di cambiare la rete delle istanze, pertanto abbiamo bisogno di nuove regole di forwarding nella nuova rete.

  • Operazione di manutenzione: le regole di forwarding vengono ricreate.

Se riscontri questi problemi, invia una richiesta di assistenza e aumenteremo la quota pertinente.

Limiti fissi

IOPS

IOPS, che indica il numero di operazioni di input/output (o lettura/scrittura) che il disco può elaborare al secondo.

Cloud SQL utilizza macchine virtuali (VM) Compute Engine con dischi di archiviazione permanente. Per i dettagli sulle caratteristiche specifiche delle prestazioni delle VM, consulta la tabella IOPS massimo supportato nella pagina delle prestazioni dei dischi permanenti.

Limite operazioni

I tipi di macchina di piccole e grandi dimensioni limitano il numero di operazioni simultanee. Il superamento di questi limiti provoca un errore Too many operations.

Il limite per il tipo di macchina db-custom-1-3840 (singola CPU) è 50 operazioni simultanee.

Limiti di archiviazione di Cloud SQL

Opzioni di archiviazione di Cloud SQL

Per configurare l'opzione di archiviazione in modo da ottenere prestazioni ottimali, è importante conoscere il carico di lavoro e scegliere i valori appropriati per tipo e dimensione del disco. Per ulteriori informazioni sulle opzioni disponibili per Cloud SQL, consulta la pagina dedicata alle impostazioni delle istanze.

Limiti di App Engine

Ogni istanza App Engine in esecuzione nell'ambiente standard non può avere più di 100 connessioni simultanee a un'istanza. Per le app PHP 5.5, il limite è di 60 connessioni simultanee.

Le applicazioni App Engine sono soggette a limiti temporali di richiesta a seconda dell'uso e dell'ambiente. Per ulteriori informazioni, scopri come vengono gestite le istanze negli ambienti standard e flessi dell'ambiente App Engine.

Le applicazioni App Engine sono inoltre soggette a quote e limiti aggiuntivi di App Engine, come illustrato nella pagina Quote di App Engine.

Limiti di Cloud Run

I servizi Cloud Run sono limitati a 100 connessioni a un database Cloud SQL. Questo limite si applica per istanza di servizio. Questo significa che ogni istanza del servizio Cloud Run può avere 100 connessioni al database e che scala il numero totale di connessioni per deployment può crescere.

Limiti di Cloud Functions

Cloud Functions (1a generazione) limita le esecuzioni simultanee a una per istanza. Non si ha mai una situazione in cui una singola istanza di funzione di 1a generazione sta elaborando due richieste contemporaneamente. Nella maggior parte dei casi, è necessaria un'unica connessione al database.

Cloud Functions (2a generazione) si basa su Cloud Run e ha un limite di 100 connessioni a database per istanza.