Creazione di cluster utente

Questa pagina è rivolta agli amministratori della piattaforma.

Puoi creare i cluster utente con la Console Anthos Management Center o con kubectl.

Prima di iniziare

Assicurati che la macchina richiesta e le risorse VIP siano registrate dall'operatore dell'infrastruttura prima di creare un cluster.

Centro di gestione

  1. Nella Console di gestione, apri il menu Cluster.

  2. Nella pagina Cluster, fai clic su Crea cluster per creare un nuovo cluster utente Anthos.

  3. Configura il nuovo cluster utente utilizzando la pagina Configurazione cluster:

    Aggiungi un cluster

  4. Utilizza il pulsante Aggiungi pool di nodi per aggiungere pool di nodi al cluster. Utilizza il modulo del pool di nodi per assegnare un nome ai pool di nodi e assegnare i nodi worker ai pool di nodi.

Una volta creato, il cluster viene registrato automaticamente nel Centro gestione e viene visualizzato immediatamente nella dashboard del cluster.

kubectl

Crea le risorse Cluster e NodePool da registrare nel cluster di amministrazione con il comando seguente:

kubectl apply -f USER_CLUSTER_YAML --kubeconfig=ADMIN_KUBECONFIG

Sostituisci quanto segue:

  • USER_CLUSTER_YAML: il manifest YAML per il cluster utente e i pool di nodi. Consulta i file di configurazione di esempio relativi al Cluster utente e al NodePool.
  • ADMIN_KUBECONFIG: il file kubeconfig del cluster di amministrazione.

Se utilizzi i file di configurazione del cluster di amministrazione come base per la configurazione del cluster utente, modifica i seguenti campi nella configurazione del cluster utente:

  • Rimuovi i primi sshPrivateKeyPath, privateRegistry, privateRegistryConfigPath, privateRegistryTLSCertPath campi.
  • Assicurati che il valore di <cluster-name> sia coerente in tutte le configurazioni.
  • Cluster.spec.type deve essere utente, diverso dal tipo di cluster per un cluster di amministrazione.
  • Cluster.metadata.namespace deve essere cluster-<cluster-name>, dove <cluster-name> è il nome del cluster utente che stai creando.
  • Assicurati che Cluster.spec.loadBalancer.vips.controlPlaneVIP e Cluster.spec.loadBalancer.addressPools non si sovrappongano ad altre configurazioni del cluster.
  • Cluster.spec.loadBalancer.addressPools contiene l'intervallo di indirizzi IP assegnati ai servizi di tipo LoadBalancer. che può accettare più di un pool di indirizzi. Se crei più pool di indirizzi con nomi diversi, in un secondo momento puoi creare servizi e assegnare pool di indirizzi specifici a ciascun servizio. Devi aggiungere metallb.universe.tf/address-pool: <address-pool-name> all'annotazione del servizio quando lo crei. Se in un secondo momento devi estendere l'intervallo utilizzato dai servizi, potrai raggiungere questo obiettivo aggiungendo pool di indirizzi aggiuntivi modificando il cluster utente: kubectl edit cluster user-cluster-name --kubeconfig admin_kubeconfig -n user-cluster-name. Non puoi modificare i pool di indirizzi esistenti. Di seguito è riportato un esempio.
  • Nodepool.metadata.name deve avere il formato: <cluster-name>-worker-node-pool.
  • Nodepool.metadata.namespace deve essere cluster-<cluster-name> e metadata.name corrisponde al nome del cluster nel cluster.
  loadBalancer:
    addressPools:
    - addresses:
      - 10.200.0.112-10.200.0.119
      name: pool1
    - addresses:
      - 10.200.0.120-10.200.0.121
      name: pool2

Verificare lo stato del cluster

Potrebbero essere necessari fino a 15 minuti prima che il cluster si avvii e sia pronto. Nel frattempo, puoi controllare lo stato del cluster utente con il comando seguente:

kubectl get Cluster -n cluster-USER_CLUSTER_NAME --kubeconfig=ADMIN_KUBECONFIG

Sostituisci USER_CLUSTER_NAME con il nome del cluster che hai creato.

Quando lo stato del cluster è ready, il cluster utente viene creato e registrato correttamente nel cluster di amministrazione.

Scarica il file kubeconfig

Dopo aver creato il cluster utente, puoi scaricare il file kubeconfig dal Centro gestione.

  1. Nella Console di gestione, apri il menu Cluster.
  2. Nella pagina Cluster, fai clic sul nome del cluster.
  3. Nella pagina Configurazione cluster, scarica il file kubeconfig:
    • Gli operatori dell'infrastruttura e gli amministratori della piattaforma possono fare clic su Scarica root kubeconfig.
    • Gli utenti con autorizzazione di sola lettura possono fare clic su Scarica kubeconfig in sola lettura.

Il file kubeconfig viene scaricato nel sistema.