Migrate for Anthos

Sfrutta il potenziale dei container per i tuoi carichi di lavoro attuali.

Immagine Migrazione e modernizzazione

Migrazione e modernizzazione, insieme

Migrate for Anthos consente di spostare e convertire i carichi di lavoro direttamente in container di Google Kubernetes Engine (GKE). I carichi di lavoro target possono includere server fisici e VM in esecuzione on-premise, su Compute Engine o altri cloud, allo scopo di offrirti tutta la flessibilità necessaria per trasformare agevolmente la tua infrastruttura esistente.

Immagine Definisci il tuo percorso di migrazione ideale

Definisci il tuo percorso di migrazione ideale

La maggior parte delle trasformazioni digitali utilizza una combinazione di più strategie. Per i carichi di lavoro che possono trarre vantaggio dai container, Migrate for Anthos offre un percorso di modernizzazione semplice e rapido. Gli altri carichi di lavoro, più adatti alle VM, possono essere semplicemente spostati così come sono, tramite Migrate for Compute Engine. Evita di farti intrappolare dall'infrastruttura esistente o da un singolo percorso di migrazione. Con Google puoi eseguire i tuoi carichi di lavoro come vuoi e dove vuoi.

Immagine Definisci il tuo percorso di migrazione ideale

Passa ai container con la massima facilità

Alcuni carichi di lavoro vengono semplicemente creati dal reparto IT con modalità che ne impediscono l'upgrade. Tuttavia, Migrate for Anthos evita varie fasi di attività manuali, permettendo di migrare e modernizzare tali carichi di lavoro anche con team IT di piccole dimensioni. Grazie alla verifica integrata e alla tecnologia di migrazione basata sui flussi di dati, che avvia rapidamente i carichi di lavoro nel cloud, vengono eliminate le complicazioni e le carenze di preparazione che in precedenza impedivano alle aziende di modernizzarsi.

Sfrutta i vantaggi dei container

Dopo l'upgrade dei carichi di lavoro in container, il reparto IT può eliminare le attività di manutenzione, gestione delle patch e sicurezza a livello di sistema operativo precedentemente necessarie per le VM. Inoltre, dopo l'upgrade le aziende si trovano nella posizione ottimale per adottare facilmente anche altre tecnologie, come Anthos, GKE, Istio e molto altro ancora.

Come funziona

  • Passaggio 1

    Identifica i carichi di lavoro che vuoi migrare, a partire da origini VM ospitate su server on-premise, su Compute Engine o altri cloud e server fisici.
  • Passaggio 2

    Orchestra la migrazione da GKE, utilizzando un criterio di deployment che consente di convertire automaticamente i carichi di lavoro stateful in modo che vengano eseguiti come container all'interno di pod GKE.
  • Passaggio 3

    Quando le applicazioni stateful monolitiche vengono eseguite nei container, puoi sfruttare tutti i servizi gestiti offerti da GCP, ovvero Anthos, GKE, Service Management, Stackdriver e altri strumenti cloud-native. Ora la tua applicazione può essere eseguita in parallelo con altri microservizi moderni implementati in un cluster GKE.

Prezzi

Migrate for Anthos è gratuito per eseguire la migrazione dei carichi di lavoro in GCP. I clienti pagheranno comunque tutti gli altri servizi di cui usufruiranno (calcolo, archiviazione, networking e così via), ma l'utilizzo dello strumento (Migrate for Anthos) in sé non comporta costi aggiuntivi. Qualsiasi cliente può utilizzare Migrate for Anthos (con o senza abbonamento Anthos).

Risorse

Google Cloud

Inizia

Migrate for Anthos

Sfrutta il potenziale dei container per i tuoi carichi di lavoro attuali.

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

I nostri esperti ti aiuteranno a creare la soluzione adeguata o a trovare il partner adatto alle tue esigenze.

Invia feedback per...

Migrate for Anthos