Prima di iniziare

Prima di poter utilizzare AutoML Natural Language, devi attivarlo per il tuo progetto. Apri l'UI di AutoML Natural Language e seleziona il progetto. L'applicazione ti guida attraverso i passaggi necessari, descritti anche di seguito.

Configura il progetto

  1. Accedi al tuo account Google Cloud. Se non conosci Google Cloud, crea un account per valutare le prestazioni dei nostri prodotti in scenari reali. I nuovi clienti ricevono anche 300 $di crediti gratuiti per l'esecuzione, il test e il deployment dei carichi di lavoro.
  2. Nella pagina del selettore dei progetti in Google Cloud Console, seleziona o crea un progetto Google Cloud.

    Vai al selettore progetti

  3. Assicurati che la fatturazione sia attivata per il tuo progetto Cloud. Scopri come verificare se la fatturazione è abilitata su un progetto.

  4. Abilita le API AutoML and Cloud Storage.

    Abilita le API

  5. Nella pagina del selettore dei progetti in Google Cloud Console, seleziona o crea un progetto Google Cloud.

    Vai al selettore progetti

  6. Assicurati che la fatturazione sia attivata per il tuo progetto Cloud. Scopri come verificare se la fatturazione è abilitata su un progetto.

  7. Abilita le API AutoML and Cloud Storage.

    Abilita le API

  8. Installa lo strumento a riga di comando gcloud.
  9. Segui le istruzioni per creare un account di servizio e scaricare un file di chiave per tale account.
  10. Imposta la variabile di ambiente GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS sul percorso del file della chiave dell'account di servizio scaricato al momento della creazione dell'account di servizio.
    export GOOGLE_APPLICATION_CREDENTIALS=KEY_FILE
  11. Imposta la variabile di ambiente PROJECT_ID sull'ID progetto.
    export PROJECT_ID=PROJECT_ID
    Le chiamate all'API AutoML e i nomi delle risorse includono l'ID progetto. La variabile di ambiente PROJECT_ID offre un modo pratico per specificare l'ID.
  12. Se sei proprietario del progetto, aggiungi il tuo account di servizio al ruolo IAM AutoML Editor, sostituendo SERVICE_ACCOUNT_NAME con il nome del nuovo account di servizio. Ad esempio, service-account1@myproject.iam.gserviceaccount.com.
    gcloud auth login
    gcloud projects add-iam-policy-binding $PROJECT_ID \
       --member="serviceAccount:SERVICE_ACCOUNT_NAME" \
       --role="roles/automl.editor"
    
  13. In caso contrario, se non sei un proprietario del progetto, chiedi a un proprietario del progetto di aggiungere sia l'ID utente che l'account di servizio al ruolo IAM di Editor AutoML.

Crea un bucket Cloud Storage

Crea un bucket di Cloud Storage per le attività di AutoML Natural Language, come l'importazione dei dati di addestramento. Il bucket deve essere in una località con più aree geografiche us-central1 o eu.

Requisiti dei bucket per us-central1:

  • Tipo di località: Region
  • Località: us-central1
  • Classe di archiviazione: Standard (a volte visualizzata nel browser Cloud Storage come Regional)

Requisiti dei bucket per eu:

  • Tipo di località: Multi-region
  • Località: eu
  • Classe di archiviazione: Standard (a volte visualizzata nel browser Cloud Storage come Multi-Regional)