Quote e limiti

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Questo documento elenca i limiti per i contenuti e le quote per le richieste relativi a Data Catalog. Questi limiti si applicano a ogni progetto e organizzazione in Google Cloud Console e sono condivisi tra tutte le applicazioni e gli indirizzi IP.

Limiti per i contenuti

L'API Data Catalog applica i seguenti limiti per i contenuti:

Limite per i contenuti Valore
Numero massimo di gruppi di voci per organizzazione in tutte le località 10.000
Numero massimo di voci per organizzazione in tutte le località
(la latenza dei risultati di ricerca può aumentare se superata)
100 milioni
Numero massimo di voci per gruppo di voci 100.000
MB per voce 10 MB
Numero massimo di risultati di ricerca per pagina 1000
Campi per modello di tag 500
Lunghezza del nome di un campo in un modello di tag 512 byte
Lunghezza del nome di una risorsa per il modello di tag 512 byte
Lunghezza di un campo stringa in un modello di tag 10.000 byte
Numero massimo di valori di enumerazione in un modello di tag 100
Tag per voce 1000
La somma massima di due numeri:
  • Numero di campi in tutti i tag associati a una voce
  • Numero di colonne nello schema facoltativo della voce
15000
Numero massimo di tag di criteri per tassonomia 100
Numero massimo di tassonomie per progetto 40
Profondità massima della struttura dei tag di criteri
(vengono ancora applicati 100 tag di criteri per tassonomia)
5
Lunghezza del nome di un tag di criteri 200 byte
Numero di voci aggiunte a Speciali per utente 200

Limiti dei metadati aziendali

  • Una singola voce di dati supporta un massimo di 15 gestori dati.
  • La dimensione massima del testo RTF nella panoramica, senza includere le dimensioni delle immagini, è 100 kB.
  • Se includi immagini, le dimensioni totali del testo RTF, incluse le immagini, non devono superare i 10 MB.

Quote per le richieste

Le query QPM (query al minuto) dei progetti in un'organizzazione vengono aggiunte insieme per calcolare il QPM dell'organizzazione.

Data Catalog utilizza le quote di QPM per evitare il sovraccarico del servizio piuttosto che la distribuzione dei carichi di lavoro delle richieste di controllo tra i progetti. Pertanto, sia il progetto che l'organizzazione hanno le stesse quote di QPM predefinite. In altre parole, se un'organizzazione ha più progetti e il carico di lavoro di richiesta di uno di essi si avvicina alla quota predefinita dell'organizzazione (e allo stesso progetto), questo progetto potrebbe influire sul potenziale carico di lavoro degli altri progetti dell'organizzazione.

Puoi richiedere la modifica separata delle quote dell'organizzazione e del progetto. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina relativa all'utilizzo delle quote.

Quota QPM Valore predefinito
Lettura 6000
Scrittura 1500
Cerca 900

Altre quote

Aumenti di quota

Al momento Data Catalog non supporta aumenti di quota.