Confronta Cloud Tasks con Cloud Scheduler

Sia Cloud Tasks che Cloud Scheduler possono essere utilizzati per avviare azioni al di fuori del contesto immediato. ma presentano differenze significative in funzionalità e utilizzo. In questa pagina puoi comprendere le differenze tra questi prodotti.

Differenze chiave

In generale, esistono quattro differenze principali tra Cloud Scheduler e Cloud Tasks.

Caratteristica Cloud Scheduler Cloud Tasks
Attivazione Attiva le azioni in intervalli fissi regolari. Puoi impostare l'intervallo quando crei il cron job e la frequenza non cambia per tutta la durata del job. Attiva le azioni in base alla configurazione del singolo oggetto attività. Se è impostato il campo "scheduleTime", l'azione viene attivata in quel momento. Se il campo non viene configurato, la coda elabora le attività in ordine non fisso.
Impostare le tariffe Avvia azioni con una pianificazione periodica fissa. Una volta al minuto, è supportato l'intervallo più dettagliato. Avvia le azioni in base alla quantità di traffico in entrata in coda. Puoi impostare una velocità massima quando crei la coda, per scopi di limitazione o suddivisione del traffico, fino a 500 spedizioni al secondo.
Denominazione Fatta eccezione per il tempo di esecuzione, ogni esecuzione di un cron job corrisponde esattamente a quella delle altre esecuzioni del cron job. Ogni attività ha un nome univoco che può essere identificato e gestito individualmente in coda.
Errore di gestione Se l'esecuzione di un cron job non riesce, viene registrato l'errore. Se il comportamento di nuovo tentativo non è configurato in modo specifico, il job non viene eseguito di nuovo fino all'intervallo pianificato successivo. Se l'esecuzione di un'attività non riesce, l'attività viene riprovata fino a che non viene completata correttamente. Puoi limitare i nuovi tentativi in base al numero di tentativi e/o all'età dell'attività. Puoi anche controllare l'intervallo tra i tentativi nella configurazione della coda.