Configura il nome di accesso per client singolo con Cloud DNS

Puoi accedere a un cluster Oracle® Real Application Cluster (RAC) tramite un nome DNS ad alta disponibilità fornito da Cloud DNS. A tal fine, puoi puntare la voce DNS su un nome client di accesso (SCAN) di un'istanza (RAC) che rimane costante quando cambiano la topologia della topologia del cluster.

Prima di iniziare

Per completare questa guida, devi accedere alle seguenti risorse e ai seguenti servizi:

Architettura di sistema

Il seguente diagramma mostra l'architettura di sistema utilizzata in questa guida:

Un diagramma di architettura di sistema di Google Cloud connesso a un cluster Oracle RAC

Configurare Cloud DNS in modo che rimandi al cluster RAC

Per configurare l'accesso a un singolo nome DNS per il cluster RAC, procedi nel seguente modo:

  1. Se non hai eseguito precedentemente l'interfaccia a riga di comando di Google Cloud, devi eseguire il comando seguente per specificare il nome del progetto e autenticarti con Google Cloud Console:

    gcloud auth login
    
  2. Abilita l'API Cloud DNS per il tuo progetto Google Cloud.

  3. Crea un criterio del server in entrata in Cloud DNS per il VPC connesso ai tuoi server Bare Metal Solution. Questo assicura che i server della soluzione Bare Metal possano comunicare con Cloud DNS.

  4. Elenca i punti di contatto per l'inoltro in entrata per determinare l'indirizzo IP corretto del punto di contatto per ogni server Soluzione Bare Metal.

  5. Configura ogni server Bare Metal Solution per utilizzare l'indirizzo IP del passaggio precedente per la risoluzione dei nomi. I passaggi specifici sono specifici del tuo sistema operativo.

    Ad esempio, per configurare la risoluzione dei nomi in Red Hat Enterprise Linux 8:

    1. Disattiva l'elaborazione DNS di NetworkManager.
    2. Aggiungi la seguente riga a /etc/resolv.conf, sostituendo ENTRY_POINT_IP_ADDRESS con l'indirizzo IP del punto di contatto:

      nameserver ENTRY_POINT_IP_ADDRESS
      
  6. Configura Cloud DNS per l'accesso privato Google.

  7. Accedi a un server Bare Metal Solution che ospita un database RAC come utente del database configurato al momento dell'installazione.

  8. Se non hai impostato la variabile di ambiente ORACLE_HOME e PATH nel tuo profilo shell, configurala ora in modo da connetterti al database.

  9. Richiedi la configurazione SCAN con srvctl per trovare il nome SCAN:

    srvctl config scan
    

    Dovresti ricevere una risposta simile all'esempio seguente:

    SCAN name: cluster01-scan.mycompany.internal, Network: 1
    Subnet IPv4: /192.168.1.0/255.255.255.0/bond0.118, static
    Subnet IPv6:
    SCAN 1 IPv4 VIP: 192.168.1.30
    SCAN VIP is enabled
    SCAN 2 IPv4 VIP: 192.168.1.31
    SCAN VIP is enabled
    SCAN 3 IPv4 VIP: 192.168.1.32
    SCAN VIP is enabled
    

    Il nome SCAN nella risposta precedente è cluster01-scan.mycompany.internal.

  10. Crea una zona privata in Cloud DNS, fornendo i seguenti dettagli:

    • Un nuovo nome di zona per identificare la zona nei comandi di configurazione.
    • Una descrizione della zona per definirne meglio lo scopo.
    • Il suffisso del nome DNS della zona, ad esempio mycompany.internal. Deve corrispondere al suffisso del nome SCAN restituito nel comando srvctl config scan precedente.
    • La rete VPC a cui deve essere visibile la zona DNS privata.
  11. Aggiungi un record alla zona precedente, fornendo i seguenti dettagli:

    • Il nome della zona creata nel passaggio precedente.
    • Il nome DNS completo. In questa guida, ecco cluster01-scan.mycompany.internal.
    • Durata (TTL). Ecco per quanto tempo il record DNS viene memorizzato nella cache prima di essere aggiornato.
    • Il tipo di record della risorsa. Per SCAN, questo è un record A.
    • Gli IP SCAN sono stati restituiti nel comando srvctl config scan precedente.

    Ripeti questa procedura per tutti i nomi aggiuntivi che devono essere risolti.

  12. Sul server Bare Metal Solution, verifica che la risoluzione SCAN funzioni con nslookup:

    nslookup cluster01-scan.mycompany.internal
    

    In caso di esito positivo, dovresti ricevere una risposta simile al seguente esempio:

    Server:  10.158.0.3
    Address: 10.158.0.3#53
    
    Name: cluster01-scan.mycompany.internal
    Address: 192.168.1.32
    Name: cluster01-scan.mycompany.internal
    Address: 192.168.1.30
    Name: cluster01-scan.mycompany.internal
    Address: 192.168.1.31
    

Ora puoi accedere al tuo cluster RAC utilizzando un singolo nome DNS resiliente e ad alta disponibilità tramite Cloud DNS.

Oracle è un marchio registrato di Oracle e/o delle sue società consociate.