Librerie client di AutoML Translation

Questa pagina mostra come iniziare a utilizzare le librerie client di Cloud per l'API AutoML. Per ulteriori informazioni sulle librerie client per le API Cloud, incluse quelle meno recenti dei client API di Google, consulta la spiegazione delle librerie client.

Installazione della libreria client

C#

Per ulteriori informazioni, consulta Configurazione di un ambiente di sviluppo C# .

Le librerie client di C# per AutoML Translation sono attualmente rilasciate in versione alpha.

install-package Google.Cloud.AutoML.V1 -pre

Go

Per ulteriori informazioni, consulta Configurazione di un ambiente di sviluppo Go.

go get cloud.google.com/go/automl

Java

Per ulteriori informazioni, consulta Configurazione di un ambiente di sviluppo Java.

Se utilizzi Maven, aggiungi quanto segue al file pom.xml. Per ulteriori informazioni sui BOM, consulta la pagina BOM delle librerie Google Cloud Platform.

<dependencyManagement>
  <dependencies>
    <dependency>
      <groupId>com.google.cloud</groupId>
      <artifactId>libraries-bom</artifactId>
      <version>25.3.0</version>
      <type>pom</type>
      <scope>import</scope>
    </dependency>
  </dependencies>
</dependencyManagement>

<dependencies>
  <dependency>
    <groupId>com.google.cloud</groupId>
    <artifactId>google-cloud-automl</artifactId>
  </dependency>
  <dependency>
    <groupId>com.google.cloud</groupId>
    <artifactId>google-cloud-bigquery</artifactId>
  </dependency>
  <dependency>
    <groupId>com.google.cloud</groupId>
    <artifactId>google-cloud-storage</artifactId>
  </dependency>
</dependencies>

Se utilizzi Gradle, aggiungi quanto segue alle dipendenze:

implementation platform('com.google.cloud:libraries-bom:25.3.0')

implementation 'com.google.cloud:google-cloud-automl'

Se utilizzi sbt, aggiungi quanto segue alle dipendenze:

libraryDependencies += "com.google.cloud" % "google-cloud-automl" % "2.1.24"

Se utilizzi Visual Studio Code, IntelliJ o Eclipse, puoi aggiungere librerie client al progetto utilizzando i seguenti plug-in IDE:

I plug-in offrono funzionalità aggiuntive, come la gestione delle chiavi per gli account di servizio. Per informazioni dettagliate, consulta la documentazione di ogni plug-in.

Node.js

Per ulteriori informazioni, vedi Configurazione di un ambiente di sviluppo Node.js.

npm install --save @google-cloud/automl

PHP

Per ulteriori informazioni, vedi Utilizzo di PHP su Google Cloud.

composer require google/cloud-automl

Python

Per ulteriori informazioni, consulta Configurazione di un ambiente di sviluppo Python.

pip install --upgrade google-cloud-automl

Ruby

Per ulteriori informazioni, consulta Configurazione di un ambiente di sviluppo Ruby.

gem install google-cloud-automl

Configurazione dell'autenticazione

Per eseguire la libreria client devi prima configurare l'autenticazione. Un modo per farlo è creare un account di servizio e impostare una variabile d'ambiente, come illustrato nei passaggi seguenti. Per altri metodi di autenticazione, consulta la pagina Autenticazione come account di servizio.

Console

Crea un account di servizio:

  1. In Cloud Console, vai alla pagina Crea account di servizio.

    Vai a Crea account di servizio
  2. Seleziona il progetto.
  3. Inserisci un nome nel campo Nome account di servizio. Cloud Console compila il campo ID account di servizio in base a questo nome.

    Nel campo Descrizione account di servizio, inserisci una descrizione. Ad esempio, Service account for quickstart.

  4. Fai clic su Crea e continua.
  5. Per fornire l'accesso al tuo progetto, concedi i seguenti ruoli al tuo account di servizio: Progetto > proprietario.

    Nell'elenco Seleziona un ruolo, scegli un ruolo.

    Per ulteriori ruoli, fai clic su Aggiungi un altro ruolo e aggiungi ogni ruolo aggiuntivo.

  6. Fai clic su Continua.
  7. Fai clic su Fine per completare la creazione dell'account di servizio.

    Non chiudere la finestra del browser. La utilizzerai nel passaggio successivo.

Crea una chiave dell'account di servizio:

  1. In Cloud Console, fai clic sull'indirizzo email dell'account di servizio che hai creato.
  2. Fai clic su Chiavi.
  3. Fai clic su Aggiungi chiave, quindi su Crea nuova chiave.
  4. Fai clic su Crea. Il file di una chiave JSON viene scaricato sul computer.
  5. Fai clic su Chiudi.

gcloud

Configurare l'autenticazione:

  1. Crea l'account di servizio. Sostituisci NAME con un nome per l'account di servizio:

    gcloud iam service-accounts create NAME
  2. Concedi ruoli all'account di servizio. Esegui il comando seguente una volta per ciascuno dei seguenti ruoli IAM: roles/owner:

    gcloud projects add-iam-policy-binding PROJECT_ID --member="serviceAccount:NAME@PROJECT_ID.iam.gserviceaccount.com" --role=ROLE

    Sostituisci quanto segue:

    • NAME: nome dell'account di servizio
    • PROJECT_ID: l'ID progetto in cui hai creato l'account di servizio
    • ROLE: il ruolo da concedere
  3. Genera il file della chiave:

    gcloud iam service-accounts keys create FILE_NAME.json --iam-account=NAME@PROJECT_ID.iam.gserviceaccount.com

    Sostituisci quanto segue:

    • FILE_NAME: un nome per il file della chiave
    • NAME: nome dell'account di servizio
    • PROJECT_ID: l'ID progetto in cui hai creato l'account di servizio

Fornisci le credenziali di autenticazione al codice della tua applicazione impostando la variabile di ambiente GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS. Questa variabile si applica solo alla sessione shell corrente. Se vuoi che la variabile venga applicata alle sessioni shell future, impostala nel file di avvio della shell, ad esempio nel file ~/.bashrc o ~/.profile.

Linux o macOS

export GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS="KEY_PATH"

Sostituisci KEY_PATH con il percorso del file JSON che contiene la chiave dell'account di servizio.

Ad esempio:

export GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS="/home/user/Downloads/service-account-file.json"

Windows

Per PowerShell:

$env:GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS="KEY_PATH"

Sostituisci KEY_PATH con il percorso del file JSON che contiene la chiave dell'account di servizio.

Ad esempio:

$env:GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS="C:\Users\username\Downloads\service-account-file.json"

Per il prompt dei comandi:

set GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS=KEY_PATH

Sostituisci KEY_PATH con il percorso del file JSON che contiene la chiave dell'account di servizio.

Utilizzo della libreria client

Il seguente esempio mostra come utilizzare la libreria client.

C#

Per informazioni su come utilizzare le librerie client con AutoML Translation, consulta le seguenti guide:

Go

Per informazioni su come utilizzare le librerie client con AutoML Translation, consulta le seguenti guide:

Java

Per informazioni su come utilizzare le librerie client con AutoML Translation, consulta le seguenti guide:

Node.js

Per informazioni su come utilizzare le librerie client con AutoML Translation, consulta le seguenti guide:

PHP

Per informazioni su come utilizzare le librerie client con AutoML Translation, consulta le seguenti guide:

Python

Per informazioni su come utilizzare le librerie client con AutoML Translation, consulta le seguenti guide:

Ruby

Per informazioni su come utilizzare le librerie client con AutoML Translation, consulta le seguenti guide:

Risorse aggiuntive