Glossario

Questa pagina fornisce brevi definizioni e link a ulteriori informazioni sui termini utilizzati nella documentazione di Cloud Endpoints.

Chiave API
Un codice trasmesso da un'applicazione client quando chiama un'API. Le chiavi API identificano l'applicazione o il progetto Google Cloud che effettua la chiamata all'API. Consulta la sezione Perché e quando utilizzare le chiavi API per ulteriori informazioni sull'utilizzo di una chiave API con l'API Endpoints.
Autenticazione 0
Un servizio che consente di definire la modalità di autenticazione degli utenti nelle applicazioni. Per ulteriori informazioni, consulta Auth0.
Framework Cloud Endpoints
I framework di endpoint per l'ambiente standard di App Engine contengono strumenti, librerie e funzionalità che ti consentono di generare API e librerie client da un'applicazione App Engine. Per ulteriori informazioni, consulta Informazioni sui framework degli endpoint.
contenitore
Un pacchetto software che contiene le librerie, i framework e le impostazioni richieste da eseguire per un'applicazione. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Cos'è un contenitore.
CORSO
La condivisione delle risorse tra origini (CORS) è una specifica che consente alle applicazioni web di accedere alle risorse su un server in un altro dominio (tecnicamente, in un'altra origine). Per ulteriori informazioni su CORS, consulta i documenti web MDN (Mozilla Developer Network) e lo standard di recupero.
Docker
Software open source che ti consente di automatizzare il deployment delle applicazioni nei container software. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Che cos'è Docker.
Extensible Service Proxy
L'Extensible Service Proxy (ESP) è un proxy scalabile ad alte prestazioni basato su Nginx che viene eseguito davanti a un backend API OpenAPI o gRPC e fornisce funzionalità di gestione delle API come autenticazione, monitoraggio e logging. Per ulteriori informazioni, consulta Informazioni sugli endpoint e Endpoint: panoramica dell'architettura.
Extensible Service Proxy V2

Extensible Service Proxy V2 (ESPv2) è un proxy scalabile ad alte prestazioni basato su Envoy che viene eseguito davanti a un backend API OpenAPI o gRPC e fornisce funzionalità di gestione delle API come autenticazione, monitoraggio e logging. Per ulteriori informazioni, consulta Informazioni sugli endpoint e Endpoint: panoramica dell'architettura.

ESPv2 supporta la versione 2 delle specifiche OpenAPI Specification e gRPC.

Autenticazione Firebase

Il servizio di autenticazione di Google che supporta l'accesso degli utenti finali per le applicazioni client utilizzando credenziali di provider di identità federati come Google, Facebook o Twitter. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina Autenticazione Firebase.

Token ID Google

Un token JWT (JSON Web Token) contenente i campi OpenID Connect necessari per identificare un account utente Google o un account di servizio firmato dal servizio di autenticazione Google https://accounts.google.com.

gRPC

Un framework RPC universale open source ad alte prestazioni sviluppato da Google. In gRPC, un'applicazione client può chiamare direttamente i metodi su un'applicazione server su un computer diverso come se fosse un oggetto locale. Per informazioni generali, consulta Cloud Endpoints per le API gRPC per informazioni sull'utilizzo di gRPC con endpoint e sul sito web gRPC.

JWT

JSON Web Token è un formato di token di accesso standard aperto da utilizzare nelle intestazioni HTTP Authorization e nei parametri di ricerca URI. Consulta la sezione Introduzione ai token web JSON per informazioni di carattere generale.

kubectl

Un'interfaccia a riga di comando per l'esecuzione di comandi contro i cluster Kubernetes. Utilizzi kubectl quando esegui il deployment di un'API per Endpoints su un cluster Kubernetes o Google Kubernetes Engine. Per ulteriori informazioni, consulta la panoramica di kubectl.

Kubernetes

Software open source che consente di automatizzare il deployment, la gestione e la scalabilità delle applicazioni containerizzate in cluster di host. Per ulteriori informazioni, vedi Kubernetes.

NGINX

Un server HTTP open source ad alte prestazioni e un proxy di servizio basato su ESP. Per ulteriori informazioni, consulta il wiki NGINX. Per informazioni su ESP, consulta Informazioni su Cloud Endpoints ed Endpoint: panoramica dell'architettura.

API Open

L'Open API Initiative è un'iniziativa a livello di settore per standardizzare la descrizione delle API REST. Le API descritte con la specifica OpenAPI (in precedenza Swagger Specifica) possono essere supportate con strumenti comuni che creano documentazione, automatizzano i test e generano codice per client e server. Per ulteriori informazioni, consulta la panoramica di OpenAPI.

Documento OpenAPI

Un file di configurazione in formato YAML o JSON che puoi utilizzare per descrivere la tua API. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Struttura di base più ampia.

Interfaccia utente più fitta

L'UI Swap consente a chiunque di provare le operazioni esposte dalla tua API. Consulta la sezione Aggiungere SwaggerUI al tuo progetto per ulteriori dettagli sull'aggiunta di un'interfaccia utente Swagger all'API Endpoints.

superficie

L'interfaccia pubblica di un'API. La superficie di un'API è composta dai metodi, nonché dai parametri e dai tipi di ritorno utilizzati nei metodi.